Papa Francesco all’Immacolata: insegnaci ad andare controcorrente

Papa Francesco all'Immacolata: insegnaci ad andare controcorrente

Si è tenuto oggi il tradizionale atto di venerazione alla Immacolata Concezione e il relativo omaggio di rose bianche da parte del Pontefice: nel corso della celebrazione, in Piazza di Spagna, il Santo Padre ha pregato l’Immacolata dicendo “O Maria, Madre nostra, oggi il popolo di Dio in festa ti venera Immacolata, preservata da sempre dal contagio del peccato. Accogli l’omaggio che ti offro a nome della Chiesa che è in Roma e nel mondo intero“.

Continuando poi nella propria preghiera, ha detto, “sapere che Tu, che sei nostra Madre, sei totalmente libera dal peccato ci dà grande conforto. – ha detto – Sapere che su di te il male non ha potere, ci riempie di speranza e di fortezza nella lotta quotidiana che noi dobbiamo compiere contro le minacce del maligno“.

La nostra forza deriva proprio dal sapere che “in questa lotta non siamo soli, non siamo orfani, perché Gesù, prima di morire sulla croce, ci ha dato Te come Madre“.

Animati da questa speranza, noi oggi invochiamo la tua materna protezione per noi, per le nostre famiglie, per questa Città, per il mondo intero. – ha quindi proseguito nella propria preghiera – La potenza dell’amore di Dio, che ti ha preservata dal peccato originale, per tua intercessione liberi l’umanità da ogni schiavitù spirituale e materiale, e faccia vincere, nei cuori e negli avvenimenti, il disegno di salvezza di Dio“.

In virtù di ciò Papa Francesco ha richiesto l’intercessione della Madonna affinché “anche in noi, tuoi figli, la grazia prevalga sull’orgoglio e possiamo diventare misericordiosi come è misericordioso il nostro Padre celeste”

In questo tempo che ci conduce alla festa del Natale di Gesù – ha quindi concluso il Santo Padre – insegnaci ad andare controcorrente: a spogliarci, ad abbassarci, a donarci, ad ascoltare, a fare silenzio, a decentrarci da noi stessi, per lasciare spazio alla bellezza di Dio, fonte della vera gioia“.

Share Button

9 Commenti

Claudio Sacilotto il 12 Dicembre 2014 alle 10:23 pm.

“… ti venera Immacolata, preservata da sempre dal contagio del peccato” dice il papa.
CHIEDO SE LA CHIESA RITIENE ANCORA PECCATRICE UNA DONNA CHE HA RAPPORTO SESSUALE CON UN UOMO, SECONDO QUANTO ORDINATO DA DIO AI NOSTRI PROGENITORI!
Se la Chiesa si vuole salvare dall’abbandono progressivo di menti sempre meno ciecamente indottrinate, si occupi di argomenti religiosi più importanti per l’uomo, e lasci perdere un imene – che peraltro mai viene nominato – e cui mai ha fatto riferimento la chiesa primitiva. Solo all’epoca della perdita del potere temporale la Chiesa Cattolica ne ha fatto un dogma!

Rispondi

CLAUDIO SACILOTTO il 13 Dicembre 2014 alle 5:57 pm.

grazie per la pubblicazione.

Rispondi

Marilena il 11 Dicembre 2014 alle 11:47 pm.

Che la Nostra Madre Celeste ci protegga tutti e ci insegni con umiltà e carità d’animo ad amare Gesù e a farci piccoli per amare davvero i prodigi che ogni giorno la misericordia di Dio opera nelle nostre vite.
In questo periodo d’Avvento possiamo tutti spogliarci dell’uomo vecchio per essere nuovi in Cristo ed accogliere a braccia aperte la nascita di Gesù Bambino nel nostro cuore e nella nostra vita. Rivestiamoci dell’amore di Dio e della Nostra Madre che racchiude nel suo grembo il mistero dell’incarnazione di Gesù vero Dio e vero uomo, che pur di natura divina si fece povero per donarsi con amore a noi. Guardiamo Dio con la tenerezza di figli e lasciamoci guidare dal suo amore misericordioso e vivremo nella luce del Dio vivente. Buona serata.

Rispondi

BARBARA BETTAZZI il 9 Dicembre 2014 alle 4:10 pm.

HO ASSISTITO AL RITO DI CONSACRAZIONE AL GRUPPO DELLA MADONNA , ALLA MESSA NELLA MIA CITTA’ PRATO, A SAN PIETRO. E’ STATA BELLISSIMA TUTTA LA MESSA MA SOPRATTUTTO DOLCISSIMO IL MOMENTO IN CUI ALCUNE PERSONE SI SONO CONSACRATE E HANNO RICEVUTO LA VESTE DI APPARTENENZA AL GRUPPO. A QUESTO GRUPPO AVREI VOLUTO ADERIRE, MA FINCHE’ NON SARO’ GUARITA NON POSSO STARE DIETRO AGLI APPUNTAMENTI. MI SONO SENTITA FIERA DI LORO PERCHE’ E’ BELLO VEDERE GENTE CHE SI IMPEGNA -NEL BENE- E CHE HA FIDUCIA. LA MADONNA E’ ISPIRAZIONE ANCHE AD AVVICINARSI DI PIU’ A CHI CREDENDOLA E’ DISPOSTO/A AD AVERE UN RAPPORTO UMANO PIU’ VERO, BASATO SULLE VERE NECESSITA’ E SULLO -STAR BENE CON MANIERE COSTRUTTIVE- E QUINDI: BUONA FESTA DELLA APPARIZIONE DELL’ ANGELO CHE ANNUNCIO’ ALLA MADONNA CHE SAREBBE STATA : MADRE DI GESU’, CRISTO ( LA SPERANZA) INVIATO DA DIO….!!

Rispondi

ILARIO MAIOLO il 9 Dicembre 2014 alle 9:00 am.

La Santa Madre non smette mai di insegnarci la via che porta a Gesù.
Siamo noi che siamo ciechi e sordi. Sordi di cuore!
L’unica cosa che ci interessa è il nostro benessere materiale e fisico. Mentre degli altri non ci interessa niente. Si specula anche sui poveri, sui bisognosi e sul cibo delle mense per i poveri. Quando lo dicevo nessuno ci credeva, adesso è uscito fuori grazie a MAFIA CAPITALE.
Nessuno mi ha voluto ascoltare. Nemmeno i cosiddetti cattolici. Mi dispiace! ma è così.
I cattolici non possono avallare queste schifezze. I cattolici devono denunciare gli imbrogli e le truffe a danno di chi non ha voce.
Pace e bene!

Rispondi

Antonella il 9 Dicembre 2014 alle 12:47 am.

CARO PAPA FRANCESCO SEI UN GRANDE UOMO TU METTI LA GIOIA NEI CUORI IO TI AMMIRO NON SOLO COME UOMO DI CHIESA MA PER LA TUA UMILTÀ CON AFFETTO ANTONELLA

Rispondi

mariana il 8 Dicembre 2014 alle 11:36 pm.

mio caro padre ti prego io sto aspetando che dio mi viene subitto nel mio aiuto per mii bimbi che sono luntano da loro aspetto note giorno che mi fa un miracolo grande per me aspetto con tutto mio core grazie tantto dal mio core per lei grazie a dio a madre e al figlio che li amo tropo a tuttii grazie aspetto con tutto mio core che mi viene prima di natale per esere con mi bimbi grazie.

Rispondi

Lucia il 8 Dicembre 2014 alle 9:30 pm.

Grazie sempre Papa amatissimo. Quanto è difficile e quanto è necessario “abbassarci, donarci, ascoltare e fare silenzio per aprire l’anima alla bellezza di Dio, fonte della vera gioia“. E quanto è importante che ci rendiamo conto di quante resistenze mettiamo in atto per non rinunciare alle cose materiali…
Le tue parole ci aiutano a essere più attenti a ciò che facciamo, diciamo, e ai nostri comportamenti che spesso sono inconsapevoli. Senza condannarci ma portandoci con amore alla via del Signore.

Rispondi

Luciana il 8 Dicembre 2014 alle 8:36 pm.

mi scusi Santità, ma per andare a Dio non dobbiamo “elevarci”?

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.