Papa Francesco all’Angelus avverte:” Nessun dialogo con il diavolo”

Da Piazza San Pietro per l’Angelus di Papa Francesco: “ Sono tre le tentazioni che propongono successo e felicità ma portano alla perdizione perché  sono opera di Satana”. Papa Francesco ha avvertito i cristiani, durante la preghiera dell’Angelus di domenica 10 marzo in Vaticano, dei pericoli del dialogo con il diavolo: “Con il diavolo non c’è dialogo”.

Durante il suo insegnamento, il Pontefice si è orientato al Vangelo di questa prima domenica di Quaresima, in cui si  narra l’esperienza delle tentazioni di Gesù nel deserto: “Dopo aver digiunato per quaranta giorni, Gesù è tentato tre volte dal diavolo”.

 

Tuttavia, Gesù, quando risponde al tentatore, non dialoga con lui, ma risponde alle tre sfide con la parola di Dio. Questo ci insegna che con il diavolo non c’è dialogo, non puoi dialogare, puoi solo rispondere con la parola di Dio “ ha ricordato il Pontefice.

 

Prima di tutto il diavolo invita Gesù a trasformare una pietra in pane; poi lo mostra dall’alto dei regni della terra e promette di diventare un messia potente e glorioso; infine, lo conduce al punto più alto del tempio di Gerusalemme e lo invita a gettarsi nel vuoto per manifestare in modo spettacolare il suo potere divino.

 

Papa Francesco ha spiegato come: “Le tre tentazioni indicano tre modi in cui il mondo si propone sempre grandi trionfi promettenti: l’avidità di possesso, gloria umana, la strumentalizzazione di Dio. Sono tre percorsi che ci perderanno “.

 

Nella prima tentazione – dice il Pontefice –  il sentiero dell’avidità per i beni consiste in quella logica insidiosa del diavolo, che approfitta del bisogno naturale e legittimo di nutrirsi, di vivere, di soddisfare se stesso, di essere felice, di spingerci a credere che tutto è possibile senza Dio, anche contro di lui “.

 

Ma Gesù gli si oppone dicendo: “È scritto, l’uomo non vivrà di solo pane”.

Ricordando il lungo viaggio del popolo eletto attraverso il deserto, Gesù afferma che vuole abbandonarsi con piena consapevolezza alla provvidenza del Padre, che si prende sempre cura dei suoi figli.

 

La seconda tentazione: “E’ la via della gloria umana. Il diavolo dice: ‘Se ti prostri in adorazione verso di me, tutto questo sarà tuo’. Puoi perdere ogni dignità personale se ti permetti di essere corrotto dall’idolo di denaro, successo e potere. Ecco perché Gesù risponde: ‘Solo prima che il Signore Dio ti prostri, solo Lui adorerai‘”.

 

Per ultima la terza tentazione: strumentalizzare Dio per ottenere vantaggi. Al diavolo che, citando le Scritture, lo invita a cercare da Dio un miracolo scioccante, Gesù risponde ancora con la ferma decisione di rimanere umile, di rimanere fiducioso in Dio: “È stato detto non mettere alla prova il signore tuo Dio”.

 

Quindi annota Papa Francesco: “Respingi quella che potrebbe essere la tentazione più sottile: quella di voler mettere Dio dalla nostra parte chiedendogli delle grazie che in realtà servono solo o servono per soddisfare il nostro orgoglio”.

 

Questi sono i percorsi che ci sono stati proposti con la finzione di poter ottenere successo e felicità. Ma, in realtà, sono completamente estranei al modo di agire di Dio; infatti, ci separano da Dio, perché sono opera di Satana ” ha detto il Papa.

 

Infine, Pontefice ha terminato il suo insegnamento sottolineando che: “Gesù, affrontando queste prove in prima persona, supera tre volte la tentazione di aderire pienamente al piano del Padre. E ci mostra la via per superare la tentazione: la vita interiore, la fede in Dio, la certezza del suo amore, la certezza che Dio ci ama, che è Padre “.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

3 Commenti

Lorena Almada il 12 marzo 2019 alle 2:17 am.

Estimado Francisco. Me da mucha tristeza no poder casarnos por iglesia en segundas nupcias. Queríamos tener la bendición para nuestra nueva familia, para que Dios nos guíe y no volvamos a cometer los mismos errores. Nos amamos, tenemos un hijo de 3 años que se llama Donatto. Significa regalo de Dios a sus padres… De hecho ni siquiera haremos fiesta. Era algo más relacionado con lo sentimental y espiritual….es una pena.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.