Come Contattare Papa Francesco

scrivere papa francescoSempre più persone esprimo l’esigenza di contattare Papa Francesco per affidargli le proprie preoccupazioni e chiedergli di pregare per loro: chi affida al Pontefice il racconto della propria vita, chi chiede un consiglio al Papa, chi desidera raccontargli i propri drammi personali, chi invece vede nella saggezza del Vescovo di Roma un’ancora di salvataggio che gli permette di non perdersi del tutto, chi invia una poesia o un sciarpa o un qualsiasi oggetto con affetto, come lo si consegnerebbe al vicino di casa.

Ormai moltissime persone scrivono ogni giorno a Papa Francesco a quell’indirizzo così semplice da ricordare, così familiare che sembra essere quello di un amico che è lì da sempre che aspetta, pronto a dare conforto.

Non tutti sanno però che l’Ufficio Corrispondenza di Papa Francesco, che riceve tutta questa moltitudine di lettere è composto da appena quattro persone: a capo vi e mons. Giuliano Gallorini aiutato da due signore laiche e suor Anna che devono gestire e rispondere a corrispondenza che giunge in tutte le lingue del mondo.

Si tratta di un lavoro molto complesso per un così piccolo gruppo ma che viene svolto in maniera minuziosa ogni giorno: sarebbe infatti impossibile per Papa Francesco leggere e rispondere personalmente a migliaia e migliaia di lettere.

La prima attività, spiega proprio mons. Gallorini è smistare le lettere in base alla lingua, poi le buste vengono aperte e ne viene letto il contenuto. Viene risposta ad ogni lettera ricevuta mentre i casi più complessi, i casi di coscienza vengono direttamente affidati ai segretari del Pontefice affinché sia Papa Francesco stesso a rispondere, o meglio a dare delle indicazioni su come rispondere.

Non tutte le lettere inviate al Pontefice, dunque, vengono lette personalmente da Papa Francesco ma il suo Ufficio Corrispondenza si fa carico di condividere la sofferenza di ogni persona che scrive a Bergoglio e di rispondere con lo stile e con le parole del Pontefice, sottoponendo a questi i casi più gravi.

Come scrivere a Papa Francesco

Per tutti coloro che volessero scrivere al Pontefice, l’indirizzo postale di Papa Francesco:

Sua Santità Francesco, Casa Santa Marta, 00120 Città del Vaticano

Papa Francesco non possiede un indirizzo email pubblico, pertanto se si desidera scrivergli é necessario farlo via posta tradizionale all’indirizzo sopra riportato.

Come partecipare a una udienza pubblica di Papa Francesco

Per incontrare il Papa partecipando a una udienza pubblica del Pontefice sono necessari dei biglietti che sono gratuiti e che vengono rilasciati dalla Prefettura della Casa Pontificia.

Per richiedere i biglietti possiamo

  • 1) inviare un fax al numero +39 06 698 858 63, indicando l’udienza alla quale si intende partecipare e il numero dei partecipanti utilizzando questo modulo;
  • 2) richiedere i biglietti via posta ordinaria – utilizzando sempre lo stesso modulo sopra riportato e indicando i dati sopra evidenziati – scrivendo alla Prefettura della Casa Pontificia, 00120 Città del Vaticano.

Per ulteriori informazioni, potete contattare la Prefettura della Casa Pontificia telefonando ai numeri +39  06 698 848 76, +39 06 698 831 14, +39 06 698 832 73 dalle ore 9 alle ore 13.

I biglietti, infine, saranno consegnati ai richiedenti nell’apposito Ufficio che troveremo dentro al Portone di Bronzo ubicato nel colonnato di destra in Piazza San Pietro.

Come ricevere la benedizione di Papa Francesco

Per ricevere la benedizione speciale di Papa Francesco si deve utilizzare questo modulo che può essere inviato alla Elemosineria Apostolica:

  • 1) consegnandolo di persona entrando dall’Ingresso Sant’Anna, ubicato sulla destra del Colonnato della Piazza San Pietro e con apertura dal lunedì al dabato dalle ore 9 alle 12;
  • 2) a mezzo fax al numero +39 06 698 831 32
  • 3) a mezzo posta ordinaria, indirizzando la richiesta a

Elemosineria Apostolica, Ufficio pergamene – 00120 Città del Vaticano

La benedizione può essere richiesta per i seguenti sacramenti ed occasioni speciali: Battesimo, Prima Comunione, Cresima; Matrimonio; Consacrazione Secolare; Professione Religiosa; Ordinazione Diacono permanente; Ordinazione Presbiterale; Benedizione di Matrimonio o di Professione Religiosa; Benedizione di Compleanno; Benedizione di Persona singola cattolica o famiglia. Alcune benedizioni necessitano del nulla osta del parroco, pertanto é consigliabile richiedere informazioni in merito al vostro parroco prima di inviare la richiesta al Papa. Va detto infine che la benedizione é gratuita ma vi é un costo da sostenere per la pergamena. La benedizione é disponibile in 6 lingue differenti.

chiavi di ricerca:

  • scrivere al papa
  • come scrivere al papa
  • scrivere a papa francesco
  • indirizzo papa francesco
  • come scrivere a papa francesco
  • indirizzo di papa francesco
  • francesco e papa email
  • come contattare il papa
  • indirizzo email papa francesco
  • scrivere al papa francesco

2.259 Commenti

sara on luglio 23, 2014 at 9:26 pm.

“Non tentare Signore DIO tuo” è una pessima idea mandare il papa a Gaza, mai entrare in una casa se non si è invitati.
Dopo tutto l’incontro nei giardini del Vaticano è stato fatto di proposito perchè era un terreno neutrale, questo a un senso, è la storia che c’è lo insegna. E poi il vangelo è chiaro, dove non si è invitati va scosso dai calzari perfino la polvere.
Con questo non vuol dire che dobbiamo stare li a guardare morire i nostri fratelli, ma di pregare di crea una mobilità se necessaria anche a livello mondiale, cioè riuniti nella preghiera. e questo vale anche per quello che sta succedendo in Ucraina , urlare con la preghiera unire le forze. DIO non viene a noi con violenza, ci vuole liberi di andare da LUI, a quanto sia una cosa buona, siamo noi che non ci disponiamo a LUI. Ci viene comodo a pensare che sia qualcun altro a fare il lavoro al posto nostro. buonanotte

Rispondi

Gianluca Gottardo on luglio 23, 2014 at 5:48 pm.

La Pace è Frutto Apostolico del Dialogo e della Tolleranza che nella Preghiera trova la sua Realizzazione Storica prima dentro di noi e poi tra gli altri.

Rispondi

emanuela on luglio 23, 2014 at 4:05 pm.

grazie per esservi fatti trovare. scriverò a Papa Francesco, sapendo di incontrare anche Voi. siamo una piccola Famiglia ed abbiamo bisogno di Giustizia: ci siamo rivolti alla Procura di Bergamo nel febbraio 2011 per questioni di lavoro molto serie, altamente documentate di gravi comportamenti penali ma non ci sono ancora effetti. non sappiamo più cosa pensare e ci sentiamo abbandonati……

Rispondi

gianfranco bagarotti on luglio 23, 2014 at 2:54 pm.

Se si vuole fermare la carneficina di Gaza suggerisco al Papa di andare di persona e mischiarsi tra la popolazione. Vediamo se gli Israeliani avranno il coraggio di proseguire con i bombardamenti.

Rispondi

francesco d'elia on luglio 23, 2014 at 1:47 pm.

desidero parlare con il Pontefice per un problema molto importante quale:
– la vera nascita di Gesù -
vista da me in un momento drammatico quale la mia morte in seguito ad un ictus.

Rispondi

salvatore on luglio 23, 2014 at 9:06 am.

SUA SANTITA FRANCESCO,CASA SANTA MARTA 00120
CITTA DEL VATICANO.

chi sta scrivendo,è un pensionato delle ferrovie,lo sta facendo perchè
non’è può piu di assistere passivamente a tutti questi giovani che per trovare
un po di pace e lavoro ,attraversano con delle carrette del mare il canale di
Sicilia perdendoci la vita.Ora basta!!! i morti sono tanti,non serve mare
nostrum, il suo consiglio è di andare a prendere i profughi direttamente
nei porti dove loro si iombarcano.
1 -risparmiando i soldi del viaggio senza essere ricattati a morte dagli scafisti!
2-selezionando i veri profughi,visitarli e rendere sicura l’incolumità di loro stessi!!
3-uomini donne e bambini,non perderanno piu la vita in mare o soffocati
allinterno delle carrette sensa piu poter respirare aria ma monossido di carbone.
4-lo stato italiano,spenderà tanto meno di quanto spende oggi e sarà ammirato
da tutto il mondo!!!!!
5-la distribuzione dei profughi nel nostro paese sarà immediata .Certo se
l’Europa collaborasse a questo progetto di salvataggio sarebbe l’ideale

con osservanza
saluta sua Santità Papa Francesco . AMATO SALVATORE

P.S.AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO

Rispondi

emilia masneri on luglio 23, 2014 at 7:29 am.

La grandezza di Dio si manifesta nelle creature e SUA SANTITA’ l’elargisce con grande semplicità,grazie di essere la nostra guida ,preghiamo ed invochiamo lo Spirito santo perchè possa essere di aiuto e di sostegno a tutta l’umanità.

Rispondi

sara on luglio 22, 2014 at 10:12 pm.

Il nemico di questo mondo è molto astuto è molto bravo e con tanta facilità gioca nella fantasia del essere umano.
sono in linea con quello che dice Patrizia.
Penso che il papa Francesco è illuminato più di quanto non si pensi che sappia bene quello che fa , ne sono più che certa. Prego per lui che il Signore lo mantenga ben illuminato.
Più che altro c’è da domandarsi cosa stiamo cercando l’ uomo pur essendo in veste del papa o Gesù?
Se cerchiamo l’ uomo non arriviamo da nessuno parte, ma se cerchiamo Gesù , la risposta la troveremo, basta cercare nel posto giusto.
Se è la risposta del Signore che si cerca , lo ci si può trovare in chiunque e se sarà necessario lo si potrà avere anche attraverso il papa.
è ovvio se si cerca Gesù vuol dire che deve esserci la volontà di cambiare vita e chi ha tale intenzione non aspetta che sia altri prima a cambiarla, anzi non le riguarda di quello che fa uno o l’altra/o, non avrà altro che sete di conoscere è una continua ricerca per capire cosa si può e deve fare per cambiare se stessi e non si ha tempo di guardare l’altro. Intanto si incominci o si pensi di cambiare noi stessi . Poi si può pensare che pure altri possono cambiare.
Come si può pensare di placare la guerra in casa d’altri , quando in casa nostra c’è già una guerra in atto? specifico c’è tanti modi di fare guerra e non solo con armi! buonanotte. Sara

Rispondi

Svetlana on luglio 22, 2014 at 8:41 pm.

Egregio Pontefice Papa Francesco!
Cordati saluti a Lei dal popolo ucraino.Le scriviamo sperando nel suo aiuto, x che no ne possiamo piu di soppontare gli orrori commessi da i governi interessati in questo confitto.RUSSIA-UKRAINA-si accusano a vicenda, a corne la voce, che pure lAmerica ha applicato propnie interessi nella destabillizazione del nostro paese. Non ci sono le certezze.Le dica “ Basta” e noi urliamo “Basta” non e gusto. Non abbiamo le colpi. I bambini non gli hanno le colpi. Condiali saluti!

Rispondi

Vlad on luglio 22, 2014 at 8:30 pm.

Egregio Pontefice Papa Francesco!
Cordati saluti a Lei dal popolo ucraino.Le scriviamo sperando nel suo aiuto, x che no ne possiamo piu di soppontare gli orrori commessi da i governi interessati in questo confitto.RUSSIA-UKRAINA-si accusano a vicenda, a corne la voce, che pure lAmerica ha applicato propnie interessi nella destabillizazione del nostro paese. Non ci sono le certezze.Le dica “ Basta” e noi urliamo “Basta” non e gusto. Non abbiamo le colpi. I bambini non gli hanno le colpi. Condiali saluti!

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Aggiungi una immagine