La Chiesa pellegrina verso il Regno

La Chiesa pellegrina verso il Regno

Nel corso della consueta catechesi del mercoledì, in Piazza San Pietro, Papa Francesco, continuando il proprio ciclo di catechesi sulla Chiesa ha parlado della Chiesa pellegrina verso il Regno, spiegando cosa è il Regno dei Cieli e chiarendo che il Paradiso, nuova creazione che Dio ci ha promesso nella Rivelazione, non è un luogo ma uno stato dell’anima.

Il Regno è già dentro di noi. Camminiamo verso l’incontro con Dio, con il Padre, con il Figlio e con lo Spirito Santo, che è la pienezza del Regno.

Come ben dice il Concilio Vaticano II, la Chiesa non è una realtà statica, ma continuamente in cammino attraverso la storia verso la meta ultima e meravigliosa, che è il Regno dei Cieli, del quale la Chiesa è sulla terra il seme e l’inizio.

In questo cammino, è bello percepire la comunione tra la Chiesa del cielo, che ci sostiene con la sua intercessione, e noi che nell’Eucaristia siamo invitati a pregare per le anime che attendono la felicità eterna.

Dal punto di vista cristiano, la distinzione non è tra coloro che sono morti e quelli che sono vivi, ma tra coloro che sono in Cristo e chi non è con Cristo; questo è l’elemento fondamentale e decisivo per la nostra felicità.

Anche se non sappiamo il momento in cui verrà la fine del creato, sappiamo dalla Rivelazione che Dio ci prepara una nuova terra, nella quale abiterà la giustizia e la felicità ricolmerà il cuore umano in modo sovrabbondante.

Questo è il “Paradiso”, che non è un luogo, ma uno “stato” in cui le nostre speranze saranno davvero piene, una nuova creazione, con la pienezza dell’essere, verità e bellezza, libera da ogni male e dalla morte stessa.

Queridos hermanos y hermanas:

En la catequesis de hoy reflexionamos sobre la Iglesia que peregrina hacia el Reino. El Reino ya está dentro de nosotros. Vamos caminando hacia el encuentro con Dios, con el Padre, el Hijo y el Espíritu Santo, que es la plenitud del Reino.

Como bien afirma el Concilio Vaticano II, la Iglesia no es una realidad estática, sino que camina continuamente en la historia hacia la meta última y maravillosa que es el Reino de los Cielos, del cual la Iglesia es en la tierra su semilla e y su inicio.

En este camino, es hermoso percibir la comunión entre la Iglesia del cielo, que nos sostiene con su intercesión, y nosotros, que en la Eucaristía estamos invitados a ofrecer oraciones por las almas que se encuentran a la espera de la felicidad eterna.

Desde la perspectiva cristiana, la distinción ya no es entre quien está muerto o quien no lo está, sino entre quien está con Cristo y quien no está con Cristo; éste es el elemento fundamental y decisivo para nuestra felicidad.

Aunque no sabemos el tiempo en el que llegará el fin de todo lo creado, sabemos por la Revelación que Dios nos prepara una nueva tierra, donde habitará la justicia y la felicidad saciará de manera sobreabundante los deseos del corazón del hombre.

Esto es el “Paraíso”, que no es un lugar sino un “estado”, donde nuestras esperanzas serán verdaderamente colmadas, en una nueva creación, con plenitud de ser, verdad y belleza, libre de todo mal y de la misma muerte.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

8 Commenti

antonia il 14 Dicembre 2014 alle 7:51 pm.

SEI BELLISSIMO PAPA FRANCESCO QUANDO RIDI

Rispondi

teodora il 27 Novembre 2014 alle 6:29 pm.

Dalle Riflessioni è scomparso “Papa Francesco all’Europa: basta sprechi e centralità dell’uomo”
Si pensa così di salvare il …….. lasciandolo, però, parlare a sbafo su altre pagine?!
E’ rimasto prova di tutto .

Rispondi

Marilena il 27 Novembre 2014 alle 10:48 am.

Buona giornata.

Rispondi

Marilena il 27 Novembre 2014 alle 10:47 am.

E’ bene essere figli di Dio per camminare nel sentiero della verità ,essere gioiosi nell’amore del Padre e per il Padre che sempre ci accompagna nella nostra vita e vuole se restiamo con Lui salvarci tutti. Dobbiamo essere testimoni tutti della sua parola perche’ siamo tempio dello Spirito Santo che Dio a elargito ad ognuno. Seguiamo il buon esempio del Buon Pastore comportandoci da pecore degne del Suo amore misericordioso. Cristo ci ha amati per primi e continua ad amarci per effondere in noi il suo Spirito di bontà infinita.

Rispondi

jacqueline il 27 Novembre 2014 alle 12:25 am.

Condivido che il Paradiso, come l’Inferno siano già vissuti interiormente in ciascuno di noi: agisco bene sono nella gioia, agisco male, sento il peso della colpa – rimorso. Comunque, credo siano anche un luogo. Altrimenti come spiegare la visone beatifica, la Risurrezione di Cristo e l’Assunzione di Maria in anima e corpo? Come spiegare la risurrezione della carne, pregata nel Credo? Come spiegare a Chiesa trionfante che loda eternamente Dio insieme alle schiere degli Angeli? Sappiamo per fede certa che sono i messaggeri di Dio, e stanno innanzi al suo ‘trono’. Non si può certo dire che loro non siano in un luogo, certo lontano dalla nostra immaginazione di ‘luogo’ altra dimensione ma sempre luogo.

Rispondi

Chiara il 27 Novembre 2014 alle 12:16 am.

Grazie papa Francesco le tue parole sono sempre di conforto,che Dio ti benedica sempre per l’amore che trasmetti

Rispondi

Lucia il 26 Novembre 2014 alle 10:34 pm.

Che meraviglia questa nuova illuminazione che ci apri davanti, intorno, nel cuore, nella mente, nello Spirito, caro Papa Francesco!
E’ una vita nuova con un calore intorno di comprensione e d’amore e d’apertura all’infinito che crea attimi illuminati della vita qui, ora.
Grazie. Che tu sia sempre benedetto Santo Padre per il bene che dai e fai…

Rispondi

laura il 26 Novembre 2014 alle 9:11 pm.

PAPA “FRANCESCO”: OGNI VOLTA CHE TI VEDO MI COMMUOVO!!!!!!!
SENTO UN GRANDE DESIDERIO DI INCONTRARTI. SONO STATA ALL’UDIENZA GENERALE NEL MESE DI MAGGIO,TROPPO POCO IL TEMPO TRASCORSO MENTRE SALUTAVI TUTTI CON TANTO AMORE’!!!!! PREGO E CREDO NELLA SPERANZA DI AFFRONTARE LA SOFFERENZA DELLA PERDITA DI MIA FIGLIA BARBARA CON LA TUA PRESENZA NEL MIO CUORE!!!!!

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.