Il Signore è in cammino con noi per ammorbidire il nostro cuore

Il Signore è in cammino con noi per ammorbidire il nostro cuore

La salvezza non si compra, non si vende: si regala. È gratuita” ha dichiarato Papa Francesco nel corso della riflessione mattutina in Casa Santa Marta spiegando che la salvezza è la meta di quel cammino che il Signore compie con ognuno di noi.

Il Signore è in cammino con noi” dicono le Letture, per un fine specifico, aggiunge il Pontefice, quello di “ammorbidire il nostro cuore“. La seduzione di Satana, infatti, ci spinge verso una “superbia sufficiente” che ci fa credere di poterci salvare da soli, facendoci come Dio ma ottenendo in verità l’allontanamento da Dio, come ricorda l’icona di Adamo ed Eva che per effetto del loro comportamento vengono allontanati dal Paradiso.

Tuttavia, nonostante l’uomo si ponga da solo su questo cammino che lo allontana da Dio, non viene abbandonato da Signore, che anzi interviene stringendo un patto con il suo Popolo, facendo una promessa di redenzione e camminando assieme allo stesso. Così quel “cammino che è incominciato con una disobbedienza” ha detto il Papa “finisce con una obbedienza” ovvero con il sì di Maria all’Annuncio dell’angelo.

La presenza costante e continua di Dio lungo questo cammino non è un caso: il Signore stesso dice, nelle Letture, che “è in cammino con il suo popolo… per ammorbidire il nostro cuore“. Ma perché il Signore fa questo? Egli ci offre la possibilità di “ammorbidire il nostro cuore per ricevere quella promessa che aveva fatto nel Paradiso. Per un uomo è entrato il peccato, per un altro uomo viene la salvezza – ha spiegato il Pontefice – E questo cammino tanto lungo aiutò tutti noi ad avere un cuore più umano, più vicino a Dio, non tanto superbo, non tanto sufficiente“.

È proprio questo che impariamo dal leggere la storia del Popolo di Dio: “la salvezza non si compra, non si vende: si regala. E’ gratuita. – ha concluso Bergoglio – Noi non possiamo salvarci da noi stessi: la salvezza è un regalo, totalmente gratuito“.

Non si compra con il sangue né di tori né di capre: non si può comprare.” ha quindi precisato il Vescovo di Roma “Soltanto, per entrare in noi questa salvezza chiede un cuore umile, un cuore docile, un cuore obbediente. Come quello di Maria“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

6 Commenti

Giovanni Miragli il 29 Marzo 2014 alle 8:31 pm.

Io non so come sia capitato a te, so com’è capitato a me.
Dio è giunto al mio cuore come una grande parabola.
Tutto ciò che mi circondava mi parlava di Lui,
il cielo mi parlava di Lui, la terra mi parlava di Lui,
il mare mi parlava di Lui. Era come un segreto nascosto
in tutte le cose visibili e invisibili. Era come la soluzione a tutti i problemi.
Era il Personaggio più importante che entrava nella mia vita
e con cui avrei dovuto vivere per sempre.
Non ho mai avuto difficoltà a sentire la presenza di Dio,
specie da piccolo. Mi sarebbe parsa così strana
e così inverosimile la sua assenza.
Ma ora in questi giorni di tribolazione faccio fatica a sentirlo nonostante i miei sforzi o paura del domani non so che altro mi riserva la paura e di non essere degno di lui e della mia famiglia che lui mi ha affidato ti prego aiutami nelle tue preghiere a superare le mie paure sei la mia speranza papa franscesco che DIO ti benedica ciao

Rispondi

LIBORIO il 28 Marzo 2014 alle 5:20 pm.

caro Papa Francesco aiuta la mia azienda , che giorno per giorno va sempre in calo. Ho un bambino piccolo e moglie e ci sono giorni che non riesco nemmeno a mandare avanti la famiglia , per i troppi debiti che mi ritrovo. non si trova neanche lavoro in giro, in caso volessi chiudere la mia attività. Ti chiedo di ascoltare la mia richiesta e di meditare su quanto detto grazie

Rispondi

Lucyna Chrobot il 28 Marzo 2014 alle 12:35 pm.

Vi ringrazio e ansiosi di Papa San Francesco nel 2016 a Cracovia

Rispondi

eleonora il 28 Marzo 2014 alle 8:16 am.

Buongiorno Papa Francesco, attraverso te mi arrivano schiette e amorose le Parole del Signore. In questo periodo doi Quaresima ho iniziato e proseguo il mio cammino di conversione. Un cammino verso Dio, verso la salvezza. E’ vero il Signore non mi abbandona, Egli mi indica la strada che porta fino a Lui, mi abbraccia teneramente e attraverso la sofferenza e le amarezze ma anche le gioie della mia vita mi sta accanto.
Caro Papa prega per noi. Io prego per te.

Rispondi

Lucyna Chrobot il 28 Marzo 2014 alle 6:29 am.

La salvezza è lo scopo del mio viaggio, mia vita, dove accompagnato dal Signore Dio. Voglio essere un cuore umile, sottomesso come Maria.

Rispondi

Francesco il 27 Marzo 2014 alle 6:03 pm.

La salvezza che Dio ci offre è un’opportunità enorme x vivere gioiosi in eterno. Dobbiamo riuscire ad eliminare le paralisi spirituali che sono date da pensieri negativi x esempio la vendetta verso qualcuno e/o dalle tentazioni a cui Satana ne trae frutto. Ebbene lasciamo che Dio ci guidi verso la strada giusta. Verso la salvezza. Amen

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.