Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

2 Commenti

Mario il 14 marzo 2014 alle 5:57 pm.

Andare contro corrente è una cosa che faccio da una vita, l’ho fatto, lo continuo a fare, lo farò ancora, ma Dio non ha ascoltato la mia preghiera nonostante la Fede e la coerenza che ho cercato di tenere sempre unita, Dio non mi ha premiato, ma mi ha dato solo poche cose che non mi danno nulla. Mi sono dato, mi sono sacrificato, mi sono offerto e tutte queste cose le ho fatte volentieri per Fede perché ci credevo e ci credo ma in cambio ho trovato solo desolazione e quanto più vado contro corrente più vengo combattutto da tutti e vengo preso per un poveraccio che in Dio ci crede per davvero. Anche i preti mi trattano male, anche i religiosi mi prendono a pesci in faccia, ma mi trattano male perché hanno paura di essere colpiti dai laici. Hanno paura che se mi danno retta i laici potrebbero fargli del male perché i laici italiani non sono come i laici delle altri parti del mondo, qui abbiamo dei laici molto ipocriti che hanno invaso quasi tutte le parrocchie e le associazioni laicali, sono laici che hanno il potere di modificare la liturgia della messa e se i preti non lo fanno quei laici vanno al vescovo e lo fanno sostituire perché è così che funziona la chiesa italiana.

Papa Franscesco ascolta la nostra preghiera…

Rispondi

Domenico Caruso il 29 luglio 2013 alle 8:26 am.

Senza il dialogo sincero la famiglia e la società non hanno senso. Ma il dialogo presuppone il rispetto della verità. Si legge nel Vangelo: “Dicit ei Pilatus: Quid est veritas?”. L’affermazione folle e pesante: “Io sono la verità” (Gv 14, 6) comporta la condanna a morte, non lo sarebbe stata la presentazione come Messia. L’esperienza di fede, in Cristo e nella Chiesa, fa incontrare la verità. Ha ragione Papa Francesco: se non si ha il coraggio anche di andare controcorrente, di dialogare con coscienza, di cambiar vita, non ci sarà crescita né progresso.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.