Anche a noi, oggi, Gesù rivolge la domanda: «Mi ami tu?»

Anche a noi, oggi, Gesù rivolge la domanda Mi ami tuIl Signore ci libera da ogni paura e da ogni catena” è questo il centro dell’Omelia Papa Francesco Santi Pietro e Paolo celebrati la scorsa domenica: la parola di Dio trasforma la nostra vita, ha detto nella riflessione prima dell’Angelus, vita che è stata resa libera proprio dalla stessa parola del Signore.

Lo spunto dal quale prende avvio la riflessione del Pontefice è il racconto, contenuto in At 12,7-8, della librazione di Pietro dalla prigionia sotto Erode: un angelo aiuta l’Apostolo a fuggire dalla prigione facendo cadere le catene che gli impedivano la fuga.

Nel racconto di Pietro certo rimaniamo stupiti dal fatto che “le catene cadono e la porta della prigione si apre da sola” e lo stesso “Pietro si accorge che il Signore lo «ha strappato dalla mano di Erode»” ma quanto veramente ci sta raccontando Pietro è che “Dio lo ha liberato dalla paura e dalle catene“.

È proprio questo quanto fa Gesù ancora oggi: “il Signore ci libera da ogni paura e da ogni catena, affinché possiamo essere veramente liberi” come ben esprime il “Salmo responsoriale” che viene recitato in occasione della Solennità dei Santi Pietro e Paolo «Il Signore mi ha liberato da ogni paura».

Noi, oggi, siamo chiamati a interrogarci “abbiamo paura?” e ancora “quali rifugi cerchiamo?” La tentazione alla quale siamo sottoposti è quella di cercare “l’appoggio di quelli che hanno potere in questo mondo” e anche quella di lasciarci “ingannare dall’orgoglio che cerca gratificazioni e riconoscimenti“.

Non dobbiamo mai smettere di domandarci “dove poniamo la nostra sicurezza?” Poiché “la testimonianza dell’Apostolo Pietro ci ricorda che il nostro vero rifugio è la fiducia in Dio – ha spiegato il Santo Padre – essa allontana ogni paura e ci rende liberi da ogni schiavitù e da ogni tentazione mondana“.

Anche a noi, oggi, Gesù rivolge la domanda: «Mi ami tu?».  – ha dunque concluso Papa Francesco – Lo fa proprio perché conosce le nostre fatiche e le nostre paure. Pietro ci mostra la strada: fidarsi di Lui, che “conosce tutto” di noi, confidando non sulla nostra capacità di essergli fedeli, quanto sulla sua incrollabile fedeltà“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

10 Commenti

velleda il 3 Luglio 2014 alle 12:55 pm.

Siamo così ottusi da non comprendere che soltanto la quotidianità della vita non può darti gioia. La felicità che danno le opere buone il bello della natura non esiste nell’essere umano soltanto capace di pensare al denaro.
Si,io amo il Signore in tutte le cose che vedo perchè Lui è il mio amico,gioisco e soffro insieme a lui che ci ha dato tanto. Ma…. sono sicura
di amarlo profondamente? Mi proverò perchè tu,mio caro Papa Francesco con le tue parole ci fai sempre riflettere.
Prego per te e per tutti coloro che soffrono. Velleda

Rispondi

Bruno il 3 Luglio 2014 alle 12:47 pm.

Mi chiamo Bruno Del Bianco diacono sospeso giustamente a divinis per la mia storia inviata a Papa Francesco e spero di ricevere una risposta anche se sarà quasi impossibile da tutti gli impegni che esso ha.
Mi trovo in Polonia e sento il bisogno sempre con lo spirito di Gesù (con il quale anche io ho tradito e spero) di tornare da Lui.
Segnalo un caso di una persona malata con figlio a carico abbandonata dal marito disperata e piena di debiti di avere condivisione e se qualcuno vuole può aiutarla a inviare anche pochi euro per pagare questi debiti che con gli interessi ammontano a Euro circa 1.250.
Il conto corrente sotto il controllo del Tribunale di Skierniewice è il seguente:Bank Polska Kasa Opieki SA I O Sochaczewie IBAN: PL25124018221111001037984356 SWIFT/BIC: PKOPPLPW; CASUALE DEBITO: DI HALINA SUJKOWSKA VIA SOBIESKIEGO 7/53 96100 SKIERNIEWICE POLONIA. SULLA CAUSALE SCRIVERE DEBITO N° 213/14. Con questo appello mi firmo: BRUNO DEL BIANCO C.I. AS 4669377 RILASCIATA DAL COMUNE DI S. GIOVANNI VALDARNO (AR). SE QUESTO NON E’ VERO POTETE DENUNCIARMI. IL SIGNORE (DEL QUALE NON SONO DEGNO) RICOMPENSI TUTTI COLORO CHE AIUTANO QUESTO FRA I TANTI CASI DISPERATI. BRUNO. info@brunodelbianco.it

Rispondi

Giuseppina il 2 Luglio 2014 alle 3:01 pm.

Si,Ti Amo,poco e male,discontinuo e disordinato,debole e fallibile,peccatore e vulnerabile,estremamente umano,ma Ti Amo.Ma Tu rendimi capace d’Amarti sempre di più.

Rispondi

BARBARA BETTAZZI il 2 Luglio 2014 alle 1:45 pm.

SEMBRA PROPRIO CHE TANTE CONSUETUDINI NELLA NOSTRA NAZIONE CHE SONO STATE SEMPRE PUNTI FERMI DI GIUSTIZIA ADESSO SIANO STRUMENTALIZZATE PER FINGERE CHE SIANO _BUGIE MALVAGE- ED INVENZIONI A SCOPI DISTRUTTIVI……, A QUESTO PUNTO NON C’E’ PIU’ DA STUPIRSI IN MEZZO ALLA CONFUSIONE DI CHI GIOCA A FARSI GRANDE MODIFICANDO LE NOTIZIE VERE A SCOPI PERSONALI, CHI INVECE INGANNA GLIA ALTRI FACENDO SI’ CHE COSE GIUSTE APPAIANO MALVAGE E PESSIME, CHI LE ESASPERA RENDENDOLE DAVVERO DISTRUTTIVE…PERCHE’ ESAGERATE…, ED IN MEZZO A QUESTA CONFUSIONE NEGATIVA CHE DA UN PUNTO DI VISTI CRISTIANO E’ BRUTTA ANCHE PER -COME VIENE PRESENTATA -…A TUTTI, SOLTANTO LA FIDUCIA IN GESU’ CI PUO’ DARE CORAGGIO…INFATTI IL SUO AMORE PER GLI ESSERI UMANI: FRATELLI, E’ GRANDISSIMO E INFONDE CORAGGIO…., SEGUIAMO GESU’….PER NOI STESSI E VERSO GLI ALTRI..

Rispondi

maria aparecida da silva pereira il 2 Luglio 2014 alle 12:22 pm.

Caríssimo Papa Francisco existe sim dentro de mim este MEDO que me faz REFLETIR e caminhar em busca do meu alívio e FORÇA que vem do ALTO em socorre dos meus MEDOS pois através deles PROSSIGO minhas meta
e ATITUDES plena EM DEUS que és meu amparo LUZ a seguir avançando
mesmo com MEDO NASCE o desejo QUERO VIVER SERVIR ao meu ÚNICO
MESTRE E SALVADOR.[VOCÊ ME AMAS] SENHOR me destes a honra de poder lhe responder não seria nada se não me AMASSE PRIMEIRO.
Obrigada Por Me Fazer Forte TE AMO MUITO MEU DOCE E QUERIDO AMIGO.
Obrigada Amigo de DEUS PAPA FRANCISCO. SUA BENÇÃO FICA EM PAZ AMÉM. ABRAÇOS

Rispondi

sara il 2 Luglio 2014 alle 12:15 pm.

Io c’ero in questa Sua S. Messa Santità, e devo dire che ero spinta di venire ed era la prima volta che facevo il viaggio senza appoggio di nessuno, dopo 7 anni, ma non senza paura cioè ero terrorizzata. Avevo già pensato di fare marcia indietro poi mi sono rivista un fine settimana insulsa e guardarla dietro lo schermo della tv. Ora non dico che tutte le volte sarà così , purtroppo realtà è che ho sempre a che fare conti con la mia salute, ma in questo caso una parolina mi diceva che lo potevo fare e non nego di aver acceso un cero alla Madonna , prima di mettermi in viaggio. E posso testimoniare che tutto è andato bene , ha dei ottimi collaboratori cioè assistenti che sembravano che mi aspettassero, libera di muovermi ,insomma tutte le porte aperte. E che dire dell’ omelia , l’ho sentita fatta per me. Chiedo scusa se faccio a volte fatica a comprendere, ritengo utile se Lei continui a ripetere, perchè ho visto che primo o poi le cose entrano nel cuore. Amare vuol dire avere costanza e nella costanza ci sono le cadute ed errori. Che DIO l’aiuti di non perdere mai la pazienza. Facci arrivare a DIO la prego ed io prego per Lei che il Signore ci aiuti attraverso di Lei . e auguri di una buona salute. Un abbraccio in Cristo Gesù ! Un saluto in Cristo Gesù il Patriarca Bartolomeo che con piacere l’ ho visto passare nel corridoio accanto a Lei. è una speranza che ci sia una Unione in Cristo Gesù. Grazie Santo Padre. Sara

Rispondi

velleda il 2 Luglio 2014 alle 10:02 am.

eèrètèyp

Rispondi

ILARIO MAIOLO il 2 Luglio 2014 alle 8:17 am.

Lo sai che ti amo.
Aiutami ad amarti di più, sempre di più.

Rispondi

Dattilo Luigi (scultore) il 2 Luglio 2014 alle 7:08 am.

Gesù ci fa oggi questo richiamo di amore come lo ha fatto a (Pietro) mi ami?-Gesù è la persona che sconvolge le vie degli uomini.Oggi si costruisce sullo sfruttamento dei fratelli,si inventano vie di benessere e di prosperità,quando la stragrande maggioranza,conduce una vita subumana.Gesù ci ha indicato altre vie che sono quelle della luce-grazia verità-giustizia-solidarietà,fino a quando non ci arriveremo innalziamo intorno a noi la Torre di Babele-sembra che per Gesù non vi è spazio in questo mondo.Noi,dove poniamo la nostra sicurezza se intorno a noi regna tanto disordine.Invochiamo la Vergine Maria,l’ancora della nostra salvezza che ci conduca sui sentieri della pace e dell’unità fraterna.Grazie Santità-Che Dio vi Benedica.-Sia lodato Gesù e Maria.-

Rispondi

Lucia il 1 Luglio 2014 alle 8:23 pm.

Sì Santo Padre ! E quanto ci vuole nella vita per arrivare a renderci conto e fare nostra questa libertà emozionata dello spirito… Dio non ci lascia mai soli, la Sua tenerezza e la Sua infinita fedeltà sono sempre con noi e ci danno forza e fede e respiro, ci portano verso l’alto, verso il Suo spirito puro, grandioso…. Quanto si è dovuto combattere con i nostri sensi di colpa, con i rimproveri e le condanne troppo spesso pronte a uccidere l’anelito a questa libertà in Dio dai Suoi stessi ministri… Oggi, con tanta vita vissuta, ecco Lei Santo Padre che mi viene incontro in questa me stessa gioiosa di oggi e mi ricolma di consolazione felice.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.