Cristo Risorto ci da la forza di rialzarci dalle sconfitte

Cristo Risorto ci da la forza di rialzarci dalle sconfitte

Stupore e riconoscenza sono i sentimenti del cristiano di fronte alla tomba vuota di Gesù: così Papa Francesco durante la riflessione alla ora della preghiera mariana del Regina Coeli. Il Santo Padre ha sottolineato come, “in questo Lunedì dopo Pasqua, detto «Lunedì dell’Angelo» i nostri cuori sono ancora ricolmi della gioia pasquale“, gioia dovuta alla certezza che “Cristo è davvero risorto“.

La vita ha vinto la morte. La misericordia e l’amore hanno vinto sul peccato!” è questo il “grande mistero della risurrezione del Signore“: “in questo Anno giubilare siamo chiamati a riscoprire e ad accogliere con particolare intensità il confortante annuncio della risurrezione: «Cristo, mia speranza, è risorto!» – ha dunque aggiunto il Vescovo di Roma – Possiamo guardare con occhi e cuore nuovi ad ogni evento della nostra vita, anche a quelli più negativi: i momenti di buio, di fallimento e anche di peccato possono trasformarsi e annunciare un cammino nuovo. Quando abbiamo toccato il fondo della nostra miseria e della nostra debolezza, Cristo risorto ci dà la forza di rialzarci. Se ci affidiamo a Lui, la sua grazia ci salva!“.

Tuttavia, ha ricordato “c’è bisogno di fede e di speranza per aprirsi a questo nuovo e meraviglioso orizzonte. E noi sappiamo che la fede e la speranza sono un dono di Dio, e dobbiamo chiederlo: “Signore, dammi la fede, dammi la speranza! Ne abbiamo tanto bisogno!”.

Testimone silenziosa degli eventi della passione e della risurrezione di Gesù fu Maria. Lei è stata in piedi accanto alla croce: non si è piegata di fronte al dolore, ma la sua fede l’ha resa forte“, ha dunque concluso Papa Francesco, “Nel suo cuore straziato di madre è sempre rimasta accesa la fiamma della speranza. Chiediamo a Lei che aiuti anche noi ad accogliere in pienezza l’annuncio pasquale della risurrezione, per incarnarlo nella concretezza della nostra vita quotidiana“.

Share Button

3 Commenti

Celia Iniesta il 3 Aprile 2016 alle 11:52 pm.

Que Dios nos bendiga a todos con su gracia.

Rispondi

Isabella il 29 Marzo 2016 alle 6:33 pm.

****Grazie…..Ciao!…proprio a Pasqua pensavo,meglio mi domandavo,se e quante persone credono ai mari e ai fiumi che si aprono…..se credono che Gesu’ e’ vivo!…Voglio scrivere qui un’amenita’,insignificante,ma….che dice….Dall’eta’di 14 anni fino ai miei 40 suonati,mi vestivo come una suora laica!Gonnellone lunghe sempre di scuro,niente pantaloni,nonostante una formazione e poi,una professione artistica,uno pseudo matrimonio….e 2 figli.E lo sai perche’???Perche’ una povera donna dentro una chiesa,mi aveva voluto dire che la moda non piaceva a DIO!Ecco, terrorizzata che la Madonna smettesse di amarmi,mi sono imposta una modestia da disincarnata,visibilissima…ma che mi ha anche,sicuramente preservato e,custodito.DIO e’GRANDE!!Poi,molto poi,per dare un esempio equilibrato e sobrio,a mia figlia di 10 anni,me la sono piantata!!…E la MADONNA*Lei…la mia adorata,mi ama enormemente,TE lo assicuro**Il Cielo e’delicatissimo,con me,per quanto,invece,sono duri gli uomini.
Tu sei suono e canto nel cuore..meglio del principe ignoto Calaf
Lo SPIRITO SANTO TI RIEMPIA di SE’*****
Isabella

Rispondi

Ivana Barbonetti il 29 Marzo 2016 alle 6:07 pm.

Santo Padre, io come madre mi rivolsi subito a Maria, mentalmente Le parlavo fiduciosa che Lei come Mamma mi capiva, piano piano nel mio cuore e’ nato forte e deciso l’amore per il figlio Suo, Gesu’, nel cuore scopersi anche la figura di Giuseppe, Lui protesse Maria e Gesu’.– Con il loro aiuto invisibile ma reale, imparai a amare Dio Padre, oggi spontaneamente Lo chiamo Padre, lo sento vicino come un padre, faccio attenzione a non cadere nel peccato perché non voglio offendere il Suo amore, questo per me e’ il segno che Gesu’ e’ risorto in me, questo auguro a tutte le sorelle e fratelli che Lo stanno cercando con cuore sincero affinche’ anche in loro avvenga questa meraviglia.——Ivana Barbonetti.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.