Come Contattare Papa Francesco

scrivere papa francescoSempre più persone esprimo l’esigenza di contattare Papa Francesco per affidargli le proprie preoccupazioni e chiedergli di pregare per loro: chi affida al Pontefice il racconto della propria vita, chi chiede un consiglio al Papa, chi desidera raccontargli i propri drammi personali, chi invece vede nella saggezza del Vescovo di Roma un’ancora di salvataggio che gli permette di non perdersi del tutto, chi invia una poesia o un sciarpa o un qualsiasi oggetto con affetto, come lo si consegnerebbe al vicino di casa.

Ormai moltissime persone scrivono ogni giorno a Papa Francesco a quell’indirizzo così semplice da ricordare, così familiare che sembra essere quello di un amico che è lì da sempre che aspetta, pronto a dare conforto.

Non tutti sanno però che l’Ufficio Corrispondenza di Papa Francesco, che riceve tutta questa moltitudine di lettere è composto da appena quattro persone: a capo vi e mons. Giuliano Gallorini aiutato da due signore laiche e suor Anna che devono gestire e rispondere a corrispondenza che giunge in tutte le lingue del mondo.

Si tratta di un lavoro molto complesso per un così piccolo gruppo ma che viene svolto in maniera minuziosa ogni giorno: sarebbe infatti impossibile per Papa Francesco leggere e rispondere personalmente a migliaia e migliaia di lettere.

La prima attività, spiega proprio mons. Gallorini è smistare le lettere in base alla lingua, poi le buste vengono aperte e ne viene letto il contenuto. Viene risposta ad ogni lettera ricevuta mentre i casi più complessi, i casi di coscienza vengono direttamente affidati ai segretari del Pontefice affinché sia Papa Francesco stesso a rispondere, o meglio a dare delle indicazioni su come rispondere.

Non tutte le lettere inviate al Pontefice, dunque, vengono lette personalmente da Papa Francesco ma il suo Ufficio Corrispondenza si fa carico di condividere la sofferenza di ogni persona che scrive a Bergoglio e di rispondere con lo stile e con le parole del Pontefice, sottoponendo a questi i casi più gravi.

Come scrivere a Papa Francesco

Per tutti coloro che volessero scrivere al Pontefice, l’indirizzo postale di Papa Francesco:

Sua Santità Francesco, Casa Santa Marta, 00120 Città del Vaticano

Papa Francesco non possiede un indirizzo email pubblico, pertanto se si desidera scrivergli é necessario farlo via posta tradizionale all’indirizzo sopra riportato.

Come partecipare a una udienza pubblica di Papa Francesco

Per incontrare il Papa partecipando a una udienza pubblica del Pontefice sono necessari dei biglietti che sono gratuiti e che vengono rilasciati dalla Prefettura della Casa Pontificia.

Per richiedere i biglietti possiamo

  • 1) inviare un fax al numero +39 06 698 858 63, indicando l’udienza alla quale si intende partecipare e il numero dei partecipanti utilizzando questo modulo;
  • 2) richiedere i biglietti via posta ordinaria – utilizzando sempre lo stesso modulo sopra riportato e indicando i dati sopra evidenziati – scrivendo alla Prefettura della Casa Pontificia, 00120 Città del Vaticano.

Per ulteriori informazioni, potete contattare la Prefettura della Casa Pontificia telefonando ai numeri +39  06 698 848 76, +39 06 698 831 14, +39 06 698 832 73 dalle ore 9 alle ore 13.

I biglietti, infine, saranno consegnati ai richiedenti nell’apposito Ufficio che troveremo dentro al Portone di Bronzo ubicato nel colonnato di destra in Piazza San Pietro.

Come ricevere la benedizione di Papa Francesco

Per ricevere la benedizione speciale di Papa Francesco si deve utilizzare questo modulo che può essere inviato alla Elemosineria Apostolica:

  • 1) consegnandolo di persona entrando dall’Ingresso Sant’Anna, ubicato sulla destra del Colonnato della Piazza San Pietro e con apertura dal lunedì al dabato dalle ore 9 alle 12;
  • 2) a mezzo fax al numero +39 06 698 831 32
  • 3) a mezzo posta ordinaria, indirizzando la richiesta a

Elemosineria Apostolica, Ufficio pergamene – 00120 Città del Vaticano

La benedizione può essere richiesta per i seguenti sacramenti ed occasioni speciali: Battesimo, Prima Comunione, Cresima; Matrimonio; Consacrazione Secolare; Professione Religiosa; Ordinazione Diacono permanente; Ordinazione Presbiterale; Benedizione di Matrimonio o di Professione Religiosa; Benedizione di Compleanno; Benedizione di Persona singola cattolica o famiglia. Alcune benedizioni necessitano del nulla osta del parroco, pertanto é consigliabile richiedere informazioni in merito al vostro parroco prima di inviare la richiesta al Papa. Va detto infine che la benedizione é gratuita ma vi é un costo da sostenere per la pergamena. La benedizione é disponibile in 6 lingue differenti.

chiavi di ricerca:

  • scrivere al papa
  • come scrivere al papa
  • scrivere a papa francesco
  • indirizzo papa francesco
  • come scrivere a papa francesco
  • indirizzo di papa francesco
  • francesco e papa email
  • come contattare il papa
  • indirizzo email papa francesco
  • scrivere al papa francesco

3.090 Commenti

eugenio bray on dicembre 18, 2014 at 6:12 pm.

vorrei tanto riuscire a parlare con Lei Papa Francesco.

Rispondi

Salvatore Ossino on dicembre 18, 2014 at 6:01 pm.

Caro Papa Francesco
Alcuni giorni fà con un amico anche se io scetticamente ho chiesto a te di ricevere a casa mia la tua benedizione per la famiglia. Ti confesso che se scettico, avevo il cuore pieno di speranza. Ieri giorno 17, giorno del tuo compleanno mi sento suonare il campanello, era il postino che mi consegnava un plico, che conteneva la tua benedizione. Con emozione e con gli occhi lucidi, posso dire che non era il postino, ma eri tu a consegnare personalmente i tuoi auguri alla mia famiglia per il Santo Natale. Quale gioia più grande ricevere ciò e rendere questo Santo Natale unico
Grazie Papa Francesco
Salvatore Ossino

Rispondi

Raffaella on dicembre 18, 2014 at 2:53 pm.

18 Dicembre 2014

Caro Babbo Natale, quest’anno la mia lettera sarà ben diversa da quella degli altri anni.
In “tempo di crisi” non si possono chiedere regali soprattutto pensando che quest’anno, più degli altri anni, molte famiglie non potranno festeggiare il Santo Natale.
Quest’anno da cristiana voglio pregare il buon Dio affinché illumini le menti dei ns governanti e li faccia rendere conto che siamo sull’orlo del baratro.
Io svolgo l’attività di libera professionista e, nello specifico, mi occupo di gestione e recupero crediti e, chi più di me, potrebbe rappresentare con quale triste realtà mi scontro quotidianamente?
Giornalmente ascolto il dramma di chi non lavora, di chi ha debiti, di chi non può sostenere economicamente la famiglia, di chi non può compare i libri ai figli e di chi … beh, caro Babbo Natale, la lista è diventata, ormai, troppo lunga.
Quest’anno ho, però, un desiderio da esprimere, forse è pura follia, io non sono nessuno per sperare di realizzare il mio desiderio ma tu, forse potresti riuscirci.
Più che desiderio, il mio, è un bisogno … ho la necessità di incontrare qualcuno che ci rappresenta, magari il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana e poi desidererei tanto poter incrociare lo sguardo del Santo Padre; sarebbe importante poterli incontrare per spiegargli cosa significa essere sull’orlo del baratro.
Io posso spiegarglielo bene, io lavoro sul campo, in mezzo alla gente, in mezzo agli ex lavoratori dipendenti, agli ex imprenditori … qui per spiegarlo non ci vuole un tecnico, uno statista o uno scienziato, ci vuole una persona, come me, che ogni mattina si alza e si suda ciò che guadagna e che lotta per pagare le tasse.
Spesso seguo varie trasmissioni dove si cerca di mettere in evidenza il dramma della maggior parte del popolo italiano ma, alla fine, cosa si conclude? Se partecipa qualche politico si conclude con il “faremo, provvederemo, cercheremo” ma poi non si risolve nulla perché ognuno di lor signori sono in altre faccende affaccendati.
Buone Feste caro Babbo Natale e spero che tu possa esaudire il mio desiderio.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Aggiungi una immagine