Papa Francesco all’udienza generale: Liberare il cuore dai desideri malvagi

Nell’Udienza generale di oggi l’esortazione di Papa Francesco: Liberare il cuore dai desideri malvagi. Lo ha denunciato papa Francesco all’udienza generale, dedicata al nono e decimo comandamento: “Non desiderare la donna d’altri, non desiderare la roba d’altri”.

Nella catechesi: “Tutte le trasgressioni nascono da desideri malvagi”.

Spesso, dice il Santo Padre:”Dietro la maschera della correttezza asfissiante si nasconde qualcosa di brutto e di non risolto”.

Il Papa ha rilevato in questi comandamenti: “ ‘Non desiderare il coniuge altrui, ‘Non desiderare i beni altrui” ,un esortazione a purificare i desideri perché in caso contrario “i precetti di Dio possono ridursi ad essere solo la bella facciata di una vita che resta comunque un’esistenza da schiavi e non da figli”.

Davanti una folla di fedeli Papa Francesco spiega:”Teniamo ben presente che tutti i comandamenti hanno il compito di indicare il confine della vita, il limite oltre il quale l’uomo distrugge sé stesso e il prossimo, guastando il suo rapporto con Dio. Se tu vai oltre, distruggi te stesso e distruggi il rapporto con Dio e distruggi il rapporto con gli altri. I Comandamenti segnalano questo”.

Ha sottolineato Francesco, come gli ultimi due mettono “in risalto il fatto che tutte le trasgressioni nascono da una comune radice interiore: i desideri malvagi. Tutti i peccati nascono da un desiderio malvagio, lì comincia a muoversi il cuore e uno entra in quell’onda e finisce in una trasgressione, non una trasgressione formale legale, in una trasgressione che ferisce se stesso e gli altri”.

“Nel Vangelo – afferma il Papa – lo dice esplicitamente il Signore Gesù: ‘Dal di dentro, infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono i propositi di male: impurità, furti, omicidi, adultèri, avidità, malvagità, inganno, dissolutezza, invidia, calunnia, superbia, stoltezza’”.

Ha continuato Francesco osservando che si tratta di :”Un bell’elenco, eh? Lo ripeto, perché ci fa bene a tutti ascoltare le radici malvagie. Tutte queste cose cattive vengono fuori dall’interno e rendono impuro l’uomo”.

Infine aggiunge il Papa:”Comprendiamo quindi che tutto il percorso fatto dal Decalogo non avrebbe alcuna utilità se non arrivasse a toccare questo livello, il cuore dell’uomo”, E ha domandando poi ai fedeli: “Da dove nascono tutte queste cose brutte?”. “Il Decalogo si mostra lucido e profondo su questo aspetto: il punto di arrivo di questo viaggio è il cuore, e se questo non è liberato, il resto serve a poco. Concludendo ha affermato Francesco:” Questa è la sfida: liberare il cuore da tutte queste cose malvagie e brutte”.

Share Button

Può interessarti anche:

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

3 Commenti

Marianna il 21 novembre 2018 alle 7:56 pm.

Ave Maria Madre aiutaci a perseverare per non aver desideri malvagi. Amen

Rispondi

Wanda Orrù Cabras il 21 novembre 2018 alle 6:57 pm.

Nella catechesi: “Tutte le trasgressioni nascono da desideri malvagi”.
Spesso, dice il Santo Padre:”Dietro la maschera della correttezza asfissiante si nasconde qualcosa di brutto e di non risolto”.
È vero caro Papà Francesco, le trasgressioni nascono da desideri malvaggi. Essendo umani e peccatori e difficile non desiderare una punizione per chi ti ha fatto del male, tanto male quel male che fa ammalare il corpo e pure l’anima. Wanda

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.