Cerchiamo di essere come Gesù cercando, guarendo e amando la gente

Cerchiamo di essere come Gesù cercando, guarendo e amando la gente

In una tra le più belle e profonde riflessioni mattutine in Santa Marta, Papa Francesco ci illustra quattro modi differenti di essere cristiani, di dare testimonianza cristiana: quattro modi di cui tre fallimentari che ancora più pongono in risalto la novità portata da Gesù che è l’amore di Dio per ognuno di noi.

Le Sacre Scritture continuamente ci parlano, e ci avvisano, sul modo sbagliato di essere sacerdoti, su quei comportamenti legalisti o ipocriti che che allontano la gente dalla fede al posto che avvicinarla.

Nell’omelia il Pontefice ha parlato degli scribi, icona di tutti quei sacerdoti che “insegnavano, predicavano ma legavano la gente con tante cose pesanti sulle spalle, e la povera gente non poteva andare avanti“. Ma gli stessi scribi non rispettavano i tanti lacci che ponevano alla gente, essi finivano con l’essere “Gente incoerente…” che “è come se bastonassero la gente, no? ‘Dovete fare questo, questo e questo’“. In questo modo essi terminavano con il chiudere il Regno di Cieli, chiudendolo così tanto che neppure loro riuscivano a entrarci visto che neppure loro riuscivano a rispettare i tanti vincoli e divieti che ponevano. E questa “è una maniera, un modo di predicare, di insegnare, di dare testimonianza della propria fede” ha commentato amaramente Papa Francesco “e così, quanti ci sono che pensano che la fede sia cosa così“.

Vi sono poi quei sacerdoti il cui cuore non riesce a sentire bene la fede del proprio popolo, che forse perchè deboli o tiepidi, nascondono quasi la propria unzione e la gente percepisce questo: “quante volte il popolo di Dio si sente non benvoluto da quelli che devono dare testimonianza –  ha aggiunto Bergoglio – dai cristiani, dai laici cristiani, dai preti, dai vescovi…” Questi a volte si allontanano dalla povera gente, non comprendono il modo umile di pregare della gente, il modo semplice di questa e pensano ci voglia un corso di teologia per comprendere le cose. Anche questa è una forma di prigrizia, di timidezza dei sacerdoti che “finisce male” poiché non avvicina la gente a Dio.

Vi sono poi coloro che gestiscono il Tempo come dei “briganti“, essi sono “sacerdoti, ma briganti“. Quante volte le scritture ci mostrano questi sacerdoti che “andavano dietro al potere, dietro ai soldi – ha quindi affermato Papa Francesco – sfruttavano la gente, approfittavano delle elemosine, dei doni“. Tutta questa gente, tutte le volte “il Signore li punisce forte“. Anche oggi troviamo questi briganti che altro non sono che “la figura del cristiano corrotto“: vediamo questi briganti oggi nelle figure “del laico corrotto, del prete corrotto, del vescovo corrotto – ha ammesso il Vescovo di Roma – che profitta della sua situazione, del suo privilegio della fede, di essere cristiano“.

Vi è poi Gesù, il quarto modo di vivere la fede, di essere testimonianza ed esempio: di Lui la gente dice “questo insegna come uno che ha autorità: questo è un insegnamento nuovo!” Ma non vi era nessuna novità nell’insegnamento, ribadisce Papa Francesco: la novità era nel modo, la novità di Gesù è che con sé porta la Parola di Dio, il messaggio di Dio, cioè l’amore di Dio a ognuno di noi“.

Il modo nuovo di Gesù consiste nell’avvicinare “Dio alla gente e per farlo si avvicina Lui: è vicino ai peccatori“: Egli “parla di teologia con la Samaritana, che non era un angiolino“, Egli perdona l’adultera, Gesù “cerca il cuore delle persone”.

Ha quindi aggiunto Papa Francesco “Gesù si avvicina al cuore ferito delle persone. A Gesù soltanto interessa la persona, e Dio“, Egli “vuole che la gente si avvicini, che lo cerchi e si sente commosso quando la vede come pecora senza pastore“.

Share Button

Può interessarti anche:

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

18 Commenti

Fabio il 20 gennaio 2014 alle 9:13 pm.

La forza di Papa Francesco, è…che come Gesù si è messo in fila, con i peccatori, per essere battezzato da Giovanni il Battista…Lui, si mette in fila con i senzatetto di Roma, come ha fatto ieri…si confronta con loro…li incoraggia…gli dà una speranza…e loro, a lui credono…perchè, Papa Francesco…è, l’insegnamento di Dio, fatto carne;

Rispondi

Bruna il 18 gennaio 2014 alle 8:59 pm.

Grazie a Dio, abbiamo un Papa come è giusto che sia, leale, che ci parla di Gesù, ci fa catechesi, molto bello. Grazie Papa Franceso!!!

Rispondi

mariafiorella il 18 gennaio 2014 alle 8:17 pm.

Purtroppo il male si manifesta in molti modi lo sanno bene i Santi e milti che cercano la strada della santita’ non c’e’ un vaccino per l’immunita’ dal male a volte ci sono persone che si dicono e sembrano normali ma non le sono e hanno tanta cattiveria ben camuffata che potenzialmente puo’
distruggere,non sono certo cristiani. Il cristiano gode del bene vuole il bene cerca il bene certo tutti possiamo sbagliare ma il Signore ci vede e aspetta il nostro ritorno lui ci ama tutti potessero
comprenderlo tutti.Io prego per questo e la vita va nonostante tutto …possa il.Signore aver pieta’
di tanti le nostre preghiere vanno sempre bene
perche’ ovunque c’e’ chi ha bisogno di preghiere.Gli attacchi alla fede sono sempre pronti ma prima o poi il.Signore sistemera’ tutto.

Rispondi

giuseppa il 18 gennaio 2014 alle 4:00 pm.

rispondo a Laura Messina: Carissima il Signore conosce ogni capello del nostro capo , quindi anche la tua sofferenza . Vai a trovarlo , ti aspetta , ChiediGli che ti doni la Grazia di Perdonare le persone che ……….! Vedrai che poi starai meglio!

Rispondi

mariafiorella il 17 gennaio 2014 alle 10:43 pm.

Con Papa Francesco tutti a scuola di catechismo!
E’ bello sentire la voce di chi ama il Signore e che sa.trasmettere questo amore infinito ai fratelli.
Grazie Papa Francesco!

Rispondi

Fabio il 17 gennaio 2014 alle 8:47 pm.

…la peggiore sconfitta, è…la noia, che ci brucia la vita!

Rispondi

giuseppa il 18 gennaio 2014 alle 3:43 pm.

Ci sono tanti modi per non farsi beccare dalla ………..noia! Perché per esempio non recitare un bel Rosario alla S.S. Vergine ! Buona Preghiera!

Rispondi

francesca il 17 gennaio 2014 alle 6:28 pm.

Lode a Dio nell alto dei Cieli perchè ha amato tanto il suo popolo da inviarci un Nuovo Messaggero : Papa Francesco

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.