Siate custodi della crescita dei vostri figli in età sapienza e grazia

Siate custodi della crescita dei figli in età sapienza e grazia

Nella catechesi di oggi, mercoledì 19 marzo 2014, in occasione della ricorrenza della Festa dei Padri, Papa Francesco ha voluto ricordare la figura di San Giuseppe in quanto padre ed educatore di Gesù.

I Vangeli ci indicano Giuseppe come la figura che ha educato Gesù, accompagnandone la Sua crescita “in sapienza, età e grazia“. Ancora una volta possiamo leggere nei gesti di Maria e Giuseppe, raccontati nelle Scritture, molto più di quanto dicono le sole parole: possiamo apprendere come deve operare un buon padre sul modello di Giuseppe.

Prima di tutto, infatti, Giuseppe e Maria si preoccupano che a Gesù non manchi tutto quanto è necessario per uno sviluppo fisico e psicologico sano. Lo difendono durante i difficili giorni della fuga in Egitto, dove hanno dovuto vivere come rifugiati. Essi insegnano a Gesù un mestiere, tanto che Gesù è conosciuto come il figlio del falegname.

In secondo luogo, Giuseppe e Maria si preoccupano della crescita in sapienza di Gesù, e proprio per questo lo portano ogni sabato nella Sinagoga per ascoltare le Scritture.  È questo il cammino che permette a Gesù, infine, di crescere nella grazia e in questo percorso è Giuseppe stesso che lo accompagna custodendo la grazia di Dio.

In occasione della festa del papà, che ricorre oggi in Italia, e della ricorrenza di San Giuseppe, ricordato sempre oggi dal calendario Romano, Papa Francesco ha invitato “tutti a chiedere al Signore, per intercessione di San Giuseppe, che genitori, insegnanti e sacerdoti, seguendo l’esempio del Santo Patriarca Giuseppe, siano in grado di supportare la crescita dei propri figli e alunni in sapienza, età e grazia“.

En esta catequesis deseo hablar de san José como educador de Jesús. Nos dice la Escritura que José acompaña el crecimiento de Jesús «en sabiduría, estatura y gracia».

En primer lugar, José y María se preocupan de que a Jesús no le falte lo necesario para un sano desarrollo físico y psicológico. Lo defienden en los días duros de la huida a Egipto, donde tuvieron que vivir como refugiados. Le enseñan también un trabajo, de tal manera que Jesús es conocido como el hijo del carpintero.

En segundo lugar, José y María se preocupan de su crecimiento en sabiduría y lo llevan todos los sábados a la Sinagoga a escuchar la Sagrada Escritura. Finalmente, Jesús crece en gracia y José lo acompaña en esto para custodiar la gracia de Dios que se va dando en Él.

Hoy es el día del padre aquí, recordamos a todos los papás y les deseo a todos ellos un feliz día del padre.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

5 Commenti

Maria Rosaria il 22 Marzo 2014 alle 2:35 pm.

Papa francesco siamo la 5 B della scuola Guglielmo Marconi Afragola siamo venuti all udienza generale del 19/03/14 siamo rimasti molto delusi perché il nostro preside ci ha ingannato ha detto che potevamo avere i pass ed incontrarla ma invece eravamo dispersi nella folla di piazza San Pietro non siamo riusciti nemmeno a vederla eravamo delusi ed abbiamo pianto…
Vorremmo avere un altra occasione o almeno averla nella nostra città Napoli sarebbe un onore
Maria Rosaria Beltempo della 5B

Rispondi

Maria Rosaria il 22 Marzo 2014 alle 2:25 pm.

Papa Francesco siamo la 5B della scuola elementare G.Marconi di Afragola siamo venuti il 19/03/2013 all udienza quel giorno è stata una delusione il nostro direttore ci aveva detto che avremmo avuto il pass e che l’avremmo vista da vicino, ma non è stato così eravamo dispersi nell enorme folla di piazza s.Pietro non siamo riusciti a vederla o a sentirla… siamo delusi per cio abbiamo pianto.
Vorremmo avere l occasione di incontrarla e la invitiamo a venire nella nostra città Napoli, sarebbe un onore vederla
Dalla piccola Maria Rosaria Beltempo e 5B

Rispondi

ZUMPANO ANNA MARIA il 20 Marzo 2014 alle 3:42 pm.

Rivedere il Santo Padre in Piazza con cotanta adunanza e una catechesi così sincera mi ha rasserenato, perchè è indice di proseguimento della sua missione che è sull’elgida dello Spirito Santo. Signore dagli forza e conservacelo per molto tempo. Abbiamo bisogno del suo esmpio e del suo amore. Ti voglio bene Papa Francesco

Rispondi

Estela del Rosario Arévalo il 20 Marzo 2014 alle 2:27 pm.

QUERIDOS AMIGOS QUE HACEN DE INTERMEDIARIOS CON MI AMADO PAPA .RUEGO ME MANDEN LA HOMILÍA DE HOY “QUE HABLE SOBRE LA IMPOSIBILIDAD DE CREAR TRABAJO CON ESTE SISTEMA ECONÓMICO”
GRACIAS , PORQUE ESTOY ORGULLOSA DE QUE DIGA LAS COSAS COMO SON
DIOS LE DA LA VICTORIA DIVINA
ABRAZOS A TODOS .

Rispondi

assunta il 19 Marzo 2014 alle 11:04 pm.

Papa Francesco ti chiedo di pregare per gli animali anzi per i nostri animali cani gatti e tutti ed evitare che cadano nelle mani di bestia che li uccidono o atrocità che combinano per poi farsi vedere sui social grazie di cuore assunta da Trapani Sicilia

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.