Papa Francesco e i ministranti tedeschi: liberi di fare il bene!

Papa Francesco e i ministranti tedeschi: liberi di fare il bene!

Si è tenuta oggi l’udienza speciale di Papa Francesco con oltre 50.000 ministranti delle diocesi tedesche, e di quelle di Vienna, di Linz e della Lettonia, di età compresa tra i 12 e i 27 anni, in rappresentanza di oltre 430 mila bambini, adolescenti e giovani che nella sola Germania sono impegnati nel servizio all’altare.

Il tema conduttore dell’incontro, che giunge come momento culmine del pellegrinaggio nazionale dei ministranti tedeschi, sono state le parole del Vangelo di Matteo “Liberi! Perché è lecito fare del bene”: è una grande occasione per i giovani tedeschi di sentire la vicinanza di Papa Francesco.

Alcuni di questi, infatti, hanno già avuto modo di conoscere il Pontefice durante la Giornata Mondiale della Gioventù a Rio de Janeiro, per altri, invece, è questa la prima occasione: è un incontro molto importante poiché essere ministrante è proprio sentirsi parte della Chiesa e sostenerla con il proprio servizio.

Il motto “Liberi! Perché è lecito fare del bene” vuole proprio accentuare come la scelta di servizio all’altare e di servizio alla comunità non sia una scelta obbligata, non sia una costrizione, ma espressione della massima libertà: in una società nella quale non si sa cosa fare con la libertà l’alternativa possibile che testimoniano i giovani cattolici è quella di usate la libertà a favore del proprio prossimo.

È innegabile che “la misericordia è il nucleo del Vangelo di Cristo”:  chi è misericordioso riesce davvero a comprendere la logica del Vangelo, ad esserne parte ed incontra il Regno dei Cieli. Ecco che il servizio verso il prossimo è la traduzione nei fatti della misericordia evangelica: è la strada che ci indica Gesù, quella di “non pensare solo a se stessi, ma guardare al prossimo, soprattutto quello bisognoso”.

Quello di oggi non è che uno dei momenti cruciali del pellegrinaggio dei Ministranti tedeschi, che terminerà l’8 agosto 2014: come per gli antichi pellegrini, anche per i giovani e le giovani che fanno servizio all’altare oggi si ripete l’antico cammino “ad Petri Sedem”.

Share Button

Può interessarti anche:

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

4 Commenti

Anna Maria Zumpano il Notice: Undefined variable: comment_ID in /var/www/clients/client182/web3515/web/wp-content/themes/undedicated/functions.php on line 209 6 agosto 2014 alle 2:19 pm.

Buona ripresa degli incontri settimanali, faticosi per il Santo Padre e il suo staff ma meravigliosi per tutti noi. Buon viaggio per la Corea. Dio lo protegga sempre noi ti imploriamo

Rispondi

Estela del Rosario Arévalo il Notice: Undefined variable: comment_ID in /var/www/clients/client182/web3515/web/wp-content/themes/undedicated/functions.php on line 209 6 agosto 2014 alle 12:16 pm.

Encender en los jóvenes el AMOR MISERICORDIOSO ES FANTÁSTICO .
GRACIAS .SALUDO A QUIEN LO,LEE .
ESTELA

Rispondi

Ramon Burniol tornaré il Notice: Undefined variable: comment_ID in /var/www/clients/client182/web3515/web/wp-content/themes/undedicated/functions.php on line 209 6 agosto 2014 alle 7:38 am.

Feu-ho tot amb Amor.Deu estima els petits gestos

Rispondi

Giuseppina il Notice: Undefined variable: comment_ID in /var/www/clients/client182/web3515/web/wp-content/themes/undedicated/functions.php on line 209 5 agosto 2014 alle 8:13 pm.

La lettura,la preghiera dei fedeli,i fiori sull’altare,i cestini per l’obolo,distribuire i foglietti della messa,intonare i canti che sono salmi,preparare la messa,accendere le candele,spegnere le candele,togliere la messa,toccare con delicatezza tutto ciò che servirà per ricevere Gesù,e’ un servizio che tutti possiamo imparare.Sara’un ulteriore atto d’Amore per il nostro Signore.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>