Discorso di Papa Francesco sulle unioni civili e sul matrimonio

Discorso Papa Francesco sulle unioni civili e sul matrimonio

La Chiesa è “inscindibilmente connessa con la famiglia“, ha detto Papa Francesco nel proprio messaggio in occasione dell’inaugurazione dell’Anno giudiziario del Tribunale della Rota Romana: per mezzo del Tribunale della Famiglia, la Chiesa continua “a proclamare il disegno di Dio Creatore e Redentore sulla sacralità e bellezza dell’istituto familiare. Una missione sempre attuale, ma che acquista particolare rilevanza nel nostro tempo“.

L’intervento del Santo Padre viene al termine di un cammino sinodale di due anni, nel corso del quale la Chiesa tutta ha “potuto compiere, in spirito e stile di effettiva collegialità, un approfondito discernimento sapienziale“: è emerso, in modo chiaro e univoco che “non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione“.

La famiglia e la Chiesa, su piani diversi, concorrono ad accompagnare l’essere umano verso il fine della sua esistenza“, ha inoltre aggiunto il Santo Padre “E lo fanno certamente con gli insegnamenti che trasmettono, ma anche con la loro stessa natura di comunità di amore e di vita. Infatti, se la famiglia si può ben dire “chiesa domestica”, alla Chiesa si applica giustamente il titolo di famiglia di Dio. Pertanto «lo “spirito famigliare” è una carta costituzionale per la Chiesa: così il cristianesimo deve apparire, e così deve essere. È scritto a chiare lettere: “Voi che un tempo eravate lontani – dice san Paolo – […] non siete più stranieri né ospiti, ma concittadini dei santi e familiari di Dio” (Ef 2,19). La Chiesa è e deve essere la famiglia di Dio»“.

Proprio il fatto di essere tutti uniti in una famiglia, però, ci apre ad una seconda verità, ovvero “che quanti, per libera scelta o per infelici circostanze della vita, vivono in uno stato oggettivo di errore, continuano ad essere oggetto dell’amore misericordioso di Cristo e perciò della Chiesa stessa“.

La Chiesa, in conclusione, pur ribadendo che il “sogno” di Dio è “la famiglia, fondata sul matrimonio indissolubile, unitivo e procreativo“, è al contempo chiamata a mostrare l’indefettibile amore misericordioso di Dio verso le famiglie, in particolare quelle ferite dal peccato e dalle prove della vita“.

Avete già acquistato Papa Francesco News in edicola? Tenetene una copia sempre a portata di mano, così porterete sempre con voi le parole e le riflessioni di Papa Francesco, in ogni momento della giornata.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

21 Commenti

teodora il 27 Gennaio 2016 alle 9:22 pm.

Interessante: Gesù si adegua a noi. No, noi alla Sua parola.
Ma ormai i lavaggi di cervello non hanno più confini.
Non sappiamo più neanche da chi discendiamo, come esseri umani……
Lo Spirito Santo “riveli” in modo trasparente a TUTTI..
Dio ponga argini alla confusione dirompente che si sta generando, mentre nel mondo dirompe senza freno e senza raziocinio lo sterminio umano.

Rispondi

Katia il 27 Gennaio 2016 alle 3:31 pm.

Buon giorno papa francesco…
È sempre nei miei pensieri …
Katia

Rispondi

teodora il 27 Gennaio 2016 alle 2:43 pm.

In ogni ambito si ha interesse a preservare il proprio dominio, (la politica ne è maestra). Se le deficienze interne lo fanno scemare, si recupera con alleanze, ancorché stonanti in opinioni e attività.
Ciò, nella realtà religiosa, genera sbandamenti di valori e di orientamenti dottrinali.
Questa la percezione che che si raccoglie.
Ma tutto si risolve col sordomutismo, a cominciare da quelle incoerenze, generanti sofferenze e ingiustizie, che si dovrebero prioritariamente risolvere o, quantomeno, lenire, per coerenza ai basilari precetti CRISTIANI, che bandiscono profitti personali. ANZI!!!!
Purtroppo, l’interesse, che appare predominante, è solo quello di conservare e allargare potere e opulenze.
Il mondo s’incrudelisce! Ahinoi! Peggio per chi soccombe!
Convertirsi? A cosa? Da CREDENTE in Dio, cosa seguire esattamente?
Dove portano le confusioni a sorpresa? Le novità ad hoc? Incrementano leale unione e fratellanza o mera spartizione di potestà con sparpagliamento e labirinti dei vari greggi?
Imbarchiamoci e ANDATE: dove e con chi? A che fare? Come? Per chi? Per cosa?
Manca l’oculatezza, l’integro discernimento e la preminente PRIORITA’ all’autentica, sana e concreta RISPOSTA di FEDELE protezione da ogni male.
Dio discerne ed il Suo discernimento è INFALLIBILE!
Attenzione e riflessione ad ogni parola, soprattutto nel settore ecclesiale CHE “RAPPRESENTA” DIO.
P.S. Stratagemmi disperdenti, sono diabolici. GLI ORGANI PREPOSTI DOVRANNO PROVVEDERE.

Rispondi

Nella il 27 Gennaio 2016 alle 2:42 pm.

Caro Papa Francesco purtroppo la legge è dei senza legge,sembra un gioco di parole ma non è cosi.Non giudico nessuno tutti dobbiamo essere giudicati da un unico giudice Dio padre nostro a Lui Gloria nei secoli dei secoli amen.
Dio la protegga dai suoi nemici,con stima ed affetto Nella.

Rispondi

cinzia il 27 Gennaio 2016 alle 1:12 pm.

Sono triste per le parole di Lucia, Gesù ha perdonato la Maddalena che era ai piedi della sua croce con la Madre di Gesu’, trasformata dal perdono di Gesu’ in una Discepola credo che su questo ci sia da rifletter.
E’ invio al Santo Padre la mia più grande ammirazione per i suoi gesti, per il suo coraggio, per la sua fede, per la sua luce!!!!

Rispondi

Santa Arre il 27 Gennaio 2016 alle 1:03 pm.

P.S. Chiedo per cortesia ” in caso di accettazione ”di non tener conto del primo commento inviato alle ore 12,26 . Grazie !

Rispondi

Santa Arre il 27 Gennaio 2016 alle 12:54 pm.

Dalla lettura ho tratto alcune personali riflessioni con non poca difficoltà a renderle chiare e a non voler irretire coloro di differenti opinioni. E’ anche mia convinzione che non ci può e non debba esserci confusione tra LA FAMIGLIA GENITRICE…procreatrice e QUELLA di RUOLO genitoriale…facendo attenzione a non discriminare alcuna .
Da alcuni capoversi della lettura del testo ”sopra” di Papa Francesco traggo alcune chiarificazioni di concetto, utili credo a poter disquisire sulla mia convinzione di Famiglia :
La Famiglia…una missione sempre attuale !
L a famiglia e la Chiesa accompagnano L’ESISTENZA dell’essere umano dalla nascita alla morte creandogli intorno l’accoglienza…la protezione…il luogo …l’atmosfera diremmo oggi d’Amore …che lo renda felice.
Di fatto la Verità è che questa ATMOSFERA non sempre è garantita , subisce trasformazioni ,e per infelici circostanze ,e per ferite,errori d’ogni genere la Famiglia vive gravi conseguenze nel compartecipare ai Diritti e Doveri di Responsabilita’ che La sua Missione comporta, anche per LO STATO e la Storia laica e religiosa che le hanno conferito di Valore sopra ogni altra unione , pur messa sotto Il MANTO misericordioso di Dio . Sono necessari cambiamenti di prospettiva”viene ultimamente ribadito da più voci ” che mettano e diano più sicurezza alla Vita della Famiglia …di qualunque responsabile scelta sia che protegga LA PERSONA dalla nascita …in una realtà che non venga spesa tra veleni e discriminazioni …ma che sia di impegno a vivere LEGAMI affettivi di Amore Sincero …nel rispetto di Leggi che lo difendano da offese e devastazioni di controversi giudizi e fruire della Bellezza …dell’Amore misericordioso e generoso di Dio!

Rispondi

Ivana Barbonetti il 27 Gennaio 2016 alle 11:39 am.

Santo Padre, in legge di natura, animale, vegetale, la riproduzione avviene in 2 sessi distinti e opposti. In 2 stessi sessi non avviene, questo risponde da se. GESU’ per primo mostra amore e misericordia, la verita’ non e’ una discreminante, e’ verita’ punto, io stessa ho donato e ricevuto in dono, amicizia da “diversi”, io ho rispettato loro e loro hanno rispettato questa verita’, alcuni l’hanno fatta loro creando una famiglia con persona del sesso opposto. GESU’ si adatta a noi con diplomazia, non falsita’. Rispettare e amare veramente l’altro e’ cercare il suo bene, fare attenzione a non offenderlo e non offendere quanto crede bene, non c’e dialogo quando si vuole imporre “IO” sono cosi e’ si fa cosi, le guerre familiari, sociali e nazionali confermano che e’ un’atteggiamento sbagliato. L’importante e’ non toccare il vero fondamento della religione cristiana, IL CROCEFISSO , perché ricorda quanto DIO ci ha amato e ci ama, e sono sicura che TU non lo permetterai mai. Ivana Barbonetti

Rispondi

lucia il 27 Gennaio 2016 alle 8:52 am.

lei nn mi pice per niente ne come papa ne come persona lei nn fa rispettare la legge di nostro signore gesu cristo

Rispondi

giulio il 27 Gennaio 2016 alle 3:08 pm.

che a lei, sig/a Lucia possa non piacere papa Francesco, nè come Papa nè come uomo (?) è una sua libera scelta, però deve spiegare il senso del… non fa rispettare la legge del Signore Gesu Cristo (o più precisamente del signore gesu cristo. Grazie

Rispondi

giulio il 27 Gennaio 2016 alle 3:11 pm.

…. suo signore gesù cristo).

Rispondi

lucia il 27 Gennaio 2016 alle 8:49 am.

vergogna dare importanza a un essere che nn professa il nostro signore gesu cristo lei a me nn piace per niente coprire le statue lei con la sua falsa dottrina nn la rispetto ne come papa ne come uomo ..tanto sono certa che nn pubblicate il mio commento

Rispondi

luigi il 27 Gennaio 2016 alle 3:07 pm.

cara Lucia perchè non dovrebbero pubblicare il suo pensiero talmente contraddittorio che nessuno può accoglierlo come una cosa importante?
Lei osa dire nostro Signore gesùCristo poi inveisce contro l’uomo più vicino a NOSTRO SIGNORE GESU’ in questo momento sulla terra rispettare le fedi altrui è fare la volontà proprio di Nostro Signore Gesù Cristo occorre però capire a quale lei si riferisce

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.