Affidarsi a Dio incomincia nelle piccole cose e nei grandi problemi

Affidarsi a Dio incomincia nelle piccole cose e nei grandi problemi

Le Scritture del giorno ricordano la morte di Giovanni per mano di Erode, il quale fa uccidere il Battista al fine di accontentare l’amante Erodìade e il capriccio di sua figlia. Prendendo spunto da queste Papa Francesco ci invita a riflettere sugli ultimi istanti di Giovanni e su come i momenti di buio e di dubbio, che ogni persona attraversa nella propria vita, in verità abbiano un ruolo purificatore.

Anche Giovanni ha avuto il suo ‘orto degli ulivi’, la sua angoscia in carcere” chiarisce infatti Bergoglio “quando credeva di avere sbagliato, e manda i suoi discepoli a chiedere a Gesù: ‘Ma dimmi, sei tu o ho sbagliato e c’è un altro?’

Questo dubbio è normale e lo sperimentiamo tutti. Anche Santa Teresina di Gesù Bambino – aveva ricordato proprio ieri il Pontefice – nei suoi ultimi giorni “diceva che… nella sua anima c’era una lotta e quando lei pensava al futuro” alla prospettiva dopo la morte “in cielo, sentiva come una voce che diceva: ‘Ma no, non essere sciocca ti aspetta il buio. Ti aspetta soltanto il buio del niente!’

Si tratta del “buio dell’anima” come lo chiama Papa Francesco: è una tentazione molto forte alla quale tutti siamo sottoposti. Giovanni, Santa Teresina, Beata Teresa di Calcutta, ma lo stesso Gesù ha vissuto “quel buio che purifica…nell’orto degli ulivi“.

Per Santa Teresina di Gesù Bambino, questo buio, questo dubbio dell’essere nel giusto o meno “è la voce del diavolo, del demonio, che non voleva che lei si affidasse a Dio. Morire in speranza e morire affidandosi a Dio!

Affidarsi a Dio incomincia adesso, nelle piccole cose della vita, anche nei grandi problemi: affidarsi sempre al Signore!” ha quindi affermato il Vescovo di Roma “E così uno prende questa abitudine di affidarsi al Signore e cresce la speranza” poiché anche nel momento di buio il Signore è sempre lì che ci attende e ci conforta, pronto a darci le sue risposte, così come “Gesù ha risposto a Giovanni come il Padre ha risposto a Gesù, confortando“.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

12 Commenti

Antonietta Zoboli il 1 Giugno 2014 alle 12:49 am.

Potrei sapere, per favore, qual è la preghiera per affidarsi a Gesù? Io mi affido tante volte a Lui e penso che mi ascolti, ma vorrei sapere le parole di questa preghiera e poterla imparare come il Padre Nostro. E possibile?
RingraziandoLa porgo deferenti ossequi.

Rispondi

Rita Siciliano il 11 Febbraio 2014 alle 7:06 pm.

Per non scoraggiarsi o quando si è giù di morale bisogna pregare – Pregare con la mente e con il cuore .
La preghiera è la vera medicina. Gesù è sempre con noi .Non lo vediamo perché corriamo dalla mattina alla sera.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.