Impariamo a pregare come Abramo e a fidarci delle promesse di Dio

Prosegue la catechesi di Papa Francesco incentrata sulla preghiera, concentrandosi oggi, dalla Biblioteca del Palazzo apostolico, al modo di pregare del primo patriarca raccontato nella Bibbia: Abramo.

Come riporta il libro di Genesi, Dio chiede ad Abramo di lasciare tutti i suoi beni e di partire per una nuova terra, che sarà sua e della sua discendenza “e Abramo parte. Ascolta la voce di Dio e si fida della Sua parola. Si fida di una parola, sottolinea il Pontefice “Abramo è dunque l’uomo della Parola. Quando Dio parla, l’uomo diventa recettore di quella Parola e la sua vita il luogo in cui essa chiede di incarnarsi”.

Tutta la vita di Abramo sarà caratterizzata dal suo continuo dialogo con Dio e dal suo totale affidamento alle Sue parole e promesse. E come è stato per lui, allo stesso modo, chiede Francesco, lo è per noi?

E’ -Il mio Dio-, il Dio che mi accompagna, il Dio della mia storia personale, il Dio che guida i miei passi, che non mi abbandona, il Dio dei miei giorni?

E in che modo Abramo pregava? Con delle azioni, innanzitutto,“uomo del silenzio, ad ogni tappa costruisce un altare al Signore[…] Abramo non edifica un tempio, ma dissemina il cammino di pietre che ricordano il transito di Dio.”

E quando il Signore mantiene una delle Sue promesse, dandogli un figlio, continua a mostrare la sua fedeltà accettando la Sua richiesta di sacrificarlo, nonostante viva in quel momento “la fede come un dramma, come un camminare a tentoni nella notte, sotto un cielo questa volta privo di stelle. E tante volte succede anche a noi, di camminare nel buio, ma con la fede.”

E’ questo l’insegnamento: “impariamo a pregare con fede: ascoltare il Signore, camminare, dialogare fino a discutere”. Si, anche discutere, proprio come un figlio fa con il suo papà.

Share Button

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.