Dio ha creato la donna perché tutti noi avessimo una madre

Dio ha creato la donna perché tutti noi avessimo una madre

Papa Francesco, durante l’omelia del mattino di oggi, in Casa Santa Marta, ha messo in guardia i fedeli dallo sfruttare le donne, atteggiamento questo che “distrugge l’armonia di Dio“, e, al contempo, ha invitato a non considerare la donna solo dal punto di vista funzionale, ma ad aprire gli occhi e allargare gli orrizonti, riconoscendo il vero valore delle donne: “senza la donna non c’è l’armonia nel mondo“, è questo il grande dono che Dio ha fatto all’uomo ponendo affianco a questi la donna.

Prendendo spunto dalla narrazione della Creazione, il Vescovo di Roma ha sottolineato durante la Santa Messa di oggi, come “quando non c’è la donna, manca l’armonia“. Uomo e donna “non sono uguali“, ha detto il Papa indicando come questa distinzione non sia dovuta alle differenti funzioni dei due o alla superiorità dell’uno sull’altro.

La differenza fondamentale risiede nel fatto che “la donna è per portare armonia. Senza la donna non c’è armonia. […] È lei che porta quella armonia che ci insegna ad accarezzare, ad amare con tenerezza e che fa del mondo una cosa bella”.

Da questo deriva una prima conseguenza, trattare male una donna, sfruttarla, è un atto contro Dio, “è distruggere l’armonia che Dio ha voluto dare al mondo“, ha detto il Vescovo di Roma. Non si tratta dunque di un semplice crimine secono la società civile, ma di un atto gravissimo contro Dio e contro la Creazione.

Questo è il grande dono di Dio: ci ha dato la donna“, ha concluso Papa Francesco aggiungendo anche una nota personale, “la donna è l’armonia, è la poesia, è la bellezza. Senza di lei il mondo non sarebbe così bello, non sarebbe armonico. E a me piace pensare – ma questa è una cosa personale – che Dio ha creato la donna perché tutti noi avessimo una madre“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

6 Commenti

Maria Gì. mancini il 11 Febbraio 2017 alle 9:57 am.

Ma siete tutti corrotti? Com e Angelo Todisco giudice rotale che dovrebbe fare un altro mestiere, non il sacerdote è tanto meno il giudice in Rota. Ha contribuito a distriggere la mia vita è quella dei ieri figli

Rispondi

Maria Gì. mancini il 11 Febbraio 2017 alle 9:50 am.

Ma….la donna viene mortificata, quando il marito va a vivere con l’amante dopi 21 anni di matrimonio, è la Sacra romana Rota ANNULLA il matrimonio, ingiustamente come nel mio caso, giudice rotale corrotto? Un certo A. T. Campano. Che vergogna! Tutto questo dopo aver speso svariati milioni circa 8.000 E per difendere un sacramento. Santo padre vuole rispondermi?

Rispondi

Maria Gì. mancini il 11 Febbraio 2017 alle 9:53 am.

Allora vorrei sapere perché il Santo Padre non mi risponde, devo cambiare religione?

Rispondi

Maria Gì. mancini il 11 Febbraio 2017 alle 9:55 am.

Oppure non si fa proprio arrivare al Santo Padre queste mie comunicazioni?

Rispondi

Rosa Dalmiglio il 11 Febbraio 2017 alle 7:43 am.

“La Donna è Armonia, è la Poesia è la Bellezza”
queste parole di Papa Francesco mi ricordano tutte le mamme,
mi domando…sono così anche le mamme dei terroristi?
forse bisognerebbe dialogare con le madri dei terroristi ………tutti abbiamo una madre e la Madonna madre di Gesù è riconosciuta anche dai Musulmani.

Rispondi

Ivana barbonetti il 10 Febbraio 2017 alle 7:11 am.

Grazie Santo Padre per questo TUO riconoscimento a questo dono che DIO ha fatto alla donna. Lo sfuttamento umano ha fatto morire e rinascere tante volte questo dono che DIO aveva posto in me, analizzando quanto mi accadeva mi ero paragonata alla Fenice, moriva e risorgeva dalle ceneri, nella fede piu’ matura ho la certezza che da quella cenere mi risollevava la mano misericordiosa di DIO, SI chinava su di me, mi prendeva per mano, mi prende per mano e mi risolleva affinche’ possa far circolare questo SUO dono, armonia.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.