L’amore visibile verso i fratelli mostra quello invisibile verso Dio

Amore visibile verso i fratelli mostra quello invisibile verso Dio

Nell’Udienza Generale del Mercoledì, Papa Francesco ha parlato della realtà visibile e di quella spirituale della Chiesa: continuando dunque il proprio ciclo di catechesi sulla Chiesa, il Pontefice ha detto che è proprio la concretezza dell’amore verso gli altri che permette di comprendere l’aspetto “divino” della Chiesa come corpo di Cristo.

Abbiamo già parlato in altre occasioni della natura spirituale della Chiesa come Corpo di Cristo, costruita dallo Spirito Santo – ha detto il Pontefice.

Oggi ci concentriamo su ciò che siamo abituati a pensare, su ciò che si vede, vale a dire, le sue strutture, come le parrocchie, le organizzazioni o le persone che normalmente la guidano. Ma questo non si limita ai vescovi o ai chierici, bensí comprende tutti i battezzati che credono, sperano e amano, facendo del bene nel nome di Gesù e facendosi vicini alla vita dei fratelli.

Pertanto, il visibile e l’invisibile della Chiesa non si contrappongono, ma si integrano nella unica Chiesa. Questo è un riflesso della persona di Cristo, nel quale la sua natura divina è inseparabile da quella umana, e che si mette interamente al servizio del disegno di Dio di portare a tutti la redenzione e la salvezza.

Inoltre la Chiesa, attraverso la sua realtà visibile, i sacramenti, la testimonianza e l’annuncio è chiamata ad essere vicina a tutti, a partire dai più poveri, dagli emarginati, da coloro che soffrano, in modo che tutti sentano lo sguardo compassionevole e misericordioso di Gesù.

Oggi vorrei portare una preghiera e mettere affianco al nostro cuore il popolo messicano, che soffre per la scomparsa dei suoi studenti, e per molti problemi simili. Che il nostro cuore di fratelli sia vicino al loro pregando in questo momento.

Queridos hermanos y hermanas:

En otras ocasiones hablamos de la naturaleza espiritual de la Iglesia, como Cuerpo de Cristo edificado por el Espíritu Santo.

Hoy nos centramos en lo que pensamos habitualmente, en lo que se ve, es decir, sus estructuras, como la parroquia, las organizaciones o las personas que normalmente la guían. Pero esto no se limita a los obispos o a los clérigos, sino que comprende a todas las personas bautizadas que creen, esperan y aman, haciendo el bien en el nombre de Jesús, acercándolo así a la vida de los hermanos.

Por eso, lo visible y lo invisible de la Iglesia no se oponen, sino que se integran en la única Iglesia. Esto es un reflejo del misterio de la persona de Cristo, en la que su naturaleza divina es inseparable de su naturaleza humana, que se pone enteramente al servicio del plan divino de llevar a todos la redención y la salvación.

También la Iglesia, a través de su realidad visible, como los sacramentos, el testimonio y el anuncio, está llamada a hacerse cercana a cada persona, comenzando por los más pobres, los que sufren o los marginados, para que todos sientan la mirada compasiva y misericordiosa de Jesús.

Quisiera hoy elevar una oración y traer cerca de nuestro corazón al pueblo mexicano, que sufre por la desaparición de sus estudiantes, y por tantos problemas parecidos. Que nuestro corazón de hermanos esté cerca de ellos orando en este momento.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

5 Commenti

Patrizia il 3 Novembre 2014 alle 12:38 pm.

Un caro saluto a Sua Santità. Grazie per tutte le riflessioni inviate

Rispondi

Joseph Ubaldo Bernal Muñoz il 31 Ottobre 2014 alle 1:05 am.

Muchas gracias por esas hermosas palabras y todo lo que nos enseña la iglesia desde muy pequeños, es lo mas grande y hermoso entrar a la iglesia y pedir por la salud de uno así como la de los familiares, y estar un lugar tan tranquilo y armonioso como es la iglesia , Santo Papa francisco, e creído que la oración es muy grande y me ayuda a estar en armonía con migo mismo y renovado, Amen

Rispondi

TIBERIO GRAFFIGNA il 30 Ottobre 2014 alle 11:02 am.

Sante parole , Santo Padre , anche se dove è stata messa la parola riflesso , avrei messo : arcobaleno riflettente la strada impregnata della parola di Gesù Cristo quale strada univoca per noi cristiano /cattolici .

buona giornata a tutti .

Rispondi

teodora il 30 Ottobre 2014 alle 9:06 am.

Farsi vicini alla vita dei fratelli, alle loro sofferenze, alle loro vessazioni.
Preghiamo, perchè si verifichi.

Rispondi

PATRIZIA il 30 Ottobre 2014 alle 8:22 am.

CHE MERAVIGLIA PAPA FRANCESCO , VERTO NON E’ FACILE CAPIRE CHE SIAMO UN SOLO CORPO CON CRISTO NELLA CHIESA .CHE NOI SIAMO LE SUE MEMBRA ,CHE GIOIA PROFONDA

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.