L’educazione cristiana è un diritto dei bambini

 

Nell’udienza generale di oggi si conclude il ciclo di catechesi sul Battesimo. Gli effetti spirituali di questo sacramento sono esplicitati dalla consegna della veste bianca e della candela accesa. Continua »

Share Button

Siate cercatori di Cristo lungo i sentieri del tempo

 

Oggi si celebra la solennità dell’Ascensione del Signore una festa che racchiude due elementi. Da una parte, orienta il nostro sguardo al cielo, dove Gesù glorificato siede alla destra di Dio. Dall’altra parte, ci ricorda l’inizio della missione della Chiesa: perché? Perché Gesù risorto e asceso al cielo manda i suoi discepoli a diffondere il Vangelo in tutto il mondo. Continua »

Share Button

Madonna di Fatima

Continua »

Share Button

La Vita va tutelata da concepimento a naturale tramonto

 

Il Santo Padre inizia l’Angelus col Vangelo di del giorno che presenta la consegna di Gesù: «Rimanete nel mio amore»: rimanere nell’amore di Gesù. Continua »

Share Button

Il diavolo divide e Dio unisce sempre la gente in un solo popolo

 

All’Udienza Generale Papa Francesco prosegue la riflessione sul Battesimo incentrandosi sui riti centrali della fonte battesimale. Per primo l’acqua che con la forza dello Spirito rigenera e rinnova. Continua »

Share Button

La carità verso il prossimo uno dei frutti più maturi della comunione con Cristo

 

Al Regina Coeli Papa Francesco spiega come la Parola di Dio ci indica la strada e le condizioni per essere comunità del Signore Risorto. Il Vangelo di oggi ci propone il momento in cui Gesù si presenta come la vera vite e ci invita a rimanere uniti a Lui per portare molto frutto. Continua »

Share Button

La vita cristiana è un combattimento

 

L’udienza generale nella solennità di San Marco Evangelista prosegue la riflessione sul Battesimo ed è il Vangelo a illuminare a suscitare l’adesione di fede: «Il Battesimo è in modo tutto particolare “il sacramento della fede”, poiché segna l’ingresso sacramentale nella vita di fede».
Continua »

Share Button

Gesù ci accetta come siamo, anche nei nostri peccati

 

La Liturgia di questa quarta Domenica di Pasqua prosegue nell’intento di aiutarci a riscoprire la nostra identità di discepoli del Signore Risorto. Negli Atti degli Apostoli, Pietro dichiara apertamente che la guarigione dello storpio, operata da lui e di cui parla tutta Gerusalemme, è avvenuta nel nome di Gesù, perché «in nessun altro c’è salvezza» Continua »

Share Button