Chi è lo Spirito Santo e cosa fa nel cristiano e nella Chiesa

Chi è lo Spirito Santo e cosa fa nel cristiano e nella Chiesa

In questa settimana di preparazione alla Festa di Pentecoste, pensiamo: Davvero io ci credo o è una parola, per me, lo Spirito Santo?“: con questa domanda molto semplice e schietta Papa Francesco ha invitato i fedeli presenti alla Santa Messa del mattino, in Casa Santa Marta, a fare un breve esame di coscienza riflettendo sul proprio rapporto personale con lo Spirito Santo.

Purtroppo, ha sottolineato in apertura della propria omelia, lo Spirito Santo oggi è il grande sconosciuto della Trinità, così come lo era per i primi discepoli ad Efeso, i quali, riporta la Prima Lettura di oggi (At 19,1-8), conoscevano Gesù e il Padre, ma non conoscevano lo Spirito Santo. Così come allora, anche molti cristiani oggi non sanno chi sia lo Spirito Santo, non sanno cosa faccia e, al massimo, sanno che è uno dei tre membri della Trinità, ma nulla più.

Lo Spirito Santo  è quello che muove la Chiesa, è quello che lavora nella Chiesa, nei nostri cuori, è quello che fa di ogni cristiano una persona diversa dall’altra, ma da tutti insieme fa l’unità. – ha dunque spiegato Papa Francesco – È quello che porta avanti, spalanca le porte e ti invia a dare testimonianza di Gesù“.

Se siamo cristiani, dunque, è per opera dello Spirito Santo: “abbiamo sentito all’inizio della Messa: ‘Riceverete lo Spirito Santo e mi sarete testimoni in tutto il mondo’. Lo Spirito Santo è quello ci muove a lodare Dio, ci muove a pregare: ‘Prega, in noi’. – ha ulteriormente commentato Bergoglio – Lo Spirito Santo è quello che è in noi e ci insegna a guardare il Padre e a dirgli: ‘Padre’. Ci libera da questa condizione di orfano nella quale lo spirito del mondo vuole portarci“.

Ma se a muovere la Chiesa e ogni cristiano è lo Spirito Santo, come è che ci sono così tanti “cristiani da salotto“? Ebbene, questo succede perché “noi, nella nostra vita, abbiamo nel nostro cuore lo Spirito Santo come un ‘prigioniero di lusso’: non lasciamo che ci spinga, non lasciamo che ci muova“, ha spiegato il Vescovo di Roma. Lo Spirito Santo “fa tutto, sa tutto, sa ricordarci cosa ha detto Gesù, sa spiegarci le cose di Gesù. Soltanto – lo Spirito Santo – non sa fare una cosa: cristiani da salotto. Questo non lo sa fare! Non sa fare ‘cristiani virtuali’ ma non virtuosi. Lui fa cristiani reali, Lui prende la vita reale così com’è, con la profezia del leggere i segni dei tempi e ci porta avanti così. È il grande prigioniero del nostro cuore“, che non lasciamo agire liberamente.

In questa settimana di preparazione alla Festa di Pentecoste“, ha dunque concluso Papa Francesco, “pensiamo: ‘Davvero io ci credo o è una parola, per me, lo Spirito Santo?’. E cerchiamo di parlare con Lui e dire: ‘Io so che Tu sei nel mio cuore, che Tu sei nel cuore della Chiesa, che Tu porti avanti la Chiesa, che Tu fai l’unità fra tutti noi, ma diversi tutti noi, nella diversità di tutti noi’… Dirgli tutte queste cose e chiedere la grazia di imparare – ma praticamente, nella mia vita – cosa fa Lui. È la grazia della docilità a Lui: essere docile allo Spirito Santo. Questa settimana facciamo questo: pensiamo allo Spirito e parliamo con Lui“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

8 Commenti

alberto il 13 Maggio 2016 alle 3:38 pm.

Se lo Spirito Santo continua a tacere, a non farsi riconoscere, la fede in lui vacilla o non emerge. Mi spiace perché in un tempo lontano mi sembrò di aver sentito la sua voce (o forse era quella di Gesù?). Adesso non ho più alcuna certezza. Ma l’attesa non è ancora svanita.

Rispondi

Celia Iniesta il 12 Maggio 2016 alle 11:19 pm.

Buenas noches;

Pienso :

El Espíritu Santo nos abre la conciencia hacia la gracia de Dios.

Hay una pintura de Diego Velázquez llamada ” La Coronación de la Virgen” en una representación de La Santísima Trinidad, es una belleza de pintura, Está en el Prado, en Madrid. Lo realizó hacia 1635 – 1648, es muy hermoso.
En ella se representa a la divinidad, La Virgen en el centro, Jesucristo a la izquierda y el Dios Padre a la derecha, los dos sujetan la corona de flores de la Virgen y en lo alto, una preciosa paloma blanca llena de luz, simbolizando El Espiritu Santo, coronando ese momento. Una pintura impresionante.

Saludos.

Rispondi

Celia Iniesta il 12 Maggio 2016 alle 11:37 pm.

En la posición de la pintura, vista desde dentro, Jesucristo está a la derecha de La Virgen y Dios Padre a la izquierda, Todo depende desde dónde se describe.
Quería hacer está aclaración. Si se contempla Dios está a la derecha.

Gracias.

Rispondi

Isabella il 11 Maggio 2016 alle 1:20 am.

***!!***Aggiungo…che, ogni volta,la forza ritrovata,e’LUI a darmela,perche’ nella forza,c’e’ la Sua promessa,di amore.E’ come se.. accendessi la radio…e mi sentissi dire: sei amata,credimi,ama e aspetta.E io ci credo.
Stanotte,domani col giorno,LUI Spirito creatore*cupido Altissimo*ti faccia forte e felice*****************
Isabella

Rispondi

Santa Arre il 10 Maggio 2016 alle 7:24 pm.

Non posso non pensare…non credere…non sentire che sia Lo Spirito Santo che mi dà la Vita dalla quale attingo riccamente La Gioia di cui dispongo insieme al mio Nome di Battesimo …per me e per gli altri !

Rispondi

Noemí Celia Delgado Antonelli il 10 Maggio 2016 alle 2:53 pm.

Lo Spiritu Santo è quello che il Padre ha lasciato per accompagnarci tutta la nostra vita! È proprio la presencia di Dìo sul nostro cuore!!

Rispondi

Isabella il 10 Maggio 2016 alle 1:02 pm.

***grazie!!***Prima di tutto,come stai??Mi rispondera’ LUI..ha tutti i miei telefoni,sai?!!E’come se..avessi il carattere.. per amarlo!Lo Spirito Santo***E’un ardore dolce,che non somiglia alla paura prudente di troppi,ma non e’ nemmeno l’ardore equivocato,che prevarica dolcezza e mitezza vere.E’Amore vero.punto! Lo riconosci se lo vivi,perche’ lo chiedi,e lo chiedi come si chiede l’amore dell’uomo e della donna insieme*Ci credo come so che c’e’ il sole…*
Ciao Sole
Isabella

Rispondi

Vincenzo il 10 Maggio 2016 alle 8:58 am.

Lo Spirito Santo è dentro di noi, è il dono che ci ha fatto Dio quando ne ha installato un infinitesima porzione dentro noi stessi, a volte, quando vuoi riesci a sentirne la presenza che sentì che ti pervade tutto dal profondo di te stesso. Presenza che riesci a sentire ancora più forte quando questa infinitesima porzione si unisce alle altre porzione, durante un Messa o una preghiera comune, è in quell’occasione che il sentirne la presenza si fa ancora più forte, fino alla commozione della gioia di sentirsi invadere della Sua Presenza.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.