È nell’Eucarestia che si attua la comunione dei Santi

È nell'Eucarestia che si attua la comunione dei Santi

Oggi diamo lode a Dio per la schiera innumerevole delle sante e dei santi di tutti i tempi” ha detto Papa Francesco nel corso della riflessione prima dell’Angelus di oggi, 1 Novembre 2014, Solennità di Tutti i Santi: i santi, però ha fatto notare il Pontefice, non sono solamente quelli canonizzati dalla Chiesa ma sono anche “uomini e donne comuni, semplici, a volte “ultimi” per il mondo, ma “primi” per Dio“.

Nel celebrare i Santi, ha aggiunto il Vescovo di Roma, “ricordiamo i nostri cari defunti visitando i cimiteri“: questo, l’unione dei Santi e dei defunti, ci ricorda una delle verità fondamentali in cui crediamo, ovvero la “comunione dei Santi“.

Che cosa significa questo: la comunione dei santi?” ha quindi chiesto Bergoglio ai presenti in Piazza San Pietro: “La comunione dei Santi è la comunione che nasce dalla fede e unisce tutti coloro che appartengono a Cristo in forza del Battesimo. – ha quindi risposto – Si tratta di una unione spirituale – tutti siamo uniti! – che non viene spezzata dalla morte, ma prosegue nell’altra vita“.

È motivo di grande consolazione pensare” che i nostri defunti, che tutti i nostri fratelli nella fede che ci hanno preceduti, “sono in compagnia della Vergine Maria, degli apostoli, dei martiri e di tutti i santi e le sante del Paradiso!“. È importante capire, però, che questa unione, questo “legame indistruttibile” della comunione dei Santi non è limitato ai Santi e ai defunti, ma realmente unisce “noi viventi in questo mondo e quanti hanno varcato la soglia della morte“: la comunione dei Santi unisce “noi quaggiù sulla terra, insieme a coloro che sono entrati nell’eternità” e così tutti assieme “formiamo una sola e grande famiglia“.

È nell’Eucarestia, ha quindi concluso il Pontefice, che si attua “questa meravigliosa comunione, questa meravigliosa unione comune tra terra e cielo“: “nell’Eucaristia, infatti, noi incontriamo Gesù vivo e la sua forza, e attraverso di Lui entriamo in comunione con i nostri fratelli nella fede: quelli che vivono con noi qui in terra e quelli che ci hanno preceduto nell’altra vita, la vita senza fine“.

Share Button

8 Commenti

BARBARA BETTAZZI il 4 Novembre 2014 alle 4:10 pm.

AMEN ALLE PAROLE DI PAPA FRANCESCO CHE LODANO I SANTI :
NOSTRI PIU’ AMOREVOLI FRATELLI….,AMEN.

Rispondi

Mariagabriella il 4 Novembre 2014 alle 1:54 pm.

Santo Padre l’Eucarestia è sempre stato per me il momento più bello della Santa Messa. In quell’istante vorrei sentirmi più libera da tanti pensieri che affollano la mia mente così da poter sentirmi più vicina a Gesù, ma purtroppo la contemplazione non è il mio forte. Canterina Rivas (la segretaria di Ges), in una testimonianza dettatagli da Gesù stesso, ci dice che durante la messa tutte le anime del Paradiso, compresa la Madonna, gli angeli, le anime del Purgatorio e i Santi circondano l’altare ai piedi del Santissimo, perché in quel momento si rinnova la crocifissione di Gesù, morto per la nostra salvezza. Quest’immagine che descrive Caterina Rivas è bellissima. Parla di angeli custodi che durante l’offertorio si alzano, con le loro vesti bianche e si incamminano verso l’altare offrendo le nostre preghiere al Signore. In quest’immagine c’è anche tristezza da parte di quegli angeli che non hanno niente da offrire, se non le loro preghiere. Questa testimonianza mi spinge ancor più ad andare in chiesa, perché so di trovare anche coloro che ci amano, i quali, se ancora non hanno visto il volto di Dio, aspettano fiduciosi le nostre preghiere. In questa testimonianza, inoltre ci dice che Gesù anela sentirci dire che lo amiamo, ha bisogno del nostro amore perché Lui ci ha amato così tanto da morire per noi sulla croce. Ed io desidero fare la comunione proprio per questo, perché so di trovarlo in quella piccola Ostia, pronto a perdonarci ogni volta che fiduciosi chiediamo la sua misericordia.

Rispondi

Vincenzo Valdella il 3 Novembre 2014 alle 11:13 am.

Come Gesù insegnò. “DAI A DIO QUELLO CHE E’ DI DIO E A CESARE QUELLO CHE E’ DI CESARE”. Possiamo tradurre; “VIVI NEL RISPETTO DELLE LEGGI DI DIO E DEGLI UOMINI”. Ricorda che le leggi di Dio hanno la priorità sulle leggi degli uomini, per cui non infrangere i comandi di Dio per fare piacere agli uomini. Gesù insegno di amare i nemici, come recita la “PREGHIERA DEL SIGNORE” il Padre Nostro, “PERDONA A NOI I NOSTRI FALLI COME NOI LI PERDONIAMO AI NOSTRI NEMICI”. Perdonando gli errori ai nostri nemici si interrompe la catena dell’odio che avvolge il Mondo e che genera violenza. Se mettiamo in pratica il comando di Gesù: “FAI AGLI ALTRI QUELLO CHE VUOI VENGA FATTO A TE”. Va da se che a nessuno piace gli venga usato violenza, venga derubato, ingannato. I nostri Santi e Martiri ci ricordano come accettarono la Morte piuttosto che violare gli insegnamenti che Dio diede a mezzo di Gesù. Fare la volontà di Dio vuole dire avere una esistenza felice “ETERNA” presso di Lui. Fare la volontà degli uomini, tradendo Dio la propria vita non può avere che una esistenza, misera, meschina, egoistica. Anche se si accumulano ingenti risorse, ma si perde la benevolenza di Dio, che valore Hanno? Come Gesù insegnò i tesori accumulati sulla terra non ti garantiscono il domani perché si può essere oggetto di rapina da parte di ladri. Per cui i veri tesori sono quelli accumulati presso Dio.

Rispondi

teodora il 2 Novembre 2014 alle 10:51 am.

il Male si avvale sempre dell’oscuramento e della manipolazione della verità.
Aspettare che la verità emerga da sola, senza interventi consapevoli e fattivi, è pura follia e serve solo ad alimentare ignobile ironia da parte di chi cresce nell’illecito profitto, servendpsi del Male indistrurbato.
La questione, in tutta la sua dettagliata miseria, a conoscenza dei “segretari” del Papa, viene sottaciuta al Papa?
Questo ci dà lo spessore della VERITÀ che si predica.
Caro Papa Francesco, Benevento è vicinissima. Che altro devo ripetere?!

Rispondi

Lori il 2 Novembre 2014 alle 7:43 am.

Grazie, caro Papa Francesco, per la Luce e per il Calore di Gesù che continui a irradiarci! Ne abbiamo tutti un gran bisogno in un momento in cui il buio e il freddo pare vogliano prendere il sopravvento!
Tutti, proprio tutti, abbiamo vitale necessità di avere o riavere contatti personali e comunitari con Gesù, Luce dell’Eterna Verità su Dio, su noi e sul mondo, e Calore del Suo Amore Infinito di Dio per cui si è fatto Uomo soltanto per farci divini e perciò per sempre felici, nel tempo e nell’eterno. Preghi un po’ per me.

Rispondi

Giacommo il 1 Novembre 2014 alle 10:02 pm.

Sia Lodato Gesu Cristo Papa Francesco,,
Ultimi per il ,,Mondo,, ma primi davanti all Nostro Padre BUONO DIO ,, e la VERITA tutta questa propozitione,,

Lo sentita questa Verita ,da quando avevo 11,12,13,14,15anni..,,20,21,22,23,24anni…e adesso ho 34 anni e lo leggo ancora ,di esserre Ultimo davanti ha tutti ,ma Primo quando siammo in Famiglia ,in Vera Famiglia davanti all Nostro Padre Buono DIO nell PARADISSO, sarro piu FELLICE se arriviamo Tutti insieme ,non solo Io vostro Umile ,per che la mia grande FELLICITA e ExtraFellicita e di esserre Tutti che ho Cunosciuto sulla TERRA di essere con Me vostro Umile GIACOMMO nell Ciello all Nostro Padre Buono DIO,e di Cunoscerre tanti Santi che sonno stati anche lorro qui,e gli vostri noni,ho bisnoni,ho bisbisnoni ,fino ha Avram,fino ha David ,ho di che famiglia Grande siette Voi gli miei Fratelli e le mie Sorelle.
Bellessime Parole Papa Francesco ,sempre questa Verita deve esserre un Essempio per tante Persone che sonno Vivi sulla Terra,ma non sonno proprio lorro ha viverre lla lorro Vita ,il Denaro ,ho la forza degli altri,ho egoismo……….. Non li lascia viverre la lorro vita in Verita ,spero con Amore in Giorno di Domani che tanti di Voi prendette come Essempio di Vita Cristiano e Umile come e il Nostro Papa Francesco ,ho vostri Sacerdoti,ho vostri Maestri Umili che vive in una Grande Poverta e nella Soferrenza ,ma sonno FELLICE come Me vostro Umile GIACOMMO .
Non e fatica ho vergonia viverre poverro ,Vivo Io con 270spicioli all messe ,e ho un Figlio,e mia Ragazza incinta ,e guarda siamo ancora Vivi sulla TERRA con Voi.e altro che prendi di piu di ME ,che motivi ha di non essere Fellice???guarda camino con scarpe ruote all Lavorro,alla Chiesa,e sonno Fellice,mangio quando rimane qualcosa doppo mio Figlio,doppo mia Ragazza, una volta all giorno,ho ha due giorni,ho ha trei giorni e sonno Vivo e Fellice ,Lavorro di piu all Lavorro ,non solo orario che devo lavorare e sonno Fellice dell mio Lavorro, scambio ho do Soluzione ha tutti quando mi chiede Aiuto non importa che e povero ho rico chi ho davanti ,e sonno Fellice quando Aiuto una persona , in Verita e bellissimo viverre una Vita Semplice e per gli altri,, portiamo con Noi solo Amore ,e la Arma piu bella che puo averre un vero Discepolo di GESU ho un Orfano ,bimbo dell Nostro Padre BUONO DIO ,,ho un Vero Cristiano Umile.

Quando siamo davanti all Nostro Padre ha Giudicata cosa gli diciamo ,se non abbiamo uzatto mai questa Arma che si chiama AMORE contro di tutti che aveva bisognio???
Amore e la arma che porta la Pace,Amore che manda Nostro Padre nelle nostre preghiere tieni anche di fame ,se non hai soldi per mangiare come Me ,ho altri come Me cresciuti in Orfanio Trofio,ho ha quelli che non si stufa di quanti Soldi ha,ho non ha, Amore e la arma contro Egoismo di altri ,che li puoi Aiutare buttare fuori quella malatia che si chiama EGOISMO, Amore ti fa incontrare negli tuoi sogni con gli Santi piu Amatti di Te ,Amore ti porta negli posti dove tu puoi portare la Pace fra Fratelli ho sorelle che ha dei Problemi famigliare,materiale,sociale,economiche…etc.

Amore e la Arma migliore che ti fa amarre di piu il prossimo e di farre sempre BENNE dove gli tuoi piedi camina,ho chi hai davanti ho indietro ha Te,porti sempre la PACE ,Armonia,Luce,Speranza ,e Fellicita dove Tu sei.

Sia Lodato Gesu Cristo Papa Francesco,,
con Rispetto e Amore ,,vostro Umile Giacommo,,

Rispondi

Lucia il 1 Novembre 2014 alle 9:36 pm.

Che consolazione “questa meravigliosa comunione, questa meravigliosa unione comune tra terra e cielo“… credere che in Dio siamo uniti con i nostri cari che non sono più qui sulla terra. Che non è una mia illusione sentire vicine le loro presenze… nei momenti di disperazione ho sentito mani dolci carezzevoli e protettrici sulla mia testa. E l’Amore di Dio, di Gesù e della Madonna mi ha avvolto e salvato. L’unione spirituale che prosegue nell’altra vita dà tanta speranza e toglie lo spavento al pensiero della morte. Grazie Dio nostro, grazie Papa Francesco carissimo per tutto quanto ci dai.

Rispondi

gianfranco.lodi il 1 Novembre 2014 alle 5:04 pm.

santo padre vorrei sapere come mai nessun papa che mi risulti sia mai andato ha visitare le carceri di SAN PIETRO E DI SAN PAOLO visto che sono a roma

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.