Papa Francesco in Africa: l’arrivo in Kenya

Papa Francesco in Africa: l'arrivo in KenyaÈ infine iniziato il viaggo apostolico in Africa, il primo del papato di Papa Francesco, con l’arrivo alle ore 14.45, ora italiana, ovvero 16.45 ora locale, a Nairobi, in Kenia: il Papa ha salutato la popolazione del Kenia fin dal suo arrivo con un tweet nel quale ha scritto “Mungu abariki Kenya! Che Dio benedica il Kenya!”.

Successivamente all’arrivo presso l’Aeroporto Internazionale “Jomo Kenyatta” di Nairobi il Papa, dopo aver salutato alcuni fedeli che lo attendevano all’aeroporto vestiti in abiti locali, si è recato nella State House, per la consueta cerimonia di benvenuto. È sempre nella State House dove si terrà anche la visita di cortesia al Presidente della Repubblica, in calendario per le ore 18.00, ora locale, ovvero 16.00 ora italiana.

A seguire, alle ore 18:30, ora locale, avrà luogo l’incontro con le Autorità del Kenya e con il Corpo Diplomatico, in occasione del quale Papa Francesco terrà il suo primo discorso pubblico del viaggio in Africa. Al termine, il Santo Padre andrà alla nunziatura apostolica di Nairobi dove pernotterà.

Come abbiamo già avuto modo di ricordare è questo un viaggio apostolico molto complesso sotto il profilo della sicurezza, considerando che i paesi visitati dal Vescovo di Roma sono dilaniati da uno stato di guerriglia perenne. Questo però non ha spaventato il Papa, il quale ha richiesto espressamente non vi siano auto blindate o giubbotti antiproiettile, per la sua persona. Anzi, in modo scherzoso, ad un giornalista che chiedeva al Papa se fosse preoccupato per le questioni della sicurezza, Francesco ha risposto con un sorriso dicendo di essere preoccupato per le zanzare.

Il messaggio che vuole lanciare Francesco è che la via della «riconciliazione» e della «pace e perdono» è una strada possibile, che anzi va percorsa subito per porre fine ai tanti anni di guerra civile. Pace, perdono e riconciliazione non solo tra la società civile ma anche con le differenti anime religiose che compongono i popoli visitati.

Prima della partenza, nella giornata di ieri, il Papa si è recato a pregare la Madonna a Santa Maria Maggiore, per chiedere la protezione di Maria per questo viaggio.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

9 Commenti

Nella il 26 Novembre 2015 alle 10:45 am.

Papa Francesco. Salmo 90.
Beato chi si pone sotto la protezione Dell’Altissimo. Tu vero uomo mandato da Dio, pastore del suo gregge: quanto taleti affidandoti li fai fruttificare sia con parole ed esempio. Cosa dire di più. Ti voglio bene Papa Francesco. Sempre Maria madre nostra ti accompagni nei tuoi viaggi,questa è la mia preghiera per Te.

Rispondi

PATRIZIA il 26 Novembre 2015 alle 9:58 am.

TI GIUNGA IL MIO PICCOLO AMORE RISPETTO AL TUO GRANDE CUORE E IL TUO GRANDE AMORE PER L’UMANITA’

Rispondi

Ivana Barbonetti il 26 Novembre 2015 alle 8:46 am.

Santa Maria Maggiore e’ anche la mia “parrocchia”, vado spesso a pregare li,in orari che non ci sia tanta irrispettosa gente verso questo luogo sacro e non ben sorvegliato da chi e’ pagato per farlo. Santo Padre, mi trovi d’accordo che le zanzare, sono fastidiosissime e invadenti, MARIA TI STA’ ACCANTO, non c’e’ nulla da temere, noi preghiamo con piu’ forza, come la comunita’ prego’ per Pietro, primo “pontefice”.——-Ivana Barbonetti.

Rispondi

Luciana Serrati il 26 Novembre 2015 alle 6:06 am.

Grazie Papa Francesco, per il grande insegnamento che ci dai, dimostrandoci quanto sia importante avere sempre fiducia nel Signore e non temere mai di prendere qualsiasi decisione che Lui ispiri, come questa di affrontare un viaggio di questo genere, in un momento così difficile per la pace nel mondo. “Mungu abariki Papa Francesco!”

Rispondi

teodora il 26 Novembre 2015 alle 6:06 am.

Dio Ti proteggerà, ricomponendo tranquillità per tutti.
“Il giudice iniquo” (omelia 23-11-2015) non fa ritardare la SUA “giustizia”, pro IMpossilità vita

Rispondi

teodora il 26 Novembre 2015 alle 1:15 am.

Dio Ti proteggerà, ricomponendo tranquillità per tutti.
“Il giudice iniquo” (omelia 23-11-2015) non fa ritardare la SUA “giustizia”, pro vita im…possibile.

Rispondi

Antonio Primiano il 26 Novembre 2015 alle 1:07 am.

Carissimo Papa Francesco, con questo viaggio si inizia un lungo cammino di speranza per la pace. La nostra Madre Santissima Beata Vergine Maria ti copre con il suo manto celestiale e attorno a Te ci sono gli Arcangeli e Angeli che ti proteggono. Il mio cuore gioisce per il bene che fai a tutte le genti (nostri fratelli e sorelle) di questa benedetta terra. Preghiamo sempre per Te con grande Amore a presto e Grazie.

Rispondi

Giuseppe il 25 Novembre 2015 alle 7:11 pm.

Francesco, pensaci tu. ?

Rispondi

Giovanna Passiatore il 25 Novembre 2015 alle 5:40 pm.

Che il Signore Ti assista Santità.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.