Preghiera di Papa Francesco per i Vescovi

Preghiera di Papa Francesco per i Vescovi

Papa Francesco durante l’omelia di oggi nella Cappella di Santa Marta ha invitato i fedeli presenti a pregare affinché i Vescovi rimangano sempre fedeli alla loro missione. Con l’occasione, il Santo Padre ha anche ricordato quali sono i compiti del Vescovo.

Non è la prima volta che Francesco parla del ruolo del Vescovo: già in passato aveva dedicato una udienza generale a questo argomento nel corso della quale aveva sottolineato la natura di servizio che tale ruolo della Chiesa comporta. Durante l’omelia di oggi, invece, prendendo spunto dalla Lettura del Vangelo (Mc 3, 13-19) Bergoglio ha ricordato come la testimonianza e la preghiera siano le due colonne sulle quali si regge la Chiesa.

“Noi vescovi abbiamo questa responsabilità di essere testimoni: testimoni che il Signore Gesù è vivo, che il Signore Gesù è risorto, che il Signore Gesù cammina con noi, che il Signore Gesù ci salva, che il Signore Gesù ha dato la sua vita per noi, che il Signore Gesù è la nostra speranza, che il Signore Gesù ci accoglie sempre e ci perdona. La testimonianza. La nostra vita dev’essere questo: una testimonianza. Una vera testimonianza della Resurrezione di Cristo”.

La testimonianza, resa per mezzo di una vita coerente, è dunque il primo compito del vescovo. Affianco a questo compito vi è poi quello della preghiera.

“Il primo compito del vescovo è stare con Gesù nella preghiera. Il primo compito del vescovo non è fare piani pastorali … no, no! Pregare: questo è il primo compito. Il secondo compito è essere testimone, cioè predicare. Predicare la salvezza che il Signore Gesù ci ha portato. Due compiti non facili, ma sono propriamente questi due compiti che fanno forti le colonne della Chiesa. Se queste colonne si indeboliscono perché il vescovo non prega o prega poco, si dimentica di pregare; o perché il vescovo non annuncia il Vangelo, si occupa di altre cose, la Chiesa anche si indebolisce; soffre. Il popolo di Dio soffre. Perché le colonne sono deboli”.

Francesco, come d’abitudione, non ha lasciato spazio a dubbi o malintesi sul quale sia il servizio di cui è incaricato il Vescovo. È però importante, anzi fondamentale, che il popolo dei fedeli accompagni il Vescovo nella preghiera.

“Per questo, io vorrei oggi invitare voi a pregare per noi vescovi. Perché anche noi siamo peccatori, anche noi abbiamo debolezze, anche noi abbiamo il pericolo di Giuda: perché anche lui era stato eletto come colonna. Anche noi corriamo il pericolo di non pregare, di fare qualcosa che non sia annunciare il Vangelo e scacciare i demoni”.

Da qui, dunque, l’invio rivolto a tutti i fedeli presenti a  “pregare, perché i vescovi siano quello che Gesù voleva, che tutti noi diamo testimonianza della Resurrezione di Gesù. Il popolo di Dio prega per i vescovi. In ogni Messa si prega per i vescovi: si prega per Pietro, il capo del collegio episcopale, e si prega per il vescovo del luogo. Ma questo è poco: si dice il nome e tante volte si dice per abitudine, e si va avanti. Pregare per il vescovo con il cuore!“.

Una ottima maniera per rimanere sempre in contatto con Papa Francesco nella preghiera è leggere e meditare sui vari approfondimenti e spunti che vi offriamo su Papa Francesco News, il mensile che nasce da questo blog e che trovate in tutte le edicole italiane.

Preghiera di Papa Francesco per i Vescovi

Signore, abbi cura del mio vescovo; abbi cura di tutti i vescovi, e mandaci i vescovi che siano veri testimoni, vescovi che preghino, e vescovi che ci aiutino, con la loro predica, a capire il Vangelo, a essere sicuri che Tu, Signore, sei vivo, sei fra noi.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

3 Commenti

teodora il 23 Gennaio 2016 alle 1:09 pm.

Gli effettivi privilegi, estranei ad ogni regola, correttezza ed equità, ma appaganti solo personali, egoistici giovamenti, non possono fare da guida, in sciorinato adempimento della Parola di Dio, che nella Sua incarnazione e personale sacrificio, ha dato indirizzi a ciò opposti.
Metterli in evidenza e praticarli con la superbia e l’ostentazione di un ruolo umanizzante, consapevolmente “malinteso” (!!!), nella totale indifferenza della dispersione cistianamente unente che, con consapevolezza – senza alcun freno – si attua, …in quale filantropia, di qualsiasi appartenenza, s’integra e….lasciare correre, nell’astratto, MUTO “non sapere” , cosa costruisce, oltre a profitti individuali, sprezzanti d’ogni “misericordioso” intendimento?
Nessun interviene? NESSUNO VUOL SAPERE? A nessuno interessa il male che ne consegue sulla pelle di chi chiede solo verità e conseguente giustizia? E’ questo l’intendimento della Misericordia?
SANTITA’, Lei sa ed auspico interventi correttivi, senza i quali resta vuota la concretezza d’ogni bella, sana parola.
Ripeto: non si lasci indisturbata – anche il nuovo vescovo – la prostazione alla brutalità delle forche caudine, azionata dai noti potentucoli territoriali, dichiarati “cattolici”, costantemente vaganti nei vari settarismi politici. E’ in gioco ANCHE la salute e la vita, oltre alla tutela confermativa di sani principi morali e cristiani

Rispondi

teodora il 23 Gennaio 2016 alle 11:14 am.

La Misericordia di Dio si estenda a tutti, soprattutto ai più oscurati dal limitrofo “non sapere”.
La luce della Verità e della Misericordia illumini i Vescovi, rischiarando tutte le ripartizioni del proprio”comparto”, affinché la luce di Dio evidenzi ogni realtà territoriale, impedendo egotismi generanti svianti discriminazioni e dispersioni del gregge. La luce di Dio, tenga viva le fede, vigilando e INTERVENENDO ovunque si verichini deviazioni disperdenti la Sua autentica Parola e Indirizzo, generando malesseri dissonanti dalla Sua volontà e dai Suoi intendimenti.
Non persista l’obbligato inchino sotto la costrizione delle “forche caudine”.
“E’ chiaro?!”

Rispondi

G. Ayala il 23 Gennaio 2016 alle 8:33 am.

URGENTE DA MESSICO.
PREGO SIA POSSIBILE PAPA FRANCESCO POTETE SCOPRIRE QUESTO PERPETRATO OGGI VENERDÌ, PRIMA DI PARTIRE QUA.
LA LETTERA È IN SPAGNOLO, IL CAPIRÀ. INFINITE GRAZIE.
https://www.change.org/p/secretar%C3%ADa-de-cultura-de-la-ciudad-de-m%C3%A9xico-instituto-cardenal-miranda-manifiesto-de-sobrevivencia?recruiter=21110828&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_page&utm_term=mob-xs-share_petition-no_msg

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.