Giornata mondiale del Creato: responsabilità ambientale e umana

L'uomo è custode del creato: basta sfruttare il creato

Che tipo di mondo desideriamo trasmettere a coloro che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo? È una delle domande più importanti che Papa Francesco rivolge a tutti i cristiani nella propria enciclica Laudato Si’, e che torna virtualmente a rivolgerci nell’imminenza della Giornata mondiale del Creato, che si celebra il prossimo 1 settembre 2016.

Nella enciclica, infatti, il Santo Padre, si rivolge a tutti gli uomini di buona volontà, senza distinzione di razza, ideologia o religione, affinché prendano coscienza della urgente necessità di prendersi cura della Madre Terra, nostra “casa comune“, mettendo in luce il deterioramento ambientale al quale siamo giunti, quale effetto di un progresso e sviluppo tecnico pianificato in modo erroneo.

Esortati da queste parole del Papa sono sorte molte iniziative, tra le quali si mette in luce quella sviluppata dalla arcidiocesi di Huancayo, in Perù, che assieme ad un gruppo musicale locale, denominato “Andu” hanno sviluppato un video il cui fine è proprio svegliare l’umanità dal “letargo dell’indifferenza” nel quale si crogiola.

Musica peruviana e immagini si fondono con l’obbiettivo di “dire al mondo che vogliamo vita e acqua. Siamo ancora in tempo! Inizia“. La nostra società e il sistema economico nel quale viviamo, infatti, si sono arresi davanti alla idolatria del “dio denaro“. La natura non viene più vista come un dono e un regalo di Dio, ma si trasforma in una ricchezza da sfruttare per saziare le ambizioni materiali dell’uomo.

Anche il Consiglio delle conferenze episcopali d’Europa (Ccee), la Conferenza delle chiese europee (Kek) e la Rete cristiana europea per l’Ambiente (Ecen), in occasione della giornata di preghiera per il creato, sono intervenuti con un proprio messaggio, nel quale segnala che “secondo il Vangelo la responsabilità nei confronti dell’ambiente non può mai essere separata dalla responsabilità verso gli altri esseri umani: verso il nostro prossimo, verso i poveri, o i dimenticati, il tutto in un vero spirito di solidarietà e di amore“.

Infatti, concludono nel proprio messaggio, “rispettare la creazione non significa soltanto proteggere e salvaguardare la terra, l’acqua e le altre componenti del mondo naturale. Consiste anche nell’esprimere rispetto per gli esseri umani che condividono quei doni e ne portano la responsabilità“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

3 Commenti

Celia Iniesta il 1 Settembre 2016 alle 1:35 pm.

Buenas Padre,

Pienso :

El Señor y su inmensa sabiduría lo tiene todo controlado, la naturaleza permanece, siempre tiene la fórmula para renacer, este precioso mundo al que muchos desprecian o peor aún piensan que les pertenece es una auténtica obra maestra, no somos nosotros la obra maestra de Dios, es la naturaleza a la que nosotros pertenecemos. El poder de Dios es infinito, su maestría es tan perfecta y simple, que no tenemos nada que hacer contra tanta maravilla. Es tan hermoso, es tan auténtico y bondadoso que yo quiero ser como Él, con esos sentimientos tan limpios. Tengo la suerte de vivir en la Naturaleza, un día encontré un pájaro muerto en el agua de mis perrros , fue a beber agua y se coló, desde ese día le pongo agua a los pájaros y comida. Así somos los humanos , tiene que pasar algo para que hagamos algo. Cuando se vive en la naturaleza al final empatizas con ella , hay un grupo de hormigas que es alucinante verlas, salen siempre a la misma hora, sincronizadas, hacen su trabajo y se marchan , yo ya las dejo que entre en mi cocina, se ve una linea negra que se mueve en dirección a la comida de los perros se sirven y en tiempo record desaparecen, es como observar el orden dentro del caos. Es sentir la maravilla de la esencia de Dios. alabado sea, gracias por tanto y todo. Gracias, gracias, y mil gracias; sólo hay un creador del Todo , y ese es Dios, Todos debemos de darle la gracias, y respetar su creación. Quien no lo haga es un inconsciente. Dios es misterio y nada es mas hermoso y beneficioso que el misterio , te hace aprender lo bueno, y lo malo. Hoy le pido a Dios Salud para todos. Y le doy las gracias por todo lo bueno que me está enviando. Algo habré hecho bien, digo yo.

Gracias, Santo Padre, por sus palabras. Buen día.

Rispondi

Attilio Antonucci il 31 Agosto 2016 alle 9:16 pm.

IL FUTURO SI CANCELLA OGNI GIORNO SEMPRE + TRAGEDIE, MALATTIE, DIVORZI, VIOLENZA, TERRORISMO, OMOFOBIA, MORTE BIANCA – STRADALI, PEDOFILIA, BULLISMO, ECC?
COLLABORIAMO TUTTI, PER DARE UNA SPERANZA, DI UN FUTURO NUOVO, CON + BASI, E RADICI, NELLE CALZATURE IN COMMERCIO, HA QUESTI: BAMBINI, GIOVANI, COPPIE?
SENZA BASI E RADICI, NON CI SARA MAI, E POI MAI: SICUREZZA, SPINTA, AMORE FEDE, MATRIMONI, DIRETTIVE, EQUILIBRIO, FUTURO???????????

Rispondi

Ivana Barbonetti il 31 Agosto 2016 alle 8:57 am.

Rispetto salvaguardia del creato, rispetto salvaguardia di umani veri, una “razza” in via di estinzione, che tutti cercano per SFRUTTARE, DERUBARE lasciando “LIMONI SPREMUTI”.——delusioni e solo i santi non si votano a un comportamento simile perché la luce di Dio gli illumina che quel modo di fare porta alla distruzione di tutto——

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.