Incentivare il lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale

Incentivare il lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale

Papa Francesco, al mezzogiorno di oggi, sabato 23 maggio 2015, ha ricevuto in udienza, nell’aula Paolo VI, i membri dell’associazione cristiane lavoratori italiani ACLI in occasione del settantesimo anniversario della fondazione della stessa: con l’occasione il Santo Padre ha estortato a “proporre alternative eque e solidali che siano realmente praticabili” per contrastare la disoccupazione e mettere al centro l’uomo e non il dio-denaro.

L’estendersi della precarietà, del lavoro nero e del ricatto malavitoso – ha detto il Santo Padre – fa sperimentare, soprattutto tra le giovani generazioni, che la mancanza del lavoro toglie dignità, impedisce la pienezza della vita umana e reclama una risposta sollecita e vigorosa“.

La causa di questo sistema economico sbagliato è solo una: l’uomo ha messo al centro dei propri interessi il dio denaro anziché l’uomo e la donna. Il dio denaro “comanda! E questo dio-denaro distrugge, e provoca la cultura dello scarto – ha aggiunto il Vescovo di Roma – si scartano i bambini, perché non si fanno;… si scartano gli anziani, hanno pensioni miserabili, perché non hanno la cura dignitosa, non hanno le medicine… E adesso, si scartano i giovani“.

Ai tanti rappresentanti del mondo dei lavoratori presenti in aula, il Pontefice ha invitato a pensare “a quel 40%, o un po’ di più, di giovani dai 25 anni in giù che non hanno lavoro: sono materiale di scarto – ha detto – ma sono anche il sacrificio che questa società, mondana e egoista, offre al dio-denaro, che è al centro del nostro sistema economico mondiale“.

Di fronte a questo stato di cose la risposta cristiana deve essere il «lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale»: libero poiché “strumento … di speranza e di vita nuova“, creativo tutelando la possibilità dell’uomo di esprimersi “in libertà e creatività alcune forme di impresa, di lavoro collaborativo svolto in comunità che consentano a lui e ad altre persone un pieno sviluppo economico e sociale“;  partecipativo, poiché il “fine del lavoro è il volto dell’altro e la collaborazione responsabile con altre persone“; solidale creando “luoghi di accoglienza e di incontro” dove offrire “nuovi percorsi di impiego e di professionalità“.

Queste caratteristiche fanno parte della storia delle ACLI. – ha dunque concluso Papa Francesco – Oggi più che mai siete chiamati a metterle in campo, senza risparmiarvi, a servizio di una vita dignitosa per tutti“.

Share Button

5 Commenti

luigi crocco il 26 Maggio 2015 alle 12:36 pm.

Caro papa Francesco
Oggi sulla scia della sua promozione ad incetivare il popolo dei lavoratori cristiani del associazione sindacale Acli,
Mi permetto sul lavoro creativo di tutti e per tutti associando il volontari di che pure loro devono avere una giusta rincompesa sul lavori che svolgono in questo momento di crisi sulla societa’ oltre al divertimento artistico e creativo a creare interesse sul lavoro anche sul Denaro distribuito cristianamente come sul esempio gia’ sollecitato sul emissione di eurobbligazioni a favore delle imprese con l obbligo di diminuire gli oneri assicurativi Inps 60% piu’ alti del mondo.
Oggi sulla crisi , per l inflazione reale dal 2001 a sfavore del occupazione .
Il debito pubblico circa 2100 miliardi euro doverlo pagarlo tutti l italia con i suoi 60 milioni di abitanti pari alla densita’di 200 abitanti per 1000 metri quadrati o 20 abitanti per 100 mq , corrispondono circa 35.000 euro di tasse a testa sul Pil che volerli pagare in soli 10 anni occorrono 3400 euro annui a testa.
Ma se 10.000.000 minimo di ricchi in italia tra plurimionari e miliardari volessero donare 35.000 euro in piu’ di tasse 350 miliardi annui per 6 anni uguale 2100 miliardi pagare tutto il Debito Pubblico.
Per cui utilizzando solo 60 miliardi annui per 6 anni sul emissione di eurobbligazioni a favore di x imprese con l obbligo di dimuire i contributi Inps piu’ alti del mondo 60% ( 51% al impresa e 49% al lavoratore) con 5200 euro annui controllati e gestiti dalla Bce di Francoforte e dalla Banca d Italia garantirebbe fin da subito la ripresa economica sul aumento del’ occupazione e salari, per le pensioni sui redditi bassi
Es: 400 x 13 mensilita’ = 5200 euro + contributi 3120
2…500 x 13 mensilita’ = 6500 euro + contributi 3900
3… 600 x 13 mensilita’ = 7800 euro + contributi 4680
4 736 euro Il reddito considerato medio alto dal governo 2005 in.poi x 13 mensilita’ = 9568 euro + contributi 5740 tot .15308
5 ….
Alt . Sono passate due ore , mi fermo a scrivere sul cellulare, vado subito a mangiare al ristorante del.prete Don Giovanni , parrocchia del Quartuere Saval.a Verona e se non muoio prima torno a scriverti appena ho finito di mangiare …

Rispondi

Rosa Dalmiglio il 25 Maggio 2015 alle 8:28 am.

LIBERO-CREATIVO-PARTECIPATIVO E SOLIDALE
eccoci Santità, siamo un’organizzazione cinese che crea lavoro per i disabili, personalmente collaboro nel settore creativo, nel 1998 fui invitata dalla responsabile cinese ha collaborare, suggerii alcune iniziative che portarono nel 2002 il Governo Cinese ha riconoscere agli Artisti disabili pari opportunità nel lavoro, significa che si mantengono con il loro lavoro
il 2015 vede Presidente mondiale del lavoro per disabili, Ms.Zhang Haidi
sono 85 milioni i disabili in Cina
quando vuole possiamo esibirci in Vaticano per i poveri, premiati dalle Nazioni Unite e promossi dall’UNESCO come artisti per la pace
http://www.mydream.org.cn
cordialmente
Rosa Dalmiglio

Rispondi

Ivana Barbonetti il 24 Maggio 2015 alle 6:13 pm.

DIO TI BENEDICA SANTO PADRE FRANCESCO, il lavoro e’ dignita’ e sostentamento della persona.Si dovrebbe reinsegnare educazione civica dall’asilo in poi, il rispetto verso tutti i lavoratori e tipo di attivita’ lavorativa. L’operatore ecologico e’ utile come il dottore e l’insegnante, se non c’e’, non c’e’ igiene, le malattie infettive le contagiano tutti, anche i professori, TUTTI SIAMO UTILI L’UNO ALL’ALTRO. Le umiliazioni inflitte e subite in tempi passati ha portato tanti genitori a far laureare figli non idonei,abbiamo piu’ laureati che posti di lavoro,il fatto di essere laureati non li fa’”abbassare” a altri lavori, non ci si vuole impegnare piu’ di tanto, i lavori “umili” utilissimi(idraulico, falegname facchino per piccoli trasporti)vengono svolti da extracomunitari, come le preziosissime e non riconosciute per tali, le badanti. Credo che anche tutto questo debba essere considerato.Grazie. Ivana Barbonetti.

Rispondi

luigi crocco il 24 Maggio 2015 alle 11:22 am.

Caro Papa Francesco,
Il problema sul dio denaro e’ enorme da secoli il pil degli stati serviva a pagare i danni di guerra ai vincitori Anche il fratello di Kennedy prima di essere ammazzato in Hotel diceva al popolo d america volete vivere per il Pil o vivere per dare un futuro ai figli.
Oggi il debito pubblico serve a pagare l ‘ europa ma se calcoliamo in italia il raddoppio del euro sulla lira l’inflazione reale non virtuale precalcolata dal consiglio dei ministri 22% sino al 2016 ha indebolito il potere di acquisto dei salari sui beni al consumo oltre il 50% dal 2001 sui redditi bassi da 256 a 900,27 euro sulla soglia di poverta’ stabilita dal governo 2003%.
E a questo livello non e’ possibile incentivare lavori individuali ne’ collettivi poiche’ la stagnazione sui redditi bassi e’ ferma da troppo tempo sulla competenza esclusiva di ciascun governo degli stati membri alla politica sociale dei redditi che deve rispondere al proprio elettorato.
Unica salvezza la risoluzione europa 6 luglio 2011 pagine 12 sulla crisi e l occupazione a pagina 3 punto 13,14 il parlamento invita la commissione dopo il 2013 di trovare un futuro o un metodo in eurobbligazioni per 23 milioni minimo di persine economicamente atrive a rischio disoccupazione e indigenza che valga anche in America sulla concorrenza dei bond usa.
Cosi’ il mio progetto globale , finanziare imprese con l obbligo di diminuire direttamente al inps gli oneri assicurativi ai lavoratori dipendenti.
Ma qualcuno mi ha risposto prima che un hacher pirata cancellasse la.mia dati ,non riteniamo utile finanziare i salari cosi la commissione dopo il 2013 ha risposto al parlamento dei 28 stati che non ritenevano urgenti le eurobbligazioni nel caso le obbligazioni inglesi.

Rispondi

Lester David Silva Santillan il 23 Maggio 2015 alle 7:21 pm.

Todos los seres humanos tenemos el derecho de vivir con dignidad y libertad, siendo desde el Bautizo llamados hijos de Dios, el hombre acondiciona estos derechos, limitando a unos por su condición, una de ellas es la edad, a los mayores de 40 años, los consideran no aptos para insertarse en el campo laboral. Figurativamente ya que si se seguí al próximo candidato a la presidencia de la República, no hay limites. La frustración a no poder desarrollarse a convertido a muchos en alcohólicos, drogadictos, vagabundos y enfermos mentales. Sin familia, sin Dios, por la formación recibida desde muy niño, gracias a mi madre, he sido fuerte a las tempestades, huracanes, y de eso le estoy agradecido y le estaré siempre a Dios Padre. Trabaje en EsSalud por mas de 10 años, siendo maltratado laboral mente en el gobierno de la dictadura, he trabajado en diferentes empresas, sin ningún beneficio social, y hoy sigo esperando la justicia que no se me a otorgado, para cumplir mis años de servicio y tener una pensión digna en la vida.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.