Il cristiano deve avere la forza e il coraggio di affidarsi al Signore

Il cristiano deve avere la forza e il coraggio di affidarsi al Signore

La Chiesa è piena di cristiani sconfitti, che non credono in questo, che la fede è vittoria; che non vivono questa fede” con queste parole, nel corso della riflessione mattutina odierna, venerdì 10 gennaio 2014, Papa Francesco ha voluto introdurre il discorso sull’affidamento che l’uomo fa nei confronti dell’amore di Dio.

La fede è un dono, ha ribadito Papa Francesco nel corso dell’omelia in Santa Marta, e come tale va vissuta completamente, credendo nella stessa, altrimenti il tutto si riduce a una serie di gesti vuolti.

Quando diciamo “credo, credo in Dio, credo in Gesù Cristo, credo…” dovremo domandarci infatti “Io credo in quello che dico?” O tutto questo è una ripetizione mnemonica, priva di alcun reale valore che dico perché sono stato abituato a dirlo?

Una cosa è recitare il Credo dal cuore e un’altra come pappagalli, no?” ha precisato Papa Francesco. Si tratta di confessare la fede davvero, non a metà; si tratta di affidarsi a Dio.

E proprio l’affidamento a Dio è la misura che ci permette di comprendere se stiamo vivendo appieno e correttamente la nostra fede o meno.”L’uomo o la donna che ha fede si affida a Dio: si affida! – ha quindi detto il Pontefice – Paolo, in un momento buio della sua vita, diceva: ‘Io so bene a chi mi sono affidato’.

L’uomo che vive appieno la fede è capace di lodare Dio in modo completo; egli si affida pienamente a Dio e su di Lui radica la sua speranza: getta questa ancora, che è la speranza, direttamente su Dio in modo da mantenere sempre saldo il contatto con il Signore.

Ma se noi non crediamo appieno a quello che diciamo, se noi ripetiamo le cose come pappagalli, terminiamo per allungare con dell’acqua la nostra fede. “Ci sono tanti cristiani con una speranza con troppa acqua, non forte: una speranza debole. – ha quindi concluso Papa Francesco – Perché? Perché non hanno la forza e il coraggio di affidarsi al Signore.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

16 Commenti

veronica herrera il 14 Gennaio 2014 alle 3:10 pm.

buenos dias yo se q mi padre DIOS existe pero x lo q estoy pasando hace q mi fe tambalee paso a contarles MI DIOS TODO PODEROSO ME DIO LA INMENSA BENDICION DE TENER 3 HIJOS HERMOSOS PERO EL 25/12/2013 A LAS 13:47 EN UN ACCIDENTE DE TRANSITO LA DESGRACIA LLEGO A MI VIDA,NO ENTIENDO XQ MI DIOS TODO PODEROSO ME QUITO A UNO D MIS HIJOS MI MAXIMILIANO HERRERA TENIA 16 AÑITO RECIEN TODA UNA VIDA X DELANTE ESTABA LLENO DE PROYECTOS Y UNA INMENSAS GANAS D VIVIR EN SUS 16 AÑOS JAMAS TUVE QUEJAS DE MI EXELENTE HIJO A LO SUMO Q X AHI SE PORTABA UN POQUITO MAL EN EL COLEGIO NADA MAS;SU CORAZON ERA MUY BONDADOSO Y CARISMATICO SIEMPRE FUE SOLIDARIO TENGO MILLONES D PREGUNTAS Y NINGUNA RESPUESTA NO PREGUNTO XQ AMI? SOLO PREGUNTO A MI DIO PADRE XQ ME QUITASTE A MI CHIQUITO TAN HERMOSO Y D ESA MANERA TAN BRUSCA X FAVOR NECESITO UNA RESPUESTA MI ALMA SE VA CONSUMIENDO DIA A DIA Y LA VERDAD Y CONFIANZA LA SIENTO CADA VEZ MAS LEJOS

Rispondi

Giuseppe il 16 Gennaio 2014 alle 10:32 am.

TRADUZIONE MECCANICA

CONTEO DE CRISTO EN USTED
 
Sólo Cristo puede dar fe,
pero usted puede dar su testimonio.
    Sólo Cristo puede dar esperanza,
    pero se puede dar confianza a tus hermanos.
Sólo Cristo puede dar amor,
pero usted puede enseñar a otros a amar.
    Sólo Cristo puede dar la paz,
    pero se puede sembrar la unión.
Sólo Cristo puede dar la fuerza,
pero usted puede apoyar a los desalentados.
    Sólo Cristo es el camino,
    pero se puede indicar a los demás.
Sólo Cristo es la luz,
pero usted puede hacer que brille para que todos lo vean.
    Sólo Cristo es la vida,
    pero se puede dar a los demás el deseo de vivir.
Sólo Cristo puede hacer lo que parece imposible,
  pero se puede hacer lo que pueda.
    Sólo Cristo es suficiente por sí mismo,
    pero él prefiere confiar en usted.
                                     anónimo

Rispondi

Giuseppe il 14 Gennaio 2014 alle 10:19 am.

Anche Napoleone, il grande Napoleone ammazza preti, la pensava come lei. Ma, alla fine dei suoi giorni, sa cosa fece? Chiese al papa un prete per confessarsi. 🙂

Il grande Napoleone che chiede al Santo Padre, un prete per confessarsi. Anche questo è un fatto storico. Quanto mi piacerebbe vederla faccia a faccia con don Bosco o… con il Santo curato d’Ars.

Non faccia trascorrere tanto tempo, si confessi, parli con un prete. L’ora nessuno la conosce. Non si lasci cogliere impreparato. Pensi a Napoleone, il grande stratega, il grande generale. Eppure…

Tenga sempre un lumicino acceso.

Ciao guagljù. 🙂 🙂 🙂

Rispondi

Giuseppe il 14 Gennaio 2014 alle 12:00 am.

Quello che descrive è il suo dio. Il nostro Dio è Paziente e soprattutto MISERICORDIOSO.

Ciao guagljù. 🙂

Rispondi

BRUNO il 14 Gennaio 2014 alle 9:36 am.

Quello che descrive è il suo dio. Il nostro Dio è Paziente e soprattutto MISERICORDIOSO
IL VOSTRO DIO E MALVAGGIO . E LA RELIGIONE CATTOLICA E ANCORA PEGGIO. IO PARLO CON FATTI STORICI, LEI PARLA SOLO PARCHE E IL PAPA CHE A SCELTO PER LEI
L’IRA DI DIO NON RISPARMIA NESSUNO : BAMBINI, GIOVANI,E ANZIANI. CREDENTI E NON CREDENTI, BUONI E CATTIVI. TUTTI DOVRANNO SOFFRIRE NESSUNO SCAPPERA ALLA MIA SADISTICA IRA.IO IL VOSTRO DIO VI TORMENTERO CON ORRENDI DOLORI FISICI E MENTALI.VOI STRISCIARETE PER TERRA COME DELLE SERPI. NESSUN SCIENZIATO POTRA MAI SCOPRIRE UN FARMACO CHE ALLIEVI IL DOLORE. VENITE IN QUESTO MONDO PIANGANDOIO E PIANGENDO VE NE ANDRETE SONO IN COMANDO. IO IL VOSTRO DIO MI NUTRO, GODO E MI DIVERTO CON LA VOSTRA SOFFERENZA. QUESTA SOFFERENZA SARA IN PERPETUO.QUESTA E LA REALTA DELLA VITA. BRUNO CECCO.

Rispondi

BRUNO il 13 Gennaio 2014 alle 8:52 pm.

Assunta on gennaio 13, 2014 at 7:54 pm.

Che il Signore abbia Misericordia su di te. E pregherò per te. ASSUNTA PUOI PREGARE FIN CHE VUOI.NIENTE CAMBIERA, E PIU DI 2000. ANNI CHE PREGHIAMO, NIENTE A CAMBIATO. BISOGNA ACCETTARE TUTTO QUEULLO CHE VIENE, PURTROPPO I CATTOLICI ROMANI ANNO SOLO PAURA .I CATTOLICI NON ANNO FADE

Rispondi

Vincenza Buscio il 11 Gennaio 2014 alle 11:41 am.

Riflessione:
La fede, che cos’è la fede? E’ una virtù teologale che noi riceviamo in dono da Dio, assieme a speranza e carità, al momento del battesimo. La fede è un atto dell’intelletto che, illuminato dalla grazia attuale, spinge la volontà a dare il suo assenso. La fede se corroborata dai Sacramenti e la preghiera, ci immette nella volontà SS. di Dio e così l’uomo può fare azioni meritevoli perché è il Signore stesso che agisce, tramite l’opera dello Spirito Santo, nella nostra vita. L’uomo di fede vive nella luce anche se attorno a lui vi sono tenebre, l’uomo di fede sa amare a dismisura perché vive dello stesso amore che Gesù è venuto a portare nel mondo: “amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi”. La fede ci aiuta ad essere testimoni di Gesù Cristo sia nelle verità rivelate: “Incarnazione, Passione, Morte e Resurrezione” che nella presenza di Cristo Gesù nella SS. Eucarestia: “Farmaco d’immortalità, Medico e Medicina dell’anima e del corpo”. Signore, aiutami a comprendere, ad amare, a saper perdonare, ad essere piccola, semplice, la tua bambina bisognosa del tuo aiuto. Signore Gesù accresci la mia fede, fa che Maria SS., Madre tua e Madre nostra per tua infinita misericordia e bontà, possa illuminare sempre il nostro cammino, Lei che è vissuta sempre immersa nella luce della fede, Lei che si è fidata fin dall’inizio della Parola di Dio tanto da dare il suo assenso a rivestirla della sua carne mortale, nel suo grembo Immacolato e benedetto. Trinità aiuta tutti noi figli a vivere sempre immersi nella luce della fede per poterti amare sempre più, poterti testimoniare nel quotidiano e aiutare tanti fratelli a ritornare all’ovile, anche con la nostra semplice e povera preghiera. Amen.

Rispondi

lola salido perez il 11 Gennaio 2014 alle 7:12 pm.

traduzcan por favor se lo pido

Rispondi

Giuseppe il 11 Gennaio 2014 alle 8:08 am.

Padre Santo, nel nome di Gesù manda il tuo Spirito a rinnovare il mondo. 🙂

Rispondi

BRUNO il 10 Gennaio 2014 alle 8:55 pm.

CI VUOLE MENO FEDE MENO CORAGGIO E PIU FATTI, PER RISOLVERE I PROBLEMI PEL MONDO,
POVERI ITALIANI : Il grande traditore Benito Mussolini ci a venduti allo stato Vaticano firmando i patti Lateranensi poi ci a traditi scappando in Svizzera con la divisa tedesca. ( Per questo tradimento e perdonato.) Pero per avendoci venduti al vaticano per 40 anni, questo non si puo perdonare.
Il patto Lateranense a provocato una catastrofe mentale per l’Italiani. La chiesa cattolica Romana ci a indottrinati ci a rubato il cervello, ci a fatto credere tutto quello che loro volevano farci credere per il loro interesse.Il Romano Cattolicesimo .in Italia e specialmente in America latina, e diventato un simbolo di ridicolo.anche il Cardinale Martini disse che la religione cottolica romana e una religione vecchia medioevale ed e 200 anni addietro.I cattolici sono dei IDEOLATRI pregano le ossa di san Pietro , pregano la lingua di SAN ANTONIO DI PADOVA, UNA VERA VERGOGNA.

Rispondi

g. il 10 Gennaio 2014 alle 10:38 pm.

…sei lontano mille miglia dalla verità.. Pregheremo per te.

Rispondi

BRUNO il 11 Gennaio 2014 alle 7:21 pm.

MERTIN LUTHER , AVEVA CAPITO CHE LA CHIESA CATTOLICA ROMANA , BISOGNAVA RIFORMARLA , PURTROPPO IL DITTATORE DEL PAPA NON NE VOLLE SAPERE, E ALLORA MARTIN LUTHER LASCIO ROMA E CREO IL PROTESTANTESIMO, AVRETE NOTATO CHE LA NAZIONI PROTESTANTI SONO MOLTO MOLTO PIU AVANZATE, PIU RICCHE ,DI NOI CATTOLICI E NOI CRISTIANI ROMANI ANDIAMO A QUADAGNARSI IL PANE NELLE NAZIONI PROTESTANTI.CIAO ALLA PROSSIMA, MI SALUTI LA MADONNA QUANDO APPARE.QUI DA NOI LA MADONNA NON APPARE FORSE LA MADONNA A PAURA DEI PROTESTANT.

Rispondi

Assunta il 13 Gennaio 2014 alle 7:54 pm.

Che il Signore abbia Misericordia su di te. E pregherò per te.

Rispondi

BRUNO il 11 Gennaio 2014 alle 8:37 pm.

LEI E IO NON SAPPIAMO COSA SIA LA VERITA. LA DIFFERENZA FRA NOI DUE E CHE IO POSSO CERCARE LA VERITA PERCHE NON LO ANCORA TROVATA.,LEI NON CERCA LA VERITA PERCHE IL PAPA A TROVATO LA VERITA PER VOI CATTOLOCI .IL CATTOLICI SONO DEI IDEDLATRI.

Rispondi

Vincenza Buscio il 12 Gennaio 2014 alle 1:35 am.

Ho letto quanto hai scritto e rispetto le tue idee, anche se non le condivido in toto perché, come tu ben sai, la Chiesa è santa e peccatrice: santa perché animata dallo Spirito Santo, peccatrice perché guidata da uomini e, perciò, in quanto tali, possono sbagliare. Io sono credente e praticante e non per sentito dire, ma perché ho sperimentato nella mia esistenza di sposa, madre, vedova ed ora anche nonna la presenza di Dio che, in Gesù Cristo, si fa nostro compagno di viaggio; la presenza della Mamma di Gesù che si prende cura di ogni creatura e, ancora oggi, soffre per ogni creatura che si allontana dalla fede. La vita che vivo nella fede non è per sentito dire, ma la vivo nella consapevolezza che il Signore è vicino a ciascuno di noi e si fa nostro compagno di viaggio. Sono mamma di 5 figli di cui una suora Passionista; nell’89 resto vedova, ma il Signore, nella sua infinita bontà ha avuto pietà di me e dei miei figli e, da quel momento, si è preso cura di me e dei miei ragazzi. Oggi, a distanza di molti anni i miei figli sono quasi tutti sposati e sistemati e sono anche nonna. Non potrò mai ringraziare abbastanza il Signore che con cuore di Padre, insieme a Maria, Madre di Gesù e Madre nostra, si sono presi cura di me e dei ragazzi. Il tempo che ho disponibile è per il Signore cercando di essere suo povero strumento d’amore: Seguo in Parrocchia un Gruppo di Preghiera “Figli dell’Addolorata” con preghiera settimanale, adorazione Eucaristica il giovedì, dove preghiamo per le vocazioni e per i Sacerdoti che siano sacerdoti secondo il cuore di Cristo; preghiamo anche per la conversione dei cuori, per gli ammalati…; porto ogni settimana la Comunione agli ammalati, sono catechista e, da questo mese, insieme agli altri membri del Gruppo di Preghiera faremo dei Cenacoli di Preghiera nelle famiglie.
Caro fratello in Gesù, ti prego di non guardare ciò che ci divide dalla fede in Dio, guarda invece ciò che ci unisce e prega per ciò che tanto ti angustia; prega per la conversione dei cuori, in modo particolare per coloro che il Signore ha scelto come guida del suo Gregge affinché siano guide secondo il cuore di Cristo, siano veri Pastori. Oggi, giorno di Preghiera, abbiamo pregato per te e per quelli che come te cercano una risposta ai tanti perché che purtroppo si verificano. Possa lo Spirito Santo illuminare la tua mente, infiammare il tuo cuore e ti faccia comprendere che malgrado la nostra fragilità, malgrado la nostra povertà tutti siamo amati di un amore particolare da Dio che, come il Padre del figliol prodigo, aspetta sempre il nostro ritorno.

Rispondi

simonetta il 10 Gennaio 2014 alle 8:42 pm.

Affidamento coraggio fede e tanta forza mio amato francesco le ho sempre avute , confido nel signore ma i risvolti della quotidianita,’e dei seri problemi economici di tutti scoraggiano un po’ ,so che il signore arriva anche dove non può’ arrivare, lo so ma mi auguro che le mie preghiere siano ascoltate..

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.