Riflessioni di Papa Francesco

Con il nostro atteggiamento e la nostra vita, diciamo: Gesù è risorto

Con il nostro atteggiamento e vita, diciamo: Gesù è risorto

Con il nostro atteggiamento e vita, diciamo: Gesù è risorto

Annunciare il Vangelo, partendo dalle periferie, è stato il messaggio che Gesù stesso ha rivolto alle donne che si erano recate al sepolcro: commentando le Letture del Giorno (Mt 28, 8-15) Papa Francesco ha fatto notare come la Galilea, il luogo dove Gesù dice agli apostoli di recarsi per trovarlo, è la periferia nella quale “Gesù aveva iniziato la sua predicazione – ha detto il Pontefice durante il Regina Coeli di oggie di là ripartirà il Vangelo della Risurrezione, perché sia annunciato a tutti, e ognuno possa incontrare Lui, il Risorto, presente e operante nella storia“.

Fin dal primo giorno la Chiesa, ha proseguito il Vescovo di Roma, ripete l’annuncio che “Cristo è risorto!” e questo non è un fatto fermo nella storia a duemila anni fa: “in Lui, per il Battesimo, anche noi siamo risorti, siamo passati dalla morte alla vita, dalla schiavitù del peccato alla libertà dell’amore. – ha dunque spiegato Bergoglio – Ecco la buona notizia che siamo chiamati a portare agli altri e in ogni ambiente, animati dallo Spirito Santo“.

Non stanchiamoci dunque di ripete “Cristo è risorto!” poiché questo è “il dono più bello che il cristiano può offrire“, ovvero “la fede nella risurrezione di Gesù e la speranza che Egli ci ha portato“.

Tuttavia non è solo con le parole che dobbiamo proclamare questo annuncio, “ma con la testimonianza della nostra vita. – ha quindi concluso il Pontefice – La lieta notizia della Risurrezione dovrebbe trasparire sul nostro volto, nei nostri sentimenti e atteggiamenti, nel modo in cui trattiamo gli altri“.

Siamo testimoni di Cristo ed annunciamo la Sua resurrezione “quando sappiamo sorridere con chi sorride e piangere con chi piange; quando raccontiamo la nostra esperienza di fede a chi è alla ricerca di senso e di felicità; quando camminiamo accanto a chi rischia di perdere la speranza. Con il nostro atteggiamento, con la nostra testimonianza, con la nostra vita, diciamo: Gesù è risorto! Lo diciamo con tutta l’anima“.

Taggato , , ,

Informazioni su Redazione

12 pensieri su “Con il nostro atteggiamento e la nostra vita, diciamo: Gesù è risorto

  1. mi querido me dirijo a usted para comunicar que estoy ejeciendo una funcion de hacer conocer que estoy ejerciendo presion a los presidente o premiare de europa como la union europea reflexionen por los hermanos muerto en el mar mediterraneo refugiado para que se reunan para tratar el tema de ayudar a italia con los pobres que van a italy para encontrar la solucion a sus vidas . la humanidad esta perdida y no pienza en los sufrimiento de los demas por esto use software 3 veces en banco mundial italia para que cuenten con dinero para una efectiva accion esto es 17 04 . se por ahi me sobresalto o opino como fuerte pero a veces me da bronca la falta de solidaridad y la falta de desiciones de algunos presidente y pido padre que dios me perdone por ser tan duro a veces agradezco ser aceptado por usted ariel alfredo bazan . caba ,. argentino mundial alcance

  2. Santo Padre noi della parrocchia diretta da un grande e bravo parroco don Vincenzo Otera che si tròva in provincia di messina a Portosalvo comune di Barcellona pozzo di gotto è la chìesa dedicata a S.Giovanni Paolò2 con un intenso oratorio ad egli dedicato in questo primo annò dalla canonizzazione i ragazzi presenterannò attraverso un mvsical la vita del Grande S.Giovanni paolo 2 sono dei veri attori vorremmo un giorno la tua presenza noi intanto camminiamo verso l amore per Cristo e nella luce del Risorto ci amiamo ti auguro ogni bene che lSpirìto Santo cì fòrtifichi la nostra umile fede testimoniandola ai fratelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.