Papa Francesco: la pace è un prodotto artigianale

Papa Francesco: la pace è un prodotto artigianale

La pace è stata al centro della riflessione di Papa Francesco durante l’incontro con i settemila ragazzi e ragazze che aderiscono alla fondazione “Fabbrica della Pace“: “la pace è un prodotto artigianale“, ha detto il Santo Padre, che si costruisce giorno dopo giorno volendo bene agli altri.

Ogni giorno, con le nostre piccole opere quotidiane costruiamo la casa della pace oppure quella della guerra, ha spiegato il Santo Padre: vi è però una differenza sostanziale, ha aggiunto, mentre la guerra è una industria, la pace è una attività artigianale.

La pace non è un prodotto industriale – ha detto il Vescovo di Roma rispondendo a braccio alle domande dei giovani lavoratori della Fabbrica della Pace – la pace è un prodotto artigianale. Si costruisce con il nostro lavoro ogni giorno, con il nostro amore, con la nostra vita, con il nostro volerci bene, con la nostra vicinanza“.

Ci sono però cose che rendono vani i nostri sforzi verso la pace: “quello che toglie la pace è il non volerci bene. Quello toglie la pace! – ha aggiunto – Quello che toglie la pace è la gelosia, le invidie, l’avarizia, il togliere le cose degli altri: quello toglie la pace“.

Ma perché nonostante i tanti sforzi per la pace, continua a essere così difficile costruirla? L’ostacolo è costituito dalla “industria della morte“, composta di persone che “vivono dalle guerre! L’industria delle armi: questo è grave! – ha spiegato il Santo Padre – I potenti, alcuni potenti, guadagnano con la fabbrica delle armi“.

Si guadagna di più con la guerra! – ha commentato – Si guadagnano i soldi, ma si perdono le vite, si perde l’educazione, si perde la cultura, si perdono tante cose. È per questo che non la vogliono. Un anziano prete che io ho conosciuto anni fa diceva questo: il diavolo entra per i portafogli. Per la cupidigia. E per questo non vogliono la pace!

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

1 Commento

Luciana il 14 Maggio 2015 alle 1:50 am.

questo che dice papa Francesco non è una novità, come non è una novità che non si puàòcambiare l’uomo, perchè dalla Bibbia sappiamo che ci si uccide anche tra fratelli e penso che soltanto pensare che possa esistere la pace senza difendersi, sia una affermazione che non tiene presente gli insegnamenti della Bibbia. Con l’aiuto di Gesù abbiamo cercato di limitare le guerre, ma dobbiamo tenere gli occhi aperti, come dice il vangelo vegliate perchè non sapete quando il Signore verrà, è probabile che non sappiamo nemmeno se e quando verrà una guerra, se e quando un nostro fratello vorrà farci del male, proprio come Caino.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.