Come Contattare Papa Francesco

scrivere papa francescoSempre più persone esprimo l’esigenza di contattare Papa Francesco per affidargli le proprie preoccupazioni e chiedergli di pregare per loro: chi affida al Pontefice il racconto della propria vita, chi chiede un consiglio al Papa, chi desidera raccontargli i propri drammi personali, chi invece vede nella saggezza del Vescovo di Roma un’ancora di salvataggio che gli permette di non perdersi del tutto, chi invia una poesia o un sciarpa o un qualsiasi oggetto con affetto, come lo si consegnerebbe al vicino di casa.

Ormai moltissime persone scrivono ogni giorno a Papa Francesco a quell’indirizzo così semplice da ricordare, così familiare che sembra essere quello di un amico che è lì da sempre che aspetta, pronto a dare conforto.

Non tutti sanno però che l’Ufficio Corrispondenza di Papa Francesco, che riceve tutta questa moltitudine di lettere è composto da appena quattro persone: a capo vi e mons. Giuliano Gallorini aiutato da due signore laiche e suor Anna che devono gestire e rispondere a corrispondenza che giunge in tutte le lingue del mondo.

Si tratta di un lavoro molto complesso per un così piccolo gruppo ma che viene svolto in maniera minuziosa ogni giorno: sarebbe infatti impossibile per Papa Francesco leggere e rispondere personalmente a migliaia e migliaia di lettere.

La prima attività, spiega proprio mons. Gallorini è smistare le lettere in base alla lingua, poi le buste vengono aperte e ne viene letto il contenuto. Viene risposta ad ogni lettera ricevuta mentre i casi più complessi, i casi di coscienza vengono direttamente affidati ai segretari del Pontefice affinché sia Papa Francesco stesso a rispondere, o meglio a dare delle indicazioni su come rispondere.

Non tutte le lettere inviate al Pontefice, dunque, vengono lette personalmente da Papa Francesco ma il suo Ufficio Corrispondenza si fa carico di condividere la sofferenza di ogni persona che scrive a Bergoglio e di rispondere con lo stile e con le parole del Pontefice, sottoponendo a questi i casi più gravi.

Come scrivere a Papa Francesco

Per tutti coloro che volessero scrivere al Pontefice, l’indirizzo postale di Papa Francesco:

Sua Santità Francesco, Casa Santa Marta, 00120 Città del Vaticano

Papa Francesco non possiede un indirizzo email pubblico, pertanto se si desidera scrivergli é necessario farlo via posta tradizionale all’indirizzo sopra riportato.

Come partecipare a una udienza pubblica di Papa Francesco

Per incontrare il Papa partecipando a una udienza pubblica del Pontefice sono necessari dei biglietti che sono gratuiti e che vengono rilasciati dalla Prefettura della Casa Pontificia.

Per richiedere i biglietti possiamo

  • 1) inviare un fax al numero +39 06 698 858 63, indicando l’udienza alla quale si intende partecipare e il numero dei partecipanti utilizzando questo sito;
  • 2) richiedere i biglietti via posta ordinaria – utilizzando sempre lo stesso modulo sopra riportato e indicando i dati sopra evidenziati – scrivendo alla Prefettura della Casa Pontificia, 00120 Città del Vaticano.

Per ulteriori informazioni, potete contattare la Prefettura della Casa Pontificia telefonando ai numeri +39  06 698 848 76, +39 06 698 831 14, +39 06 698 832 73 dalle ore 9 alle ore 13.

I biglietti, infine, saranno consegnati ai richiedenti nell’apposito Ufficio che troveremo dentro al Portone di Bronzo ubicato nel colonnato di destra in Piazza San Pietro.

Come ricevere la benedizione di Papa Francesco

Per ricevere la benedizione speciale di Papa Francesco si deve utilizzare questo sito seguendo tutte le procedure indicate impostando il tipo di pergamena, i vostri dati personali, i dati da inserire nella pergamena e infine facendo una piccola donazione.

La benedizione può essere richiesta per i seguenti sacramenti ed occasioni speciali: Battesimo, Prima Comunione, Cresima; Matrimonio; Consacrazione Secolare; Professione Religiosa; Ordinazione Diacono permanente; Ordinazione Presbiterale; Benedizione di Matrimonio o di Professione Religiosa; Benedizione di Compleanno; Benedizione di Persona singola cattolica o famiglia. Alcune benedizioni necessitano del nulla osta del parroco, pertanto é consigliabile richiedere informazioni in merito al vostro parroco prima di inviare la richiesta al Papa. Va detto infine che la benedizione é gratuita ma vi é un costo da sostenere per la pergamena. La benedizione é disponibile in 6 lingue differenti.

7.289 Commenti

Giovanni Ioannoni il 21 aprile 2019 alle 8:29 am.

Pasqua è un tempo in cui la Mia morte sulla croce è contemplata correttamente.

Pasqua è un tempo in cui la Mia morte sulla croce è contemplata correttamente e la Mia risurrezione dai morti è pienamente riconosciuta per la libertà che porta all’umanità.

La Mia risurrezione significa che anche tutti voi che Mi amate e proclamate la Mia Parola Santa potete essere risuscitati dai morti.

Anche tutti coloro che sono morti in uno stato di grazia e con i favori del Padre Mio saranno elevati in gloria dalla morte, il giorno in cui vengo a giudicare.

Essi si uniranno a coloro che sono vivi non solo nel corpo ma nello Spirito del Signore e saranno ricompensati con la Vita Eterna.

Molte persone non comprendono la Mia promessa.

Tutti coloro i cui nomi sono contenuti nel Libro della Vita saranno elevati in corpo, mente e anima, privi di corruzione del corpo e in piena unione con Me.

Tutti quelli che saranno scelti vivranno secondo la Volontà Divina del Padre Mio.
Vivrete in amore, pace e armonia durante il Mio glorioso Regno sulla terra per 1000 anni.

Rispondi

giuseppe valentino il 20 aprile 2019 alle 5:23 pm.

Quest’anno per la prima volta la parrocchia di piazza Euclide non è passata per la consueta Benedizione Pasquale alle famiglie in via Tortolini . Abbiamo chiamato adesso e ci è stato detto che non passano in tutte le vie perchè il territorio è vasto ed i sacerdoti sono solo tre… 🙁

Rispondi

Giovanni Ioannoni il 20 aprile 2019 alle 9:20 am.

La Croce è il vostro legame con la Vita Eterna. Non abbandonate mai la Croce

span style=”color: #990000; font-family: “arial” , “helvetica” , sans-serif;”>

A voi di questa generazione, lo dico questo. Voi, che siete con Me, non soffrirete la morte. Nemmeno la morte del corpo. Voi che Mi tradite col peccato, pur avendo ricevuto la Verità, non avrete la vita. Quindi, Miei cari discepoli, non dovete mai avere paura di questa Missione. Io vi prenderò e vi coprirò con tutti i Doni che il Padre Mio è ansioso di concedere a tutti voi, quando Egli finalmente raccoglierà i Suoi figli nel Regno che vi ha promesso quando ha mandato Me, il Suo unico Figlio, a salvare le vostre anime con la Mia morte sulla Croce. La Croce è il vostro legame con la Vita Eterna. Non abbandonate mai la Croce. La Mia morte è stata la vostra via per la Vita Eterna. Senza la Mia Croce, la morte dominerà coloro che La rifiutano.

Rispondi

silvia il 19 aprile 2019 alle 10:52 pm.

Viva papa Francesco. Caro papa, ti chiedo di pregare per me che soffro di depressione e di una dolorosa neuropatia.Ti affido anche mio fratello Riccardo che non è cattolico ma è il mio angelo custode.Vorrei che si convertisse al cristianesimo, anche se credo che sta già facendo il buon samaritano.
Con stima.Silvia

Rispondi

Giovanni Ioannoni il 19 aprile 2019 alle 10:48 am.

Ma, voi Miei seguaci che siete anche peccatori, dovete confidare in Me completamente. Facendo ciò, concedo un certo numero di grazie speciali.

Quanto più voi chiedete il Mio aiuto tanto più ne ricevete. È a causa di questo legame che io e voi teniamo tra noi che potete aiutarMi a salvare altre anime dall’annegare nella disperazione.

Ricordate la potenza della Mia Novena della Divina Misericordia e il numero di anime che salverete per Me quest’anno.

Il vostro amato Gesù
http://gesuallumanita.blogspot.it/2012/04/4-aprile-2012-vi-prego-di-dire-la-mia.html

Rispondi

Giovanni Ioannoni il 18 aprile 2019 alle 8:30 am.

Il Venerdì Santo è il giorno che desidero, e quest’anno in particolare, che sia ricordato per ciò che realmente significa

Se rifiutate la Mia presenza nella Santa Eucaristia rifiutate uno dei doni più importanti che vi ho lasciato quando venni sulla terra per espiare i vostri peccati.

Sono morto per salvare voi e questo è di per sé, un grande dono.

Ma vi ho lasciato un regalo molto speciale, dove potete riceverMi in mente, corpo e spirito.

Accettate la Mia presenza e la vostra anima diventerà più vicina in vera unione con Me.
AccettateMi.

Non Mi abbandonate.

Non Mi rinnegate.

Credete, senza alcun dubbio nei vostri cuori, che era a causa dell’amore di Dio Padre che questi doni sono stati conferiti a voi.

Riflettete oggi sulla verità vera dei Miei insegnamenti

Non accettate la Mia crocifissione senza accettare i doni offerti anche a voi nella Mia Ultima Cena. Se lo fate, farete morire di fame la vostra anima del cibo della vita.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.