Come Contattare Papa Francesco

scrivere papa francescoSempre più persone esprimo l’esigenza di contattare Papa Francesco per affidargli le proprie preoccupazioni e chiedergli di pregare per loro: chi affida al Pontefice il racconto della propria vita, chi chiede un consiglio al Papa, chi desidera raccontargli i propri drammi personali, chi invece vede nella saggezza del Vescovo di Roma un’ancora di salvataggio che gli permette di non perdersi del tutto, chi invia una poesia o un sciarpa o un qualsiasi oggetto con affetto, come lo si consegnerebbe al vicino di casa.

Ormai moltissime persone scrivono ogni giorno a Papa Francesco a quell’indirizzo così semplice da ricordare, così familiare che sembra essere quello di un amico che è lì da sempre che aspetta, pronto a dare conforto.

Non tutti sanno però che l’Ufficio Corrispondenza di Papa Francesco, che riceve tutta questa moltitudine di lettere è composto da appena quattro persone: a capo vi e mons. Giuliano Gallorini aiutato da due signore laiche e suor Anna che devono gestire e rispondere a corrispondenza che giunge in tutte le lingue del mondo.

Si tratta di un lavoro molto complesso per un così piccolo gruppo ma che viene svolto in maniera minuziosa ogni giorno: sarebbe infatti impossibile per Papa Francesco leggere e rispondere personalmente a migliaia e migliaia di lettere.

La prima attività, spiega proprio mons. Gallorini è smistare le lettere in base alla lingua, poi le buste vengono aperte e ne viene letto il contenuto. Viene risposta ad ogni lettera ricevuta mentre i casi più complessi, i casi di coscienza vengono direttamente affidati ai segretari del Pontefice affinché sia Papa Francesco stesso a rispondere, o meglio a dare delle indicazioni su come rispondere.

Non tutte le lettere inviate al Pontefice, dunque, vengono lette personalmente da Papa Francesco ma il suo Ufficio Corrispondenza si fa carico di condividere la sofferenza di ogni persona che scrive a Bergoglio e di rispondere con lo stile e con le parole del Pontefice, sottoponendo a questi i casi più gravi.

Come scrivere a Papa Francesco

Per tutti coloro che volessero scrivere al Pontefice, l’indirizzo postale di Papa Francesco:

Sua Santità Francesco, Casa Santa Marta, 00120 Città del Vaticano

Papa Francesco non possiede un indirizzo email pubblico, pertanto se si desidera scrivergli é necessario farlo via posta tradizionale all’indirizzo sopra riportato.

Come partecipare a una udienza pubblica di Papa Francesco

Per incontrare il Papa partecipando a una udienza pubblica del Pontefice sono necessari dei biglietti che sono gratuiti e che vengono rilasciati dalla Prefettura della Casa Pontificia.

Per richiedere i biglietti possiamo

  • 1) inviare un fax al numero +39 06 698 858 63, indicando l’udienza alla quale si intende partecipare e il numero dei partecipanti utilizzando questo modulo;
  • 2) richiedere i biglietti via posta ordinaria – utilizzando sempre lo stesso modulo sopra riportato e indicando i dati sopra evidenziati – scrivendo alla Prefettura della Casa Pontificia, 00120 Città del Vaticano.

Per ulteriori informazioni, potete contattare la Prefettura della Casa Pontificia telefonando ai numeri +39  06 698 848 76, +39 06 698 831 14, +39 06 698 832 73 dalle ore 9 alle ore 13.

I biglietti, infine, saranno consegnati ai richiedenti nell’apposito Ufficio che troveremo dentro al Portone di Bronzo ubicato nel colonnato di destra in Piazza San Pietro.

Come ricevere la benedizione di Papa Francesco

Per ricevere la benedizione speciale di Papa Francesco si deve utilizzare questo modulo che può essere inviato alla Elemosineria Apostolica:

  • 1) consegnandolo di persona entrando dall’Ingresso Sant’Anna, ubicato sulla destra del Colonnato della Piazza San Pietro e con apertura dal lunedì al dabato dalle ore 9 alle 12;
  • 2) a mezzo fax al numero +39 06 698 831 32
  • 3) a mezzo posta ordinaria, indirizzando la richiesta a

Elemosineria Apostolica, Ufficio pergamene – 00120 Città del Vaticano

La benedizione può essere richiesta per i seguenti sacramenti ed occasioni speciali: Battesimo, Prima Comunione, Cresima; Matrimonio; Consacrazione Secolare; Professione Religiosa; Ordinazione Diacono permanente; Ordinazione Presbiterale; Benedizione di Matrimonio o di Professione Religiosa; Benedizione di Compleanno; Benedizione di Persona singola cattolica o famiglia. Alcune benedizioni necessitano del nulla osta del parroco, pertanto é consigliabile richiedere informazioni in merito al vostro parroco prima di inviare la richiesta al Papa. Va detto infine che la benedizione é gratuita ma vi é un costo da sostenere per la pergamena. La benedizione é disponibile in 6 lingue differenti.

chiavi di ricerca:

  • scrivere al papa
  • come scrivere al papa
  • scrivere a papa francesco
  • indirizzo papa francesco
  • come scrivere a papa francesco
  • indirizzo di papa francesco
  • francesco e papa email
  • come contattare il papa
  • indirizzo email papa francesco
  • scrivere al papa francesco

2.293 Commenti

sara on luglio 29, 2014 at 12:33 pm.

Gesù ha detto a Pietro:- che t’importa che ne sarà di questo o di quel altro, tu seguimi….
Chi segue Gesù ha bisogno solo di conoscere la sua Parola, di comprendere il suo linguaggio , di gesti e di realizzarlo dentro di se , per cui di vivere la propria vita migliore e per quello che possa essere salutare per la propria esistenza e che va oltre la morte fisica.
E non si perde dietro a certe chiacchiere. Purtroppo da che è mondo il male regna, credo che non esista un luogo sicuro,a quanto sacro possa essere per evitarlo, sta a noi a cosa dare retta e avere discernimento .
Ora c’è questo papa Francesco, per cui ho avuto onore di incontrarlo e non per questo parlo a suo favore, ma che è sotto a occhi di tutti di quello che sta facendo, che ognuno ne trae un giudizio a secondo proprio interesse che ha.
A mio giudizio lui il papa Francesco dal posto che si trova sta facendo quello che gli è possibile fare e l’ impossibile lo fa solo DIO secondo la sua volontà e non secondo la nostra di volontà . I tempi di DIO è imprevedibile !
E come in ogni luogo c’è il buono e il tristo e il capo rappresenta un punto di riferimento e come capo, sempre se è un buon capo che non ha interessi personali, amministra i suoi dipendenti, buoni o cattivi che siano, al meglio che può. Non so se rendo l’ idea di quello che sto dicendo.
Comunque dico tutto questo , perchè ho fatto giro sul web e vedo alcuni giornalisti, che non sono loro se non trovano un intrigo in Vaticano , per mettere in cattiva luce papa Francesco, facendone tutta erba a un fascio per confondere la gente, distogliendole l’ attenzione verso Gesù in modo che da non permettere che Gesù abiti in noi.
Poi come si sa ,come dice la battuta: – morto un papa se ne fa un altro… – il papa lì al Vaticano è di passaggio ormai dovremmo saperlo, sta a noi a captare cosa ci insegna questo papa e quali vantaggi ne traiamo , se altri sono incasinati a noi non c’è ne deve importare e non vuol dire non vederli i problemi e come tali vanno risolti e non criticarli . Il classico puntare il dito, quando tutti noi in questo mondo siamo peccatori difronte a DIO.
Ho voluto esprimere questo mio pensiero al riguardo , perchè noto come è facile cadere nel tranello del male che si serve dell’ uomo e mi scuso se a qualcuno ho recato il disturbo.
Il mio motto è seguire Gesù al meglio possibile e rispettando i suoi di tempi , anche se tenderei di volere correre, per mia esperienza che non si va da nessuna parte se non è LUI che ti mette la luce dentro e di conseguenza agisci. è chiaro questa luce va cercato poi sarà LUI che si farà vivo e dona quello che serve sul momento . E questo non è più solo Fede , è vedere!
Incontrare Gesù è una meraviglia senza fine, nonostante le difficoltà che possiamo incontrare, come disse papa Francesco domenica scorsa. e rendo grazie a DIO.
buona serata. Sara

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Aggiungi una immagine