Papa Francesco in Africa e a Firenze: agenda di novembre 2015

Papa Francesco in Africa e a Firenze: agenda di novembre 2015

Papa Francesco in Africa sarà l’undicesimo viaggio apostolico del Pontefice fuori dall’Italia: durante il viaggio, che si svolgerà dal 25 novembre 2015 fino al 30 novembre 2015, il Papa visiterà Kenya, Uganda e Repubblica Centrafricana, accogliendo l’invito dei rispettivi Capi di Stato e dei vescovi. Tuttavia non sarà questo l’unico impegno del Pontefice nel prossimo mese: in programma anche un Viaggio Pastorale a Firenze. A seguire gli altri appuntamenti di Papa Francesco nel prossimo mese di novembre 2015.

Annunciata dalla sala stampa del Vaticano nel passato mese di settembre 2015, rimane confermato, nonostante l’instabilità’ della situazione in alcuni paesi come il Centrafica, che il Santo Padre si recherà in Kenya dal 25 al 30 novembre 2015, in Uganda dal 27 novembre 2015 al 29 e, infine, nella Repubblica centrafricana dal 29 al 30 novembre 2015. Il viaggio risponde ad un preciso desiderio del Pontefice e sicuramente il tema della migrazione così come quello dell’accoglienza e della misericordia saranno al centro degli interventi di Papa Francesco.

Papa Francesco sta impegnando la diplomazia africana affinché questa svolga un ruolo di costruttore di ponti, affinché realmente sia uno strumento di unità, pace e riconciliazione. Questo lo riconosciamo nell’impronta particolare che il Pontefice da ad ogni suo viaggio apostolico, mettendo al centro le tematiche della famiglia e della pacifica convivenza e mutuo aiuto tra le varie componenti religiose, culturali e politiche.

Novembre 2015, comunque, al di là del Viaggio Apostolico in Africa di Papa Francesco, sarà un mese ricco di impegni: il primo giorno del mese, domenica 1 novembre 2015, il Vescovo di Roma presiederà la Santa Messa nel Cimitero del Verano, in occasione della Solennità di Tutti i Santi; il 2 novembre 2015, invece, verranno commemorati tutti i fedeli defunti e con essi i Sommi Pontefici defunti, con un momento di preghiera presso le Grotte Vaticane. Le celebrazioni in occasione dei defunti termineranno martedì 3 novembre 2015 quando avrà luogo presso la Basilica di San Pietro la Santa Messa in suffragio dei Cardinali e Vescovi defunti nel corso dell’anno.

Lunedì 9 novembre 2015 avrà luogo una ordinazione episcopale, sempre presieduta da Papa Francesco, nella Basilica di San Giovanni in Laterano, in occasione della Solennità della Dedicazione della Basilica Lateranense. Il successivo martedì 10 novembre 2015, il Vescovo di Roma e Patriarca d’Italia si recherà in visita Pastorale a Firenze.

Infine domenica 15 novembre 2015 avrà luogo un importante momento per il dialogo interreligioso con la visita alla Chiesa Evangelica e Luterana di Roma.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

3 Commenti

Myriad Taylor de Carvalho il 14 Ottobre 2015 alle 12:40 pm.

Carissimo Papa Francisco,
o meu nome é Myriam Cristina Campos Xafredo dos Reis Taylor de Carvalho, sou a mais velha filha de um casal de refugiados politicos angolanos que chegaram à Europa há quase 40 anos. Devo confessar-lhe antes de mais que consigo recuperei a esperança e a fé na igreja católica. Muito obrigada pela sua humildade, abnegação e inspiração!Sinto-o de facto tão próximo de mim que com carinho lhe peço permissão para me dirigir a si chamando-o Papá.

Papá,escrevo-lhe a partir da cama do hospital onde fui operada para remoção de um tumor, ainda sob alguns dos efeitos da anestesia… ao despertar chegou-me a triste notícia de que o meu primo Luaty Beirão se encontra em estado muitíssimo debelitado e que talvez lhe restem dois dias de vida. Deixe-me falar-lhe um pouco do primo, o Luaty é um jovem muito especial para entender o tipo de espírito convido-o a inteirar-se na sua crónica online sobre a peregrinação solitária que fez há uns anos de Lisboa a Angola a pé, imbruido num verdadeiro espírito de sacrifício e missão.
O primo Luaty juntamente com mais alguns jovens foram detidos há mais de 90 dias pelas forças policiais angolanas, tão somente pelo facto de terem ideias contrárias às do poder instituído.
Papá Angola vive uma ditadura há muito e estamos todos cansados das injustiças sociais, e tudo o que os jovens fizeram foi manifestar-se de forma pacífica. O que assustou ao Presidente José Eduardo dos Santos foi essa pacividade e clareza de discurso que rapidamente tocou a tantos angolanos. Por isto os jovens foram detidos contrariando as leis sob as quais se rege qualquer Estado de Direito.
O primo Luaty iniciou uma greve de fome há mais de 22 dias, alguns dos seus órgãos entraram já em falência, neste momento pode restar-lhe pouco tempo de vida.
Papá por favor intervenha, peça misericórdia ao Sr. Presidente José Eduardo dos Santos, por favor ajude-nos nesta causa intervindo, pois estou ciente de que será ouvido.
Muito obrigada por me ter escutado.
Rezarei por si,
Myriam Taylor de Carvalho

Rispondi

carla composto il 13 Ottobre 2015 alle 10:01 pm.

Santo Padre che il Signore l’accompagni sempre…
un abbraccio nel Signore carla

Rispondi

carla composto il 13 Ottobre 2015 alle 10:00 pm.

Santo Padre che il Signore l’Accompgni….

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.