Papa Francesco sta bene e presenzia alla Udienza del Sabato

Nuove notizie voci indiscrezioni malattia Papa FrancescoDopo che nella giornata di ieri il Papa Francesco ha annullato la visita la Policlinico Gemelli, continuano le preoccupazioni riguardo la salute del Pontefice: quello di ieri, infatti, non è che l’ultima di una lunga serie di spostamenti e annullamenti.

Le ultime due occasioni nelle quali il Papa ha cambiato all’ultimo minuto l’agenda, ovvero quella appena citata della visita al Policlinico Gemelli e quella della processione del Corpus Domini dalla Basilica di San Giovanni in Laterano sino a Santa Maria Maggiore, sono quelle che più hanno posto sotto i riflettori del mondo intero le condizioni di salute del Santo Padre.

Tuttavia queste due occasioni non sono che quelle più evidenti, ma si sommano a una lunga serie che iniziano già nel passato 2013. Era il 4 dicembre 2013, infatti, quando, terminata l’udienza generale del mercoledì, Bergoglio annullava l’incontro con la delegazione dell’Expo di Milano; successivamente poi il 28 febbraio 2014 venne rimandata la visita al Seminario Romano; a maggio è la visita al Santuario del Divino Amore che viene annullata mentre il 9 giugno 2014, sempre per indisposizione del Vescovo di Roma, viene rimandato di una settimana l’incontro con il Consiglio superiore della magistratura.

In vero la risposta del direttore della sala stampa vaticana, Padre Federico Lombardi, che ha affermato che “il ritmo degli impegni del Papa è talmente pieno, assillante, pomeriggio e mattina e veniamo da un mese talmente denso, che ha seguito anche il viaggio in Terra Santa, che non sorprende che possano esserci momenti di indisposizione“, sarebbe più che esaustiva se non fosse che proprio Papa Francesco ha già introdotto due volte il discorso della propria morte.

La prima volta è stata il 7 giugno scorso alla presenza dei rappresentanti del Centro Sportivo Italiano in piazza San Pietro quando il Vescovo di Roma ha detto “Vi benedico e prego per voi, e vi chiedo di pregare per me, perché anche io devo fare il mio gioco che è il vostro gioco, è il gioco di tutta la Chiesa! Pregate per me – ha poi aggiunto – perché possa fare questo gioco fino al giorno in cui il Signore mi chiamerà a sé“; la seconda volta, alcuni giorni dopo, è stata durante la intervista con il quotidiano La Vanguardia laddove il Santo Padre dichiarò, in risposta alla domanda del cronista che chiedeva come vorrebbe che la storia lo ricordasse: “Non ci ho pensato, ma mi piace quando uno ricorda qualcuno e dice: ‘Era bravo, ha fatto quello che ha potuto, non è stato così male’. Mi basta questo“. Una risposta che somiglia più a un epitaffio.

Per fortuna oggi, sabato 28 giugno 2014, il Papa è apparso in buona forma e sorridente nell’Udienza del Sabato con la Delegazione del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli, evento ormai tradizionale in vista della Solennità dei Santi Paolo e Pietro di domani. Questo ci fa sperare che si sia trattato davvero di una momentanea indisposizione del Papa come detto da Padre Lombardi.

Ciò nonostante il tema della salute Papa Francesco ci apre lo sguardo sulla importanza del pregare per il Papa, perché il Signore faccia la grazia a tutti noi di mantenerlo forte e in salute al governo della Chiesa per portare a compimento questo importante processo di riforma che tutti sentiamo essere necessario.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

22 Commenti

BARBARA BETTAZZI il 30 Giugno 2014 alle 9:51 am.

CARO PAPA FRANCESCO TU SEI LA NOSTRA GUIDA …SONO VICINA A TE CON TUTTO L’AMORE CRISTIANO !!!!!!!!!

Rispondi

Anna Maria Crestani il 29 Giugno 2014 alle 11:05 pm.

Santo Padre Francesco, sono convinta che Lei è sanissimo e che questi momenti poco ottimi sono la conseguenza dei molti impegni a cui si sottopone, se poi ci aggiungiamo anche la probabile invidia di qualche non affezzionato si fa presto a fare i conti. Ma le nostre preghiere sono più forti di qualsiasi nemico ed hanno valore agli occhi di Gesù che conta su di Lei e non permetterà ai nemici di interferire con il suo operato. Grazie Padre Santo per il coraggio e la forza che ci trasmette.Mi raccomando….siamo tanti con Lei ma Lei non deve smettere di guidarci! Grazzzzzie!!!!

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.