A pranzo con Papa Francesco alla mensa vaticana self-service

pranzo papa francesco mensa vaticana

Pranzo in mensa per Papa Francesco oggi: il Pontefice ha visitato a sorpresa la mensa del Vaticano, dove pranzano i dipendenti della Santa Sede. Il Papa, come un qualunque dipendente del Vaticano, si è presentato in mensa, ha preso il suo vassoio, le posatine e ha fatto la fila, scegliendo le proprie pietanze.

Stupore e felicità sono stati i sentimenti riferiti dai dipendenti del Vaticano presenti in mensa, per avere ospite con loro il Santo Padre, che per un giorno ha tradito la mensa di Casa Santa Marta, dove generalmente pranza.

Infatti non tutti sanno, ma Papa Francesco, che ha più volte espresso la necessità di vivere in mezzo alla gente, non solo vive nella Domus Sanctae Marthae al posto che nell’appartamento papale del Palazzo Apostolico, residenza che altro non è che un residence per sacerdoti ma anche mangia in mensa del residence assieme a tutti gli altri ospiti.

Il menu di Bergoglio non supera mai i 10 euro anzi molte volte è ancora più economico: come il menu che ha scelto oggi nella mensa vaticana ovvero una pasta in bianco per primo e del merluzzo quale secondo.

Il Pontefice apprezza piatti semplici e naturali, come ha fatto notare alle cuoche di Casa Santa Marta, raccomandandosi peraltro “non buttate più via l’acqua di cottura della cicoria perché io la bevo volentieri: è buona e fa bene“. Questa di oggi sembra un po’ una notizia di gossip ma in verità ci dice molto della scelta di umiltà e della esigenza di “normalità” di Papa Francesco.

Del resto fu proprio un anno fa che tutto il mondo rimase sorpreso al vedere Papa Francesco salire sull’aereo per la GMG di Rio de Janeiro portando con sé il bagaglio a mano, come chiunque fa quando va in aereo. “Non c’era la chiave della bomba atomica“, disse rispondendo a un giornalista che nel viaggio di ritorno gli chiedeva cosa contenesse di tanto segreto quella valigia da non poter essere affidata a un segretario: ” La portavo perché sempre ho fatto così: io, quando viaggio, la porto… è normale… dobbiamo essere normali …la normalità della vita!

Così anche oggi, tra i dipendenti del vaticano, il Papa si è presentato e ha chiesto ai presenti come stessero, come fosse il lavoro e ha fatto i complimenti. E dopo aver mangiato con loro ha dato una benedizione, fatto un poche di foto ricordo ed è tornato alla sua normale routine.

È stata una sorpresa! Proprio un fulmine a ciel sereno! E chi se l’aspettava! – ha riferito un dipendente della mensa vaticana – è stata una delle più grandi soddisfazioni che ti possono capitare!

Share Button

26 Commenti

alessandro morandi il 1 Gennaio 2015 alle 12:28 pm.

Grazie Papa Francesco, felice 2015 per tutti.

Rispondi

alessandro morandi il 26 Dicembre 2014 alle 1:02 pm.

Non mi sembra che Papa Francesco abbia pranzato con i poverelli! In Vaticano! Tutti più che benestanti; a Roma in migliaia vogliono entrare in Vaticano. Nessuno glielo chiedeva. Poteva vestirsi da prete; una esibizione prossima al limite. Non mi è proprio piaciuto con quel vassoio per le mani. Non è stata umiltà. Cristo era un’altra cosa!

Rispondi

letizia buzzanca il 29 Luglio 2014 alle 12:40 am.

Come Gesù in terra Francesco ha condiviso con voi “fortunati” la mensa di tutti noi, di tutto il mondo. Una mensa forse povera di proteine o calorie ma ricca d’amore. Che meraviglia, che gioia immensa avrà pervaso i vostri cuori se il mio cuore va a mille solo a vedere questa stupenda immagine. Letizia Buzzanca

Rispondi

Sandra Biagetti il 28 Luglio 2014 alle 7:58 am.

è veramente un grande mi vengono i brividi solo pensare come si sono sentiti quelle persone che erano li a me si bloccava l’appetito mai nessun uomo di quello spessore a mai fatto una cosa del genere un umile in mezzo agli umili grande grande grande

Rispondi

sara il 27 Luglio 2014 alle 5:55 pm.

Sono d ‘accordo con Armando, basta tenere presente che pure a Gesù le avevano detto che era un diavolo….
E poi mi risulta che Gesù predicava alla luce del sole e non nascondendosi.
la lucerna va messa sul moggio, perchè illumini la stanza. Per cui ci sarà sempre chi ha lo spirito critico! importante avere il senso del discernimento con il vangelo portata di mano, come invita Papa Francesco.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.