Convivere con la gente con semplicità, accogliere tutti.

Convivere con la gente con semplicità, accogliere tutti.

Papa Francesco ha ricevuto oggi, durante l’Udienza del Sabato in Aula Paolo VI, circa 4.000 membri delle Cellule Parocchiali di Evangelizzazione ai quali ha affidato la missione di accogliere tutti, senza giudicare.

L’incontro, con il quale le Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione hanno voluto ringraziare per l’ottenimento del riconoscimento ufficiale da parte della Chiesa Cattolica, avvenuto con l’approvazione degli Statuti, è stato l’occasione per il Pontefice per ricordare come le Cellule siano un “seme mediante il quale la comunità parrocchiale si interroga sul suo essere missionaria“.

È in virtù di tale “desiderio missionario” che ogni membro delle Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione sente la “chiamata a incontrare tutti per annunciare la bellezza del Vangelo“.

Da qui l’invito del Santo Padre a “rimanere sempre aperti” all’ascolto dello Spirito Santo, avendo “cura che non si esaurisca mai per la stanchezza o le difficoltà del momento”.

Le Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione, ha riconosciuto il Vescovo di Roma, aiutano ogni “la comunità parrocchiale a diventare una famiglia in cui si ritrova la ricca e multiforme realtà della Chiesa” e questo nella quotidianità, incontrandosi “nelle case per condividere le gioie e le attese che sono presenti nel cuore di ogni persona“.

Il consiglio che Papa Francesco ha dato alle Cellule è stato quello di “accogliere tutti senza giudicare nessuno. Il nostro giudice è il Signore, e se ti viene in bocca una parola di giudizio sull’uno o sull’altro, chiudi la bocca. – ha dunque concluso Papa Francesco – Il Signore ci ha dato il consiglio: “Non giudicate e non sarete giudicati”. Convivere con la gente con semplicità, accogliere tutti. Perché accogliere tutti? Per offrire l’esperienza della presenza di Dio e dell’amore dei fratelli. L’evangelizzazione sente forte l’esigenza dell’accoglienza, della vicinanza, perché è uno dei primi segni della comunione che siamo chiamati a testimoniare per avere incontrato Cristo nella nostra vita“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

8 Commenti

maria teresa ciccone il 7 Settembre 2015 alle 2:38 pm.

Caro papa Francesco, le mie parole giungano a lei, Ministro del Signore…mi emetto al suo giudizio, non ho ucciso nè rubato, ma ho ricevuto una condanna a morte. La mia situazione è diventata invivibile, perchè il giudizio degli altri lo ha reso tale, ma chi più di lei potrà dare conforto alla mia anima.
Spero di poterla incontrare, le chiedo aiuto come una figlia ad un padre…….

Rispondi

Antonietta il 6 Settembre 2015 alle 5:12 pm.

Possiamo parlare pensare e cercare di aiutare è accogliere il prossimo;ma dobbiamo pregare nostro Signore che illumini è renda umani i cuori di coloro che hanno il potere di prendere decisioni sul futuro delle varie Nazioni .Papa Francesco le voglio tanto Bene lei è un dono di Dio è Prego tutti i giorni x lei è la nostra unica speranza.

Rispondi

nadia il 6 Settembre 2015 alle 1:01 pm.

Papa Francesco ma come facciamo ad accogliere tutti quanti? Non è possibile. Abbiamo una situazione nostra non facile, famiglie senza lavoro, tasse da pagare, affitti alti, gente che occupa appartamenti con la furbizia, quando ad esempio le persone anziane sono in ospedale….e potrei continuare all’infinito. Perché invece non è possibile dare un aiuto nel loro paese d’origine? L’Onu perché non interviene? Perché ci sono stati e ci sono tutt’ora guadagni su questa immigrazione??? Buona domenica, prego sempre per lei Papa Francesco.

Rispondi

Ivana Barbonetti il 6 Settembre 2015 alle 10:03 am.

Per avere avuto l’atteggiamento di accogliere tutti, lo scotto che ne ho pagato e’ stato vedere il mio nome scritto su un cassonetto dell’immondizia in una bella e “civile” regione del sud.—-Nonostante questo, accolgo sempre tutti, con piu’ prudenza, ma fiduciosa che compio quello che a DIO e’ gradito, solo cosi possiamo continuare alla sequela di GESU’, farlo per amore a LUI comprendendo che LUI, per amore a TUTTI NOI, accetto’ sputi insulti e morire in croce, noi non abbiamo questo ONORE, ma le umiliazioni di vedere il nostro nome scritto nel cassonetto o l’auto presa a calci perche’ vivere come cristiani. Ma’ complici di tutto questo sono anche chi vede e fa’ finta di non vedere, chiude il suo ORTICELLO sperando che non gli capiti mai.—-Ivana Barbonetti.

Rispondi

teodora il 6 Settembre 2015 alle 3:07 am.

AMEN.
AMEN, per il mio parroco, vescovo….e segretari del Papa.
Avete capito? Accoglienza, vicinanza.
Io aggiungo: verità, onestà, informazione dovuta al Papa di quanto Gli si comunica.
AMEN, AMEN, AMEN!

Rispondi

Maria Maddalena Minneci il 6 Settembre 2015 alle 2:43 am.

Grazie Papa Francesco per essere un dono di Dio nel mondo. preghi per me e mio marito e per tutte le famiglie affinchè nella quotidianità le famiglie trasmettano ai figli la fede in Gesù e Maria e i veri valori Cristiani ma sopratutto amore. Maria Madre della Chiesa e Madre nostra aiuta tutti i giovani a non scoraggiarsi per il futuro perchè chi ha Gesù nel cuore non potrà vacillare ma fonderà la propria vita sulla vera roccia e Gesù sarà compagno e amico del viaggio per portarci davanti al Padre per l’eternità che ci attende amen.

Rispondi

Maria Maddalena Minneci il 6 Settembre 2015 alle 2:25 am.

Salve, penso che non avere pregiudizi ne giudizi sugli altri evita il formarsi nel cuore di sentimenti non conformi ai diritti umani, siamo tutti uguali di fronte al nostro Salvatore,e Gesù ha salvato e miracolato tante peccatrici e peccatori, se pensiamo alla Maria Maddalena o ai tanti indemoniati che liberava dal male, capiamo bene fratelli che Gesù è venuto nel mondo per i peccatori e ci vuole salvare tutti perchè il suo sangue versato ci ha resi già liberi dalla schiavitù del peccato. ra mi domando siamo tutti pronti ad essere salvati ed abbracciati dall’infinita misericordia di Gesù? mettiamoci tutti in cammino e seguendo e mettendo in pratica gli insegnamenti di Gesù incontreremo il Padre, perchè in Gesù vive Dio Padre e per mezzo di Dio siamo stati salvati. Dio è amore è trino e unico non è diviso in se stesso. attenzione dalle false testimonianze e dai tanti dei che si credono DIO. Sono solo ipocriti e guide ceche dei tanti cechi che ancora non hanno incontrato Gesù, preghiamo per loro affinchè vengano invase dalla luce di Cristo. Ci sono molti anticristo nel mondo che non sono Dio perchè la parola anti-Cristo è una parola composta cioe’ negare DIO, se si nega la vera luce del mondo e la nostra cara Mamma Maria si vive nelle tenebre e il Principe delle tenebre non è il nostro Redentore ma satana. Fratelli bisogna scegliere se essere la sequela di Gesù vera luce del mondo o vivere come ciechi. Aprite gli occhi del cuore per farvi riscaldare dall’amore di Gesù che salva. Maria vergine Prudentissima aiuta tutti noi a vincere le seduzioni del maligno e a non allontanarci mai dal tuo amatissimo figlio e nostro salvatore Gesù Cristo che ha dato la vita per riscattarci dalle tenebre. Buona notte.

Rispondi

Salvatore Russo il 6 Settembre 2015 alle 6:37 pm.

Senti, grazie, comunque, sono a disposizione, per poter procedere con la partecipazione attiva, ma anche indipendente, piena collaborazione con la possibilità di fare un albergo approvato, da ripresentare, stazione di servizio, approvato, da ripresentare, centro benessere, piscina, centro di ippoterapia, parcheggio coperto privato, con pannelli fotovoltaici, sopra, di fianco la casa, sotto casa mia, camere, bagno e non solo, sono da solo, purtroppo, ho bisogno di aiuto, due donne, disponibili, compatibili, titolo appropriato, anche se straniere, dice la legge, occupazione femminile, ( FONDI C.E.E. ,65 % A FONDO PERDUTO PER ATTIVITÀ PRODUTTIVE E NON SOLO, ) ( BED & BREAKFAST ) ETC. ..,ETC. ..,proprietà, 21.000 metri quadrati, casa su tre livelli, 630 mt. ,400 mt. S.L.M. ,climatizzato d ` estate, x anziani, bambini e disabili, animali ammessi, Sorbo Serpico 83050 ( Avellino ) 4 km da Atripalda, cordialmente, Salvatore.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.