Gesù ci chiede di fare il bene con umilità: no all’apparenza!

Gesù ci chiede di fare il bene con umilità: no all'apparenza!

Papa Francesco, durante la omelia della Santa Messa in Casa Santa Marta ha esortato i fedeli presenti alla coerenza, indispensabile questa per non trasformarsi in “sepolchi imbiancati“.

‘Voi farisei pulite l’esterno del bicchiere e del piatto ma il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria’. E questo Gesù lo ripete tante volte nel Vangelo a questa gente“, ha detto il Santo Padre commentando le Letture del giorno “‘Il vostro interno è cattivo, non è giusto, non è libero. Siete schiavi perché non avete accettato la giustizia che viene da Dio, la giustizia che ci ha dato Gesù’”.

Come fare dunque per non cadere nella tentazione dell’incoerenza? Prima di tutto, ha detto il Papa, bisogna scegliere la stessa via che ha scelto Gesù, quella dell’umiltà e dell’umiliazione. Solo così potremo giungere alla vera “liberà interna“, che è “quella libertà che si fa il bene di nascosto, senza far suonare la tromba perché la strada della vera religione è la stessa strada di Gesù: l’umiltà, l’umiliazione“.

Del resto lo stesso “Paolo lo dice ai Filippesi“: Gesù “umiliò se stesso, svuotò se stesso“. La strada di Gesù, che è la strada dell’umiltà, del rimpicciolirsi e anche dell’umiliazione “è l’unica strada per togliere da noi l’egoismo, la cupidigia, la superbia, la vanità, la mondanità“.

Se non scegliamo questo cammino, terminiamo come “questa gente che Gesù rimprovera“,  ha proseguito il Vescovo di Roma, cioè “gente che segue la religione del maquillage: l’apparenza, l’apparire, fare finta di sembrare ma dentro…“. Pensiamo, per descrivere queste persone “Gesù usa … un’immagine molto forte: ‘Voi siete sepolcri imbiancati, belli al di fuori ma dentro pieni di ossa di morti e marciume’”.

Ci farà bene oggi fare un breve esame di coscienza e chiedere “al Signore di non stancarci di andare su questa strada, di non stancarci di respingere questa religione dell’apparire, del sembrare, del fare finta di… E andare silenziosamente facendo il bene, gratuitamente come noi gratuitamente abbiamo ricevuto la nostra libertà interiore. E che Lui custodisca questa libertà interiore di tutti noi. Chiediamo questa grazia“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

3 Commenti

Antonietta il 12 ottobre 2016 alle 10:02 pm.

Gesù fa che io sia umile;spogliami i di tutto ciò che appesantisce il mio spirito; in maniera che si compiano i tuoi disegni su di me e possa portare gioia nella vita dei miei fratelli. Santa notte Santo Padre

Rispondi

Celia Iniesta il 12 ottobre 2016 alle 12:44 pm.

Buenos días,

Amén.

” Buscad primero el Reino de Dios y su justicia y lo demás se os dará por añadidura” Palabras de Cristo que nos llevan a la verdad. Cierto que quién sigue a Dios conoce la humillación, por ese mismo motivo conoce la humildad que mana del corazón, nos acerca a Dios y nos hace dignos de entrar en su reino. Dios existe, es real, yo lo vi. La verdad es así de increíble, ni yo misma me lo creía, aunque ya se encargo El Señor de hacerme creer que lo que vi era cierto. Por qué yo y no otra persona ? No lo sé . Yo sólo sé que Dios es real, que es enorme y grandioso, y está ahí observándonos desde las alturas. O sea , existe el reino de Dios , al que espero ir algún día..
Por eso tengamos fe y esperemos milagros porque existen.
Buen día.

Rispondi

Maria Giulia il 12 ottobre 2016 alle 10:18 am.

Santo Padre, sono stata moltissimo umiliata dal giudice che ha emesso una sentenza falsa, venduta,… presso la sacra rota, annullando il mio matrimonio durato ben 21 anni , con 2 figli…Giudice corrotto A.T. dell’avellinese. Ha smontato completamente la sentenza di primo grado tenutasi a Napoli dove era intervenuto ed è stata seguita da Papa Giovanni Paolo, così non si sono potuti fare imbrogli e non erano valide raccomandazioni… Le ho scritto più volte…portato personalmente documentazioni importanti a S. Marta… NULLA… CHE VERGOGNA||| Spero che le facciano arrivare questo mio messaggio. Grazie per l’attenzione.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.