Prendi il Libro del Vangelo, aprilo e troverai come imitare Gesù!

Prendi il Libro del Vangelo, aprilo e troverai come imitare GesuPer conoscere Gesù, per “entrare nel mistero di Gesù” dobbiamo passare per tre porte: la preghiera, la celebrazione e l’imitazione. Papa Francesco nel corso della riflessione del mattino in Casa Santa Marta, meditando sulle scritture del giorno, ha riflettuto su quello che è il compito più grande che viene affidato al cristiano durante il suo cammino terreno: conoscere Gesù.

La conoscenza di Gesù, afferma il Pontefice, passa attraverso lo studio di Gesù “si deve studiare tanto” leggendo la Bibbia e i Vangeli, apprendendo dagli Atti degli Apostoli così come dagli insegnamenti dei Padri della Chiesa. “Dobbiamo studiare il catechismo, è vero” ha aggiunto Bergoglio ma studiare e basta non porta a conoscere Gesù, anzi generalmente fa perdere il cammino.

Così è successo ai tanti che hanno provato con “le idee sole” a spiegare Gesù, ma al posto di comprenderlo si sono trovati “in un labirinto” dal quale non ne sono più usciti finendo in quella che è la eresia ovvero nel “cercare di capire con le nostre menti e con la nostra luce soltanto chi è Gesù“.

Allora, come dobbiamo fare per conoscere davvero Gesù? Allo studio, alla lettura del Vangelo che tante volte “è pieno di polvere perché non viene mai aperto“, bisogna affiancare tre elementi importanti: questi sono come tre porte che ci aprono, una dopo l’altra, alla vera conoscenza di Gesù.

La prima di queste è la preghiera: “Sappiate che lo studio senza preghiera non serve. Pregare Gesù per meglio conoscerlo. – ha ribadito il Santo Padre – I grandi teologi fanno teologia in ginocchio. Pregare Gesù!”

La seconda di queste porte è la celebrazione: “Non basta la preghiera, è necessaria la gioia della celebrazione. – ha aggiunto Bergoglio – Celebrare Gesù nei suoi Sacramenti, perché lì ci dà la vita, ci dà il conforto, ci dà la forza, ci dà l’alleanza, ci dà il pasto, ci dà la missione. Senza la celebrazione dei Sacramenti, non arriviamo a conoscere Gesù

Infine, “imitare Gesù. Prendere il Vangelo: cosa ha fatto Lui, come era la sua vita, cosa ci ha insegnato, cosa ci ha detto, e cercare di imitarlo“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

8 Commenti

Gianfranco Fiorentini il 19 Maggio 2014 alle 1:38 pm.

Caro PAPA FRANCESCO , Domenica 25 maggio , la mia nipotina MARTINA farà la PRIMA COMUNIONE e mi piacerebbe farle una bella sorpresa con un piccolo saluto , un e.mail o qualsiasi altro modo da LEI inviato , come posso fare? Grazie e …..attendo con trepidazione . G.Franco Fiorentini

g.fiorentini@fiorentini-srl.it oppure 335 8127789

Rispondi

teresa massaccesi il 17 Maggio 2014 alle 7:03 pm.

Grazie allo Spirito Santo ci sentiamo piu’ vicini al Sommo Pintefice ……..riusciamo a mettere in pratica la buona volonta’ ……….forse dobbiamo dire grazie a Dio per le difficolta’ che la vita quotidiana ci fa affrontare ………con Papa Francesco sappiamo sorridere di piu’ e le nostre vocazioni si arricchiscono di tanti buoni valori.

Rispondi

velleda il 17 Maggio 2014 alle 6:09 pm.

Mi vergogno non poco, a dirti caro nopstro Papa, che non leggo il vangelo da molti anni.Ho preso l’abitudine di rivolgermi a Lui per qualsiasi avvenimento: felice nel guardare gli uccellini che volano,triste per chi soffre. Mi rivolgo al Signore come mio grande amico.La carità per tutti è per me gioia. Mi guardo indietro e vedo quanto male c’è e lo prego ogni
sera perchè le persone riescano a sentire quanta serenità può dare credere
che non siamo soli. Papa carissimo,grazie per tutto quello che ci insegni.
Che Dio ti benedica!

Rispondi

Maria Cardillo il 17 Maggio 2014 alle 1:13 pm.

Caro Papa, grazie , hai ragione ; senza la preghiera ,anche se patrtecipiamo all’Eucaristia dimentichiamo le parole del Vangelo. Dobbiamo riflettere e pensare ciò che abbiamo letto amando Gesu’, per entusiasmarci delle sue parole che ci aiutano a vivere da figli di Dio con la gioia di riprendere il Vangelo per imitare Gesù.

Rispondi

lorenzo il 17 Maggio 2014 alle 5:16 am.

CARO FRANCESCO CON IL TUO OPERATO HO RIPRESO PIU FIDUCIA VERSO LA FEDE VERSO IL NOSTRO DIO GIA GRANDE .MA AIME QUESTA FEDE NON MI AIUTA A RISOLVERE UN ATTO DISUMANO .VOLUTO DALLA CATTIVERIA UMANA CHE SI NASCODONO DIETRO A LA FORZA DEL POTERE.
LA MIA FEDE MI DA LA FORZA E LA SPERANZA CHE UN GIORNO LA MIA PICCOLA POSSA RITORNARE DOVE E AMATA.PERCHE IL NOSTRO REDENTORE E GRANDE E GIUSTO VERSO I PROPRI FIGLI CARO SANTO PADRE PREGA PER ME E LA PICCOLA AFFINCHE QUESTO AVVENGA AL PIU
PRESTO ,GRAZIE PERLA TUA INTERCESIONE.
CON FEDE ED AMORE LORENZO

Rispondi

Giuseppina il 16 Maggio 2014 alle 9:16 pm.

Grazie Signore,perdonami e aiutami ad Amarti di più.

Rispondi

Franco castelletti il 16 Maggio 2014 alle 8:07 pm.

A buon intenditor poche parole!!!

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.