Correggere i dossi della vita per preparare la venuta del Signore

Durante la recita dell’Angelus questa domenica, 9 dicembre, in piazza San Pietro del Vaticano, il Santo Padre ha detto che “non si può avere un rapporto d’amore, carità, fraternità con il proprio vicino se ci sono ‘buche’, proprio come che non puoi camminare su una strada accidentata. Ciò richiede un cambio di atteggiamento. E tutto questo con un’attenzione speciale per i più bisognosi “.

Nella sua riflessione ha spiegato che la liturgia di questa seconda domenica di Avvento della liturgia “ci dice come dare sostanza alle aspettative del Signore: intraprendere un cammino di conversione”.

“Come guida per questo viaggio, il Vangelo ci presenta la figura di Giovanni il Battista, che percorre tutta la regione del Giordano predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati”.

Il Santo Padre ha sottolineato come: “per preparare la via al Signore che sta venendo, sia necessario tener conto delle esigenze della conversione a cui il Battista ci invita. Quali sono questi requisiti per una conversione? Prima di tutto, siamo chiamati a correggere gli effetti prodotti dalla freddezza e dall’indifferenza, aprendoci agli altri con gli stessi sentimenti di Gesù, cioè con la cordialità e l’attenzione fraterna che si prende cura dei bisogni degli altri “.

In seguito continua Francesco: “è necessario appianare le molte asperità causate dall’orgoglio e dall’orgoglio. Quante persone, forse senza rendersene conto, sono superbe, sono dure, non hanno un atteggiamento di cordialità. È necessario superare questo facendo gesti concreti di riconciliazione con i nostri fratelli, di chiedere perdono dei nostri peccati. Non è facile conciliare. Pensa sempre: ‘Chi fa il primo passo?’. Il Signore ci aiuta in questo, se abbiamo buona volontà “.

“La conversione, infatti, è completa se porta a riconoscere umilmente i nostri errori, le nostre infedeltà e le nostre violazioni.”

In questo senso, il Pontefice ha ricordato che “il credente è colui che, attraverso la sua volontà di avvicinarsi al fratello, come Giovanni il Battista, apre cammini nel deserto, che indica prospettive di speranza anche in quegli impervie contesti esistenziali , segnato da fallimento e sconfitta. ”

“Non possiamo arrenderci a situazioni negative di chiusura e rifiuto; non dobbiamo permettere a noi stessi di essere soggiogati dalla mentalità del mondo, perché il centro della nostra vita è Gesù e la sua parola di luce, di amore, di consolazione “, ha esortato il Pontefice.

Papa Francesco dice: “il Battista invita alla conversione della gente del suo tempo con forza, vigore e severità. Allo stesso tempo, è stato un buon ascoltatore, sapeva di fare gesti di tenerezza e di perdono verso la folla di uomini e donne che venivano da lui a confessare i loro peccati e essere battezzati con il battesimo di penitenza “.

“La testimonianza di Giovanni il Battista ci aiuta ad andare avanti nella nostra testimonianza di vita. La purezza del suo annuncio, il suo coraggio nel proclamare la verità, possono risvegliare le tue speranze nel Messia che da molto tempo dormiva. ”

Il Papa ha concluso invitando a ognuno di noi a pensare:”Oggi anche i discepoli di Gesù sono chiamati ad essere i suoi umili ma coraggiosi testimoni per riaccendere la speranza, per farci capire che, nonostante tutto, il regno di Dio continua ad essere costruito giorno per giorno con la potenza dello Spirito Santo”.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

3 Commenti

Marianna il 9 Dicembre 2018 alle 7:13 pm.

Non mi fermo. Vado avanti. 🙏🏻

Rispondi

Krzysztof Sasin il 9 Dicembre 2018 alle 7:13 pm.

Sua Santità, Papa Francesco, chiedo aiuto e aiuto per me. Sono perseguitato dalla polizia di Bialostock. Con il fatto che, ancora giuro a me da un dispositivo speciale per le onde radio per il cervello umano, non posso andare a confessarmi, o per la Santa Comunione. Prego solo i rosari per giorni perché sono in gravi peccati. Per favore, lasciali illegali, azioni illegali, fermati.
Perché vivo qui come ai tempi degli stalinisti. Sto chiedendo aiuto e aiuto per me. Ecco come gli assassini e gli esbec della Commissione 2 a Bialystok, ul. VARSAVIA 65, ora se non hanno mandato a chiamare la gente a battere me, e per uccidere, e disporre di attrezzature specialistiche e utilizza le onde radio per il cervello umano, richiedere determinati comportamenti la gente, e la gente complicità e istigazione la polizia li ad ascoltare, perché la il punto è che la diagnosi errata di medici da Choroszcz può tradursi in una responsabilità penale, e vogliono rimuovere me, battere o uccidere, quindi non è stato un caso, perché io sono un uomo completamente sano, non ho fobia, non ho paura di gente già, ed erano poveri e non mi hanno esaminati in ospedale, unico farmaco di schizofrenia mi è stata data, penso che probabilmente è venuto in ospedale affetto da schizofrenia, e io non voci nella mia testa non ho mai avuto e non ha, né allucinazioni mai nella mia vita di ogni ho avuto , ma ero paura della gente, perché ho avuto fobie e avevo passato da questa malattia e io sono un uomo completamente sano, e sono contento che non dolega.Jak paura di perdere Oggi stavo cercando aiuto e sono andato alla psicologia. E io dico, ho paura della gente, e lei dice, mostrano l’ospedale della carta, e non c’è impostato stupido e sbagliato diagnosi e mi esaminò lì a tutti come mi ricordo, solo i farmaci hanno cominciato a somministrare e mi ha guardato e mi ha questi psychotropy in alcun modo aiutato, perché solo io la gente ha paura, e non ho mai avuto nella mia vita, non allucinazioni, deliri, halucynacjii, e non so nemmeno come sono lì stupido me così trattato, e stupido set sbagliato diagnosi, sindrome depressiva atipica, e non ho la depressione ha avuto non solo la gente ha paura . Per quanto mi ricordo la sua permanenza in un ospedale psichiatrico a Choroszcz hanno fatto con me non ha parlato, solo servivano psicofarmaci fin dall’inizio del mio lo stare perché ha pensato che è venuto probabilmente malato con la schizofrenia, e ho solo la gente ha paura, e oggi più che Ho già questa condizione e sono completamente sano, e niente mi fa male e sono contento di essere sano. Ho persino sputato droghe dalla schizofrenia, ma ho provato a provarlo, ma non l’ho mai portato a casa, perché avevo paura delle persone e fino ad oggi sono stato completamente malato e sono completamente sano. E un psico-cane dice mostra una tessera ospedaliera. Ho mostrato Dice che non ci curiamo qui, ma se vuoi, puoi venire qui. E lei mi ha aiutato la terapia nulla, mi insegue solo, hanno detto, nessun terapeuta, sono venuto interrompere la terapia e lo dico ho paura della gente, urlò irritava sconvolge lo sconvolto. E lei non ha nemmeno detto addio. Sono nei nervi, ho pensato, cosa farò nella mia vita, come me persone che hanno paura, sono andato da uno psichiatra al Bema, aveva falsamente emesso una diagnosi in un ospedale di Choroszcz, dico medico femminile che ho paura della gente, lei Zyprexa ha dato, perché nei titoli scritta sindrome depressiva atipico, io in questi nervi adottato tablet, e ho lavorato al momento nel legno stabilimento di Supra nella falegnameria per la produzione di porte, si è seduto in mensa, si avvicinò a me l’uomo mi ha offerto di essere seduto un gruppo di suoi colleghi dopo il lavoro mi ha offerto ha bevuto birra con loro. Ho pensato una birra, questo non è un peccato grave, perché nessuna

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.