La chiave del successo nella vita è la fiducia nel Signore

La chiave del successo nella vita è la fiducia nel Signore

La testimonianza di Giovanni è stata al centro dell’Angelus di oggi, domenica 19 gennaio 2014, e anche tema guida dell’omelia di Papa Francesco durante la messa celebrata in occasione della visita pastorale nella parrocchia romana “Sacro Cuore di Gesù a Castro Pretorio”: “Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!” (Gv 1,29)

La testimonianza di Giovanni è un brano bellissimo del Vangelo che ci narra di come il Battista vedendo passare Gesù giorni dopo il battesimo, che abbiamo ricordato domenica scorsa, riconosce in Lui “un uomo che si mette in fila con i peccatori – ha detto il Pontefice – un uomo che Dio ha mandato nel mondo come agnello immolato“.

L’immagine dell’agnello ha ribadito il Vescovo di Roma anche nel corso dell’omelia non è casuale: l’agnello è “un animale che non si caratterizza certo per forza e robustezza” eppure è proprio questa “creatura debole e fragile, simbolo di obbedienza, docilità e di amore indifeso” che si fa carico di tutti i nostri peccati, “che ci dà la forza della speranza“.

Tutti, tutti i peccati – ha scandito più volte il Pontefice – anche quelli più cattivi o più pesanti, anche quelli “che non si possono portare neppure con un camion” da quanto sono grossi. Eppure Gesù li porta, ha continuato Bergoglio “Gesù é venuto per questo: per perdonare, per fare la pace nel mondo ma prima nel cuore“.

Ha quindi detto il Vescovo di Roma “Uno può pensare: ma come un agnello, tanto debole, un agnellino debole, come può togliere tanti peccati? Tante cattiverie?

Grazie all’amore e alla mitezza, “forse ognuno di noi ha una tormenta nel cuore, forse ha un buio nel cuore, forse si sente un pò triste per una colpa” ha riflettuto Papa Francesco, la risposta per essere sollevati da questi pesi è Gesù: “Lui è venuto a togliere tutto quello, lui ci da la pace, lui perdona tutto”  ha affermato Bergoglio “Gesù mai ha smesso di essere agnello, mite, buono, pieno d’amore, vicino ai piccoli, vicino ai poveri“.

E l’amore di Gesù non è un amore parziale, il suo amore “toglie il peccato con radice e tutto: questa è la salvezza di Gesù“. Dobbiamo quindi avere fiducia in Gesù.

Tante volte abbiamo fiducia nel medico, nei familiari, nei fratelli piuttosto che negli amici ma “dimentichiamo la fiducia nel Signore!” Facendo così però dimentichiamo la cosa più importante poiché “Questa è la chiave del successo nella vita: la fiducia nel Signore!”

Affidarci al Signore è una scommessa che dobbiamo fare“, ha concluso quindi il Pontefice, “e Lui mai delude, mai!

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

9 Commenti

Roberta il 21 Gennaio 2014 alle 9:59 pm.

il perdono di Gesu anche per gravi colpe e un continuo rinascere a vita nuova ogni volta ricominciamo con maggiore fiducia e con la speranza di un futuro migliore segno dell’amore infinito di Gesu e grande pazienza della sua madre dolcissim. Questo sia esempio di vita quotidiana soprattutto per chi tutti i giorni sta a stretto contatto con i bambini, anziani e le persone più deboli. Grazie Gesu per il tuo immenso amore. Tu sei vera vita, guida sempre i nostri passi fammi tuo testimone.

Rispondi

giusi il 20 Gennaio 2014 alle 8:05 am.

Gesu’ e solo Gesu’ e’ la mia forza ,la mia fiducia ,la mia speranza,in questo periodo molto lungo ,di prova e di precarieta’ ,vivo di provvidenza da 20 anni ,da quando mio marito mi ha lasciata per un’altra donna piu’ giovane…ed io sono sempre fiduciosa nel mio Grande Amore che e’ Gesu’ ….anche s e a volte non cela faccio per tanti debiti e cose da pagare e che non pago ed ho tanta paura che mi tolgono la casa l’unica cosa che ho..pero’ io spero tanto nel mio Gesu’ che lui non ha mai abbandonato nessuno dei suoi figli….Santo Padre lei ci sta ridando la fiducia e la forza di credere di piu’ –io l’amo dal primo giorno che e’ apparsao a quella finestra ,ed ho capito subito che lei e’ un’Anima speciale molto speciale…DTB

Rispondi

Anna il 19 Gennaio 2014 alle 10:47 pm.

Attraverso un momento triste e sfiduciato ma dopo avere letto quelle parole così giuste e Sante mi sono improvvisamente rasserenata.Grazie Papa Bergoglio .

Rispondi

Rosa il 19 Gennaio 2014 alle 9:24 pm.

Santo Padre prega con me per la mia amica tanto ammalata. Lei ha molta fede.

Rispondi

Bruna il 19 Gennaio 2014 alle 7:55 pm.

Dio il nostro Signore, perdona tutti quelli che umilmente chiedono perdono. Grazie Signore Gesù, Ti amo con tutto il cuore, Ti amo……

Rispondi

giuseppina il 19 Gennaio 2014 alle 6:55 pm.

Noi dobbiamo fortificare la nostra fede in Gesu’, e’ Lui che ci da la forza per andare avanti e ci ama, di un amore incondizionato. Cio che la nostra mente non riesce a comprendere. Se sapessimo quanto Dio ci ama e di un amore infinito. Impariamo a conoscerlo meditanto la Sua Parola ogni giorno con il Vangelo.

Rispondi

Mariangela il 19 Gennaio 2014 alle 6:49 pm.

Caro dolcissimo Padre, ho fiducia in Gesù ed ho messo nelle sue mani il mio operato nel salvare la mia azienda, in questo momento mi chiedo cosa possa suggerirmi visto che per salvare questa azienda devo lasciare a casa parecchie persone che lavorano per noi. Per far vivere meglio quelle che rimarranno . Purtroppo pochi e meglio oppure probabilmente niente per nessuno… Che peso da portare … Mi sa che dovrò lasciar fare a Gesù e farmi suggerire il da farsi .. Grazie caro Padre era solo lo sfogo di una imprenditrice preoccupata

Rispondi

bernadetta il 23 Gennaio 2014 alle 3:09 pm.

Cara Mariangela siamo tutti preoccupati e angosciati come te. Domani verranno a farci la perizia perché la banca ,nonostante abbia fatto anatocismo nei nostri confronti ,ci ha pignorato tutto casa e magazzini . Noi non abbiamo potuto fare opposizione perché non avevamo i soldi necessari per farlo . Pure io come te mi affido al Signore .Lui saprà certamente cosa fare ! Un abbraccio forte forte

Rispondi

Vanda il 19 Gennaio 2014 alle 6:42 pm.

Io confido in Gesù e Dio suo padre, nostro signore, come Gesù ci dice guardate nel vostro cuore e così ascolterete la mia voce il mio amore, io sono sua serva. Grazie Gesù per avermi sempre amata anche nei momenti che io ti ho offeso con i miei pensieri.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.