La Settimana Santa di Papa Francesco

La Settimana Santa di Papa Francesco

La Settimana Santa è il più importante periodo liturgico dell’anno, un momento ricco di appuntamenti e particolarmente intenso a livello spirituale. Il culmine della Settimana Santa sarà il Triduo pasquale, che inizia il giovedì Santo e termina nella domenica di Pasqua. È questo il tempo nel quale la Chiesa celebra gli eventi del Mistero pasquale di Gesù Cristo e, come Papa Francesco ha ricordato durante l’omelia della Domenica delle Palme, è anche il periodo in cui ogni cristiano è invitato a meditare sull’Amore di Dio e sulla sua Misericordia.

È proprio nel Triduo pasquale che Gesù verrà “venduto, tradito, falsamente accusato, insultato, frustato, preferito a un omicida, inchiodato sulla croce e infine marchiato con l’infamia da una esecuzione riservata alla feccia della società” ma è altrettanto vero che è sempre nel Triduo pasquale che Gesù “rivela il volto vero di Dio, che è misericordia. Perdona i suoi crocifissori, apre le porte del paradiso al ladrone pentito e tocca il cuore del centurione“.

L’inizio del Triduo pasquale avverrà con la lavanda dei piedi, il primo gesto di servizio di Gesù, il quale per amore decide di annientarsi: un gesto che gli stessi Apostoli all’epoca non compresero in fondo e che ancora oggi continua a interrogarci. Fu proprio Papa Francesco, del resto, nella lavanda dei piedi dell’anno scorso, a confessare ai carcerati di Rebibbia cui si accingeva a lavare i piedi che “anche io ho bisogno di essere lavato dal Signore e per questo pregate durante questa Messa perché il Signore lavi anche le mie sporcizie, perché io diventi più schiavo di voi, più schiavo nel servizio della gente, come è stato Gesù“.

Nel Venerdì Santo si ricorderanno gli ultimi momenti di Gesù segnati dal fatto che le autorità dell’epoca non volevano assumersi la responsabilità del destino di Gesù, così come, ai giorni nostri vediamo accadere a tanti profughi che, costretti a scappare dai loro luoghi di origine, trovano rifiuto, al posto che accoglienza. Per questo, per sensibilizzare le coscienze dei cristiani e far loro comprendere come il dramma di tanti fratelli sia lo stesso vissuto da Gesù, le meditazioni che si svolgeranno nel corso della Via Crucis 2016 saranno focalizzate sullo scandalo dei migranti, sulla situazione dei cristiani perseguitati e sui problemi delle famiglie.

Nel Sabato Santo, infine, con la benedizione dell’acqua e del fuoco, durante la “Madre di tutte le Veglie“, si anticiperà la vita nuova della Resurrezione, che verrà poi celebrata il giorno successivo, Domenica di Pasqua.

In questi primi giorni della Settimana Santa, dunque iniziamo ad “entrare nel mistero” dell’annientamento di Cristo, andando “oltre le proprie comode sicurezze, oltre la pigrizia e l’indifferenza che ci frenano” con un unico obbiettivo, quello di “mettersi alla ricerca della verità, della bellezza e dell’amore, cercare un senso non scontato, una risposta non banale alle domande che mettono in crisi la nostra fede, la nostra fedeltà e la nostra ragione“.

È alla luce di tali parole di Papa Francesco, pronunciate durante la Veglia di Pasqua dell’anno scorso, che comprendiamo appieno il significato del suo messaggio su Twitter di oggi: “prendiamo sul serio il nostro essere cristiani, e impegniamoci a vivere da credenti“.

Share Button

4 Commenti

Nives Sandri il 25 Marzo 2016 alle 8:30 am.

Grazie al Santo Padre Francesco per ogni sua parola ed ogni sua azione di misericordia per tutta l’umanità.
Sono riconoscente alla Santa Madre Maria per averci donato un Papa dal cuore grande, ispirato da Dio in tutto quello che fa.
Un fervido augurio alla Chiesa cattolica affinchè segua il proprio pontefice sulla strada da lui aperta.
Grazie, Papa Francesco!
Nives Sandri

Rispondi

Luciana serrati il 23 Marzo 2016 alle 7:05 am.

Sì, il Santo Padre ha ragione! Basta di favorire “surrogati della Fede!” Siamo troppo tiepidi…anche quando preghiamo. Come possiamo credere che il Signore ascolti le nostre preghiere, quando sono solo parole aride buttate al vento? Il nostro cuore deve pulsare di amore vero e dare così vita ad un rapporto con il prossimo, che non si nasconda dietro ad una facciata di belle parole, che celano, però, una profonda indifferenza verso le tragedie che si stanno vivendo…Signore, vogliamo morire e risorgere con Te…dopo aver cancellato dalla nostra anima tutto ciò che è stato ed è agli antipodi, di ciò che Tu ci hai insegnato e che Tu desideri da noi! Perdonaci Gesù…aiutaci a collaborare per un mondo migliore!

Rispondi

Prof. Giancarlo Pantaleoni il 22 Marzo 2016 alle 7:16 am.

Grazie Papa Francesco! Dio sia Benedetto, Benedetto il Suo Santo Nome….. Benedetto Dio nei Suoi Angeli e nei Suoi Santi!

Gloria al Padre ed al Figlio ed allo Spirito Santo. Come era in Principio ed ora e sempre nei Secoli dei Secoli. AMEN!

AUGURI DI FELICE SANTA PASQUA SANTO PADRE a Lei E TUTTA LA SANTA CHIESA DI DIO ed a TUTTO IL MONDO PER UNA PACE DURATURA IN PERFETTA COLLABORAZIONE=AMORE !!
CHE <> PENSINO AD AIUTARE ANCHE LE POVERE MAMME CON BAMBINI IN FUGA dai pericoli della Guerra …CON LA SPERANZA CHE L’EUROPA che loro credono”CIVILE” … LI AIUTI !!! AMEN !!!

Rispondi

Prof. Giancarlo Pantaleoni il 22 Marzo 2016 alle 7:28 am.

Grazie Felice Santa Pasqua al Santo Padre Francesco ed a tutta la Santa Chiesa Cattolica per che tutto il Mondo si Converta a Gesu’ Cristo il Messia Salvator Mundi per grazia di Dio Padre Nostro Misericordioso che si è incarnato nel Seno della Santissima Vergine Maria Immacolata Concezione!

AIUTATE LA GRECIA E SPECIALMENTE RECUPERATE LA BELLISSIMA CHIESA DELLA MADONNA ALL’ISOLA DI SAMO DI FRONTE AD EFESO che si trova proprio nel Porto di Samo con una Bella statua della Madonna che Benedice tutte le Navi che arrivano al Porto! L’ho vista abbandonata e sconsacrata anni fa in un Viaggio all’Isola di Samo per MOTIVI DI RICERCA SCIENTIFICA E LAVORO UNIVERSITARIO !!! FATE DIRE MESSE CONTINUE PER QUESTE MAMME E BAMBINI E LORO MARITI …E TUTTI GLI ALTRI PROFUGHI… IN QUESTA CHIESA DEL PORTO DI SAMO…DI FRONTE AD EFESO…DOVE LA MADONNA è STATA ASSUNTA IN CIELO !!!…Grazie Madonnina e Grazie al santo padre ed ai Sacerdoti Cattolici Greci e di Tutto il Mondo !!!
Grazie!!! per la risposta!!!!
Prof. Giancarlo Pantaleoni ( Medico Farmacologo)

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.