Il Signore ci prepara da tempo, cammina con noi, preparando gli altri!

Il Signore ci prepara da tempo, cammina con noi, preparando gli altri!

Come il Signore, con tante persone che ha, pensa a me?” forse la domanda potrebbe sembrare banale ma a ben pensarci la risposta non è poi tanto semplice. Papa Francesco, ha dedicato l’intera omelia in Casa Santa Marta di oggi lunedì 13 gennaio nello spiegare come il Signore pensa a noi.

In effetti nella riflessione quotidiana Papa Francesco pone l’attenzione sul fatto che ogni persona è il frutto di un preciso progetto di Dio: il Signore ci ama così tanto da averci voluto esattamente come ognuno di noi è, con i nostri pregi e i nostri difetti.

E ci ama anche nonostante i nostri peccati i quali non impediscono mai un futuro diverso: “pensiamo al grande Davide, un grande peccatore e poi un grande santo” ha detto il Pontefice. E questo è possibile perché “il Signore sa!” ma questa conoscenza non deriva da una previsione del futuro, ma dal Suo amore eterno, dal fatto che da generazioni ci ama benché non fossimo ancora nati.

L’amore di Dio supera le barriere del tempo, così come lo percepisce l’uomo, e ci insegna che “da tante generazioni il Signore ha pensato a noi, a ognuno di noi!

Pensiamo alla genealogia di Gesù Cristo, a quella lista – ha quindi continuato il Vescovo di Roma – questo genera questo, questo genera questo, questo genera questo… In quella lista di storia ci sono peccatori e peccatrici. Ma come ha fatto il Signore?

Semplice: “quando le cose non vanno bene” ha spiegato Papa Francesco “Lui si immischia nella storia” e sistema le cose ma poi non ci lascia soli, no! Continua e “va avanti con noi“!

Così ha fatto anche con ognuno di noi, ha proseguito il Pontefice, il Signore “ha preparato la strada a me! Con le nostre mamme, le nostre nonne, i nostri padri, i nostri nonni e bisnonni…

È questo il modo di fare del Signore, il suo modo di agire ma è questo anche il suo modo di amare: “è questo il suo amore: concreto, eterno e anche artigianale“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

8 Commenti

urbinati giorgio il 15 Gennaio 2014 alle 7:31 am.

è verissimo il Signore porta ogni pecora smarriti sulle Sue spalle e questo lo sperimentato Grazie mio Dio mio Signore

Rispondi

Lucyna Chrobot il 15 Gennaio 2014 alle 6:26 am.

Papa Francis è un pilastro e l’unica consolazione in questo Vale terrena. Rendiamo grazie a Dio per questo!Noi preghiamo ogni giorno per il Papa, Francis

Rispondi

Vincenza Buscio il 14 Gennaio 2014 alle 8:05 pm.

Ti ringrazio Signore perché mi ami così come sono fin dall’eternità, ti amo dal profondo del mio nulla e desidero fare sempre e ovunque la tua SS. Volontà; Signore, accresci la mia fede!

Rispondi

paolo il 14 Gennaio 2014 alle 6:00 pm.

la ringrazio molto per la sue parole, e’ vero quello che a detto il

signore ci guida , vede i nostri sbagli i nostri peccati e ci prende

per mano. ho vissuto questo sulla mia vita.

Rispondi

stefania boffelli il 14 Gennaio 2014 alle 10:01 am.

ha ragione papa francesco grazie per il consiglio utile boffellistefania@infinito.it

Rispondi

stefania boffelli il 14 Gennaio 2014 alle 10:00 am.

purtroppo i giovani di oggi ricevuti i sacramenti battesimo comunione e cresima abbandonano il signore e anche le persone adulte un po’ per pigrizia un po’ per maltempo lo abbandonano pure quelle anche se nostro signore ha fatto tanto bene per noi grazie papa francesco di esistere ti sono vicino
boffellistefania@infinito.it

Rispondi

Giuseppe il 14 Gennaio 2014 alle 11:13 am.

E’ bello sentire le sue parole … in questo mondo dove non si hanno più riferimenti riesce con le sue parole a non farci sentire soli.

Rispondi

viorica sandu il 13 Gennaio 2014 alle 8:56 pm.

DIO come sono felice di questo Papa qunto semplicita nelle parole fa capire a tuti che vorebbe dire e questa la vera inteligenza sono convinta piu che mai che non siamo soli voglio spalancare le porte per chedermi perdono se qualche volta lo dimenticato grazie a tuto che fatte per noi

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.