Libertà e fedeltà: la fedeltà dell’amore

Libertà e fedeltà: la fedeltà dell'amore

Papa Francesco durante la propria catechesi di oggi in occasione dell’Udienza Generale del Mercoledì ha spiegato che libertà e fedeltà non si limitano l’un l’altra ma si sostengono a vicenza: troppo spesso nella società moderna la fedeltà all’amore viene indebolita da una errona interpretazione del concetto di libertà.

La famiglia, ha espresso il Pontefice, si basa sulla fedeltà alla promessa d’amore tra un uomo e una donna. Dalla fedeltà a tale promessa di amore, che è la principale, si  generano poi le altre promesse del matrimonio: la promessa di accogliere ed educare i bambini e la promessa di prendersi cura dei genitori anziani e dei membri più deboli famiglia, aiutandosi a vicenda a sviluppare le proprie qualità e ad accettare i propri limiti.

Attualmente, alcuni fattori come la ricerca a tutti i costi della propria soddisfazione o la esaltazione innegoziabile della libertà, hanno indebolito la fedeltà a questa promessa, disonorando la fedeltà con il non mantenere le promesse o con l’essere troppo indulgenti quando non si rispetta la parola data. È necessario restituire onore sociale alla fedeltà dell’amore, coscienti che la fedeltà dell’uomo alle promesse dipende sempre dalla grazia e dalla misericordia di Dio, e che il legame creato dall’amore o dall’amicizia è bello e non distrugge la libertà. Al contrario libertà e fedeltà si sostegno l’un l’altra tanto nei rapporti interpersonali come in quelli sociali.

La famiglia gioca un ruolo molto importante in tutto questo, perché, attraverso l’amore e la procreazioine, diventa un trasmettitore di quello stupefacente capolavoro di umanità che è la fedeltà, vissuta come una benedizione perenne di Dio e che esprime anche, in forma misteriosa, il rapporto tra Cristo e la Chiesa.

 

Queridos hermanos y hermanas:

Reflexionamos hoy acerca de la fidelidad a la promesa de amor entre el hombre y la mujer sobre la cual está fundada la familia, y que lleva en sí el compromiso de acoger y educar a los hijos, cuidar de los padres ancianos y de los miembros más débiles de la familia, ayudándose mutuamente a desarrollar las propias cualidades y a aceptar las limitaciones.

En la actualidad, algunos factores como la búsqueda a toda costa de la propia satisfacción, o la exaltación innegociable de la libertad, han debilitado la fidelidad a esta promesa, deshonrando la fidelidad con el incumplimiento de las promesas o siendo muy indulgentes con la inobservancia de la palabra dada. Es necesario restituir el honor social a la fidelidad del amor, sabedores de que la fidelidad del hombre a la promesa depende siempre de la gracia y de la misericordia de Dios, y de que el vínculo que se crea por el amor o la amistad es bello y nunca destruye la libertad. Al contrario libertad y fidelidad se sostienen mutuamente tanto en las relaciones interpersonales como en las sociales.

La familia juega un papel muy importante en todo esto, pues, mediante el amor y la generación, se convierte en transmisora de esa sorprendente obra maestra de humanidad que es la fidelidad, vivida como una bendición perenne de Dios, y que expresa también de forma misteriosa la relación entre Cristo y la Iglesia.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

5 Commenti

teodora il 22 ottobre 2015 alle 5:24 pm.

Papa Francesco ha risolutamente chiarito di stare bene in salute. Dispiace a chi lo vorrebbe infermo e INATTIVO? Che Dio lo protegga e faccia rinsavire chiunque non desista dalla velleità di mantenere permanenti determinati monopoli “da non mettere in discussione”.
La sana libertà collima con la Fede. La libertà opportunistica non s’integra in alcuna Fede, ma solo nell’affettato egocentrismo a garanzia di eclusivi, personalistici tornaconti.
Dio sostenga Papa Francesco e lo conduca dove c’è bisogno di sensatezza, correttezza, VERITÀ, equità, sana solidarietà e operosità, presupposti inalienabili della cristianità.

Rispondi

teodora il 22 ottobre 2015 alle 2:58 pm.

CORRETTO:
Quanti politici (non solo) “cattolici” in questa piccola PARTICOLARE provincia, affettuosi e premurosi verso il Vescovado, non altrettanto nei confronti dei sofferenti e soccombenti.
Caro Papa Francesco, io Ti auguro tanta salute, inversamente a chi Ti vuole ad ogni costo “malato” e, guarda un po’, al “cervello”. La dice chiara e lunga.
Qui i tempi dell”ingiustizia” sono sempiterni. Dio intervenga a spezzare questa catena di anelli armonici e dia forza e salute a chi lotta per la verità e autentica cristianità e giustizia.
L’euritmica indifferenza verso soccombenti “fastidiosi”, non può generare alcuna parvenza di GIUSTIZIA, ma lascia volontariamente lievitare sofferenza per chi soccombe e libera impunità per chi trasgredisce.
NON RIENTRA NELLA PAROLA DI DIO e, men che mai, nei canoni del “cattolicesimo”.
Cari proclamati “cattolici”!
Un saluto affettuosissimo a Papa Francesco, che certamente riceverà da Dio, la forza per andare avanti.
Io prego per questo.

Rispondi

teodora il 22 ottobre 2015 alle 2:54 pm.

Quanti politici (non solo) “cattolici” in questa piccola provincia, affettuosi e premurosi verso il Vescovado, non altrettanto nei confronti dei sofferenti e soccombenti.
Caro Papa Francesco, io Ti auguro tanta salute, inversamente a chi Ti vuole ad ogni costo “chiara emalato” e, guarda un po’, al “cervello”.
La dice lunga e chiara.
Qui i tempi dell'”ingiustizia” sono sempiterni. Dio intervenga a spezzare questa catena di anelli armonici e dia forza e salute a chi lotta per la verità e autentica cristianità e giustizia.
L’euritmica ndifferenza verso soccombenti “fastidiosi”, non può generare alcuna parvenza di GIUSTIZIA, ma lascia volontariamente lievitare sofferenza per chi soccombe e libera impunità per chi trasgredisce.
NON RIENTRA NELLA PAROLA DI DIO e, men che mai, nei canoni del cristianesimo.
Cari proclamati “cattolici”!
Un saluto affettuosissimo a Papa Francesco, che certamente riceverà da Dio, la forza per andare avanti.
Io prego per questo.

Rispondi

Daniele il 22 ottobre 2015 alle 10:13 am.

La libertà si manifesta quando sono libero di amare la donna della mia vita, quando nessuno mi impedisce di farlo. A volte capita di lamentarsi perché, invece di andare a divertirsi o di fare le cose che ti piacciono, sei costretto a fare altro. Ma l’Amore è sacrificio e la libertà è adattarsi con piacere a questo sacrificio. Non c’è niente che mi riempie l’animo di più che l’Amore per mia moglie che ormai conosco da 44 anni.

Rispondi

Maria Maddalena Minneci il 22 ottobre 2015 alle 2:50 am.

La libertà è un dono di Dio, Dio liberi ci ha creati per non essere schiavi del peccato. Liberi di amare, liberi di pensare ed agire, liberi anche di sbagliare. Egli è un Padre fedele e Misericordioso con tutti i suoi figli, sempre ci tende la mano ed è pronto a perdonarci. Gesù ci ha riscattati a caro prezzo, per mezzo del suo sangue versato sulla croce ci ha mondato dal peccato rendendoci liberi e puri. Ogni qual volta non siamo fedeli a Dio, o non tendiamo la mano al più fragile dei fratelli, non amiamo o ci allontaniamo dal Padre nostro che è nei cieli, torniamo ad oltraggiare Gesù, lo Crocifiggiamo, lo deridiamo. ma perché? Egli ha donato la vita per noi. Abbiamo una vita sola che è il nostro tempo di grazia e misericordia per raddrizzare il nostro cammino e operato ed essere fedeli a chi tanto ci ama. Amare è bello abbiamo tutti un cuore che batte ascoltiamo il cuore e seguiamo il buon pastore per poter essere guidati e ammaestrati alla ricerca del bene e ricercare la santità sulla terra per non essere schiavi del peccato e delle tante ideologie pagane. Che Maria nostra Madre ci guidi e ci protegga dalle tante forme di seduzione del male, e ci conduca al Padre per mano come i bambini, perché se non ci faremo piccoli, umili e fedeli in questa vita, saremo giudicati secondo le nostre opere. Dal frutto si riconosce l’albero. Liberi e fedeli figli di DIO. Sia lodato Gesù Cristo e Maria Vergine Santa e Benedetta.
Angelo di Dio che sei il mio custode illumina custodisci reggi e governa me che ti fui affidato dalla pietà celeste amen.
Buona notte che la luce della fede ci illumini sempre.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.