Accostarsi al Vangelo, meditarlo, incarnarlo nella vita quotidiana

Accostarsi al Vangelo, meditarlo, incarnarlo nella vita quotidiana

Nella seconda domenica dopo Natale, Papa Francesco, durante la consueta riflessione alla ora dell’Angelus Domini, affacciandosi alla finestra del proprio studio in Piazza San Pietro e rivolgendosi ai fedeli ha invitato ad “accostarsi al Vangelo, meditarlo, incarnarlo nella vita quotidiana“.

Nella liturgia di oggi, ha detto il Papa, nella quale la Chiesa “ci presenta il Prologo del Vangelo di san Giovanni“, troviamo riassunta in poche parole tutta la “drammaticità della Incarnazione del Figlio di Dio“. L’Evangelista, infatti, mette in luce come al “dono d’amore di Diofa riscontro la non accoglienza da parte degli uomini“, ha commentato Bergoglio.

Gli uomini al posto di accogliere la Parola di Dio, non la risconoscono, materialmente chiudono “la porta in faccia al Figlio di Dio. È il mistero del male che insidia anche la nostra vita e che richiede da parte nostra vigilanza e attenzione perché non prevalga. – ha ulteriormente spiegato il Santo Padre – Il Libro della Genesi dice una bella frase che ci fa capire questo: dice che il male è “accovacciato davanti alla nostra porta” (cfr 4,7). Guai a noi se lo lasciamo entrare; sarebbe lui allora a chiudere la nostra porta a chiunque altro. Siamo invece chiamati a spalancare la porta del nostro cuore alla Parola di Dio, a Gesù, per diventare così suoi figli“.

Come spalancare la porta di casa a Gesù? Facendo sì che il “Vangelo diventi sempre più carne anche nella nostra vita. Accostarsi al Vangelo, meditarlo, incarnarlo nella vita quotidiana è il modo migliore per conoscere Gesù e portarlo agli altri. – ha concluso Papa Francesco – Questa è la vocazione e la gioia di ogni battezzato: indicare e donare agli altri Gesù; ma per fare questo dobbiamo conoscerlo e averlo dentro di noi, come Signore della nostra vita. E Lui ci difende dal male, dal diavolo, che sempre è accovacciato davanti alla nostra porta, davanti al nostro cuore, e vuole entrare“.

Vi ricordiamo che potete trovare amplia sintesi e riflessioni sull’Angelus di Papa Francesco nella nostra rivista Papa Francesco News che trovate già disponibile in edicola dal 23 dicembre.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

12 Commenti

teodora il 6 Gennaio 2016 alle 7:20 am.

Pregate nell’intimità della vostra camera e fate opere di bene nel segreto, rispettate i vostri fratelli….. I baciapile e i bacchettoni non sono graditi al nostro Signore Gesù

Rispondi

teodora il 6 Gennaio 2016 alle 4:28 am.

Che brutta cosa la presunzione: ambisce solo a stupida rivalsa e incontenibile ostinazione a primeggiare anche nelle inezie. Non riesce a spostarsi minimamente dalla personale velleità dell’effimero emergere. Rende incacapaci di discernere e rispettare il libero pensiero, posizionando concetti e riflessioni sempre in antitesi alle proprie posizioni e asserzioni.
Se scendesse un gradino dalla sterile prosopopea, riuscirebbe a vedere e capire ogni cosa nella giusta luce e conseguire risultati più equilibrati, che farebbero capire distinzioni e condizioni.
Caro Papa Francesco, preghiamo per il superamento di ogni intralcio alla pace, che se autentica, sa quantomeno superare futili puntigli e protagonismi.
Ma papa Francesco c’invita anche a considerare che non sappiamo chi siano coloro che commentano.

Rispondi

Troiano Giovanni il 4 Gennaio 2016 alle 3:54 pm.

Grazie a Papa Francesco per i suoi insegnamenti di Vita. Il suo atteggiamento è proprio quello del padre buono e Misericordioso. Il Signore ce lo conservi a lungo.

Rispondi

Ivana Barbonetti il 4 Gennaio 2016 alle 7:51 am.

Grazie Santo Padre, Tu non Hai bisogno di una mia conferma a quanto Tu spieghi, ma’ io sento di dover lodare DIO dicendo che da quando mi sono impegnata a studiare il vangelo, con supporti idonei no fai da te, a pregare , anche se sono stata tacciata da stupida bigotta, la bestia maledetta, il diavolo, non gioca piu’ con la mia vita, con le tentazioni trappola per rendermi infelice, il mio cuore ha ,ora, un potente guardiano, GESU’, con LUI MARIA, e di questo DIO e’ contento, mi protegge e protegge le famiglie dei miei figli nello sfacelo umano che e’ sotto gli occhi di tutti, che tante famiglie vivono in prima persona, basta guardare con gli occhi aperti e no coperti da “veli” comodi e precostituiti.–Ivana Barbonetti.

Rispondi

L'Esclusa il 4 Gennaio 2016 alle 3:28 pm.

Ciao Ivana. Non so se ti ricordi di me, mi avevi scritto una bella mail tanto tempo fa. Spero che quando prenderai l’Eucarestia ti ricorderai sempre di chi non può riceverla come hai fatto quando mi hai scritto. Approfitto per farti gli auguri di buon anno.

Rispondi

Ivana Barbonetti il 5 Gennaio 2016 alle 7:17 am.

Non sentirti esclusa, per Gesu’ nessuno e’ escluso, sono contenta che il Signore si e’ servito di me per “parlare” a una sua figlia, grazie degli auguri che contraccambio con cuore e scritto, non dimentico nessuno di chi il Signore ha posto sulla mia strada—–Ivana Barbonetti

Rispondi

luigi terrana il 4 Gennaio 2016 alle 4:05 am.

Sono un po deluso. ..ho fatto una supplica e mi ritrovo a ricevere riflessione e null’altro. ..
PAROLE PAROLE PAROLE
IO AVEVO BISOGNO DI AIUTO CONCRETO PER UN BIMBO RUMENO DI 5 MESI CHE È IN PERICOLO DI VITA
ccome risposta ad un aiuto disperato ricevo PAROLE

Rispondi

teodora il 4 Gennaio 2016 alle 6:47 pm.

E’ così per tutti, fatte salve le corsie privilegiate.
Auguro di vero cuore che il bambino superi le condizioni attuali e viva in ottima salute. Un bacione al bimbo.

Rispondi

Padre Alessandro il 4 Gennaio 2016 alle 1:43 am.

Lunga vita a Jorge! Nonostante il male sia entrato molte volte nella nostra porta, ci impegnano a pensare positivo!

Rispondi

ANNALISA PUCCINELLI il 3 Gennaio 2016 alle 10:26 pm.

Tutta questa continua pubblicità del Vs. giornalino, intorno alle parole e ai discorsi importanti del Papa distraggono e sono molto fastidiose, danno al Vs. sito, che pensavo un po più serio, l’idea della ricerca delle vendite, del successo e dei soldi. Ciò si accorda molto male con le idee del Papa.
Grazie

Rispondi

paolo il 4 Gennaio 2016 alle 10:23 pm.

ciao Annalisa, ti parlo da collaboratore del sito, ti spiego brevemente cosa stiamo cercando di creare: la rivista che vedi propone molte delle riflessioni del Santo Padre che proponiamo noi nel sito, parte del ricavato è devoluto in beneficenza, abbiamo deciso di eliminare ogni pubblicità che non riguardi il Santo Padre e abbiamo impostato tutto su questa rivista che parla esclusavimante del Santo Padre. Può sembrare invadente ma alla fine se guardi bene non lo è poi tanto perchè non abbiamo inserito popup o messaggi fastidiosi. Abbiamo deciso di togliere pian piano qualsiasi pubblicità non inerente, d’altra parte molti di voi hanno spesso protestato per le pubblicità non pertinenti. La rivista contiene testi molto belli e di alto livello spirituale e ognuno è libero di acquistarla o meno. Il costo è quello di un paio di caffè e ti ripato che il ricavato in parte verrà devoluto in beneficenza quindi potrai ben capire che non ci stiamo arricchendo ma stiamo cercando di mantenere il sito e magari aiutare chi è in difficoltà. Buona vita.

Rispondi

teodora il 3 Gennaio 2016 alle 9:31 pm.

Alcune delucidazioni sui Vangeli, provenienti da pastori (non da studiosi o scienzati, che non si limitano ai 4 vangeli canonici o solo ai vari Vangeli) generano perplessità per le esplicite incoungruenze che manifestano.
La porta alla Parola di Dio è sempre spalancata.
La parola di Dio, eterna nella Sua AUTENTICITA’ e fedele applicazione in ogni tempo, al di là di qualsivoglia interpretazione o “evoluzione”.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.