Tutto nasce per fiorire in un’eterna primavera.

Continua »

Share Button

Papa Francesco all’udienza generale: “Ovunque tu sia, costruisci! Se sei a terra, alzati!

Non arrenderti alla notte, “vivi, ama, sogna, credi” e se sbagli, rialzati. “Come educatore, come padre” che parla a un giovane o a qualsiasi persona che ha da imparare, questo è il monio Papa Francesco nella catechesi all’udienza generale, usando il “tu”. “Educare alla speranza” questo è il tema odierno di Francesco sulla speranza cristiana. Continua »

Share Button

Cari fratelli colombiani, vi ringrazio!

Cari fratelli colombiani, vi ringrazio! Ho conosciuto tante persone che mi hanno toccato il cuore. Mi avete fatto tanto bene! Continua »

Share Button

Chi è stato perdonato può aprirsi alla possibilità di perdonare a sua volta

Il perdono “non nega il torto subito, ma riconosce che l’essere umano, creato ad immagine di Dio, è sempre più grande del male che commette”. E’ il primo concetto che il Santo Padre trae dall’odierno Vangelo di Matteo. Gesù alla domanda di San Pietro su quante volte dovrà perdonare il fratello che commette una colpa, afferma :”Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette”, “vale a dire sempre”, spiega Papa Francesco. E la conferma giunge dalla parabola esplicativa del re misericordioso e del servo spietato, nella quale figura “l’incoerenza di colui che prima è stato perdonato e poi si rifiuta di perdonare”. Continua »

Share Button

Angelus Domini 17 settembre 2017

Angelus Domini 17 settembre 2016 Continua »

Share Button

Misericordia e verità s’incontreranno

“Con la mia visita ho voluto benedire lo sforzo” del popolo colombiano nel processo di riconciliazione per uscire da anni di conflitto interno, che ha prodotto ferite difficili da rimarginare. All’udienza generale di questa mattina, Papa Francesco ha spiegato il significato del suo viaggio in Colombia. Non a caso il motto era “Demos el primer paso”, “Facciamo il primo passo”. Continua »

Share Button

Udienza Generale 13 settembre 2017

udienza generale 13 settembre Continua »

Share Button

I colombiani sono un popolo nobile che non ha paura di esprimersi e di far vedere quello che sente

“Sono rimasto commosso della gioia della tenerezza della gioventù, i colombiani sono un popolo nobile che non ha paura di esprimersi e di far vedere quello che sente”. Queste sono le parole di apertura della conferenza stampa sul volo di rientro dalla Colombia. Nel discorso trova spazio il consueto mosaico di temi a seconda degli interessi geopolitici dei giornalisti. Il Venezuela col presidente Maduro, gli immigrati Usa e le intenzioni del presidente Trump. I migranti dalla Libia, con l’apprezzamento per l’Italia dalle porte aperte, e le responsabilità dei governi mondiali rispetto a un clima che troppo spesso causa tragedie. Continua »

Share Button