Il dono della fortezza aiuta a non perdere il coraggio nelle difficoltà

Il dono della fortezza vi aiuti a non perdere il coraggio nelle difficoltà SapienzaIntelletto e Consiglio, segue la Fortezza, quarto dei doni dello Spirito Santo che Papa Francesco ha spiegato nel corso della propria catechesi durante l’Udienza Generale di oggi, mercoledì 14 maggio 2014, in Piazza San Pietro.

Nella nostra vita spesso sperimentiamo le fragilità, i limiti e le chiusure. Con il dono della fortezza, lo Spirito Santo ci aiuta a vincere le debolezze, per essere in grado di rispondere all’amore del Signore.

Ci sono momenti in cui questo dono dello Spirito Santo si manifesta in modo straordinario come nel caso di tanti nostri fratelli che non hanno esitato a dare la vita per la fedeltà al Signore e al Vangelo. Anche oggi ci sono ancora molti cristiani che, in varie parti del mondo, testimoniando la fede con convinzione e serenità, anche a costo della vita. Questo è possibile solo per mezzo dello Spirito Santo che infonde forza e fiducia.

Tuttavia, non dobbiamo pensare che questo dono è solo per le circostanze eccezionali; lo Spirito Santo ci fa sentire la vicinanza del Signore anche nella nostra vita quotidiana, ci sostiene e rafforza nelle difficoltà e nelle prove della vita, in modo che non ci lasciamo trasportare dalla tentazione dello scoraggiamento, e così cerchiamo la santità nella nostra vita ordinaria.

Però affinché tutto questo sia realtà, è necessario che il dono della fortezza si unisca all’umiltà del cuore.

Il dono della fortezza vi aiuti a non perdere il coraggio nelle difficoltà – ha quindi concluso Papa Francesco – e vi doni la gioia e l’entusiasmo nel vostro cammino di sequela di Cristo.

En nuestra vida frecuentemente experimentamos la fragilidad, los límites y clausuras. Con el don de fortaleza, el Espíritu Santo nos ayuda a superar ladebilidad, para que seamos capaces de responder al amor del Señor.

Hay momentos en que este don del Espíritu Santo se manifiesta de modo extraordinario, como ocurre en el caso de tantos hermanos nuestros que no han dudado en entregar su vida por fidelidad al Señor y al Evangelio. También hoy sigue habiendo muchos cristianos que, en distintas partes del mundo, dan testimonio de su fe, con convicción y serenidad, aun a costa de la vidas. Esto sólo es posible por la acción del Espíritu Santo que infunde fortaleza y confianza.

Sin embargo, no debemos pensar que este don es sólo para las circunstancias extraordinarias; también en nuestra vida de cada día el Espíritu Santo nos hace sentir la cercanía del Señor, nos sostiene y fortalece en las fatigas y pruebas de la vida, para que no nos dejemos llevar de la tentación del desaliento, y busquemos la santidad en nuestra vida ordinaria.

Pero para que todo esto sea realidad, es necesario que al don de fortaleza se una la humildad del corazón.

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

10 Commenti

sachailililIlilIl il 14 Gennaio 2016 alle 8:42 am.

Il denaro compra tutto ma con la preghiera si ottiene tutto.

Rispondi

olivia.nasoni il 17 Maggio 2014 alle 12:16 pm.

CARO PAPA FRANCESCO,HAI ANCHE UN PO’ DI FEBBRE,CERCA DI STARTENE BEATAMENTE SENZA FAR NIENTE. . .TI ABBRACCIO,TUA OLIVIA

Rispondi

Maria Cardillo il 16 Maggio 2014 alle 10:37 am.

Caro Papa , io ho sperimentato che il dono della fortezza mi raggiunge soltanto se prego , rivolgendomi a Dio con tutto il cuore e uso perseveranza nel mio dovere, altrimenti mi sento debole e incapace, prego con ardore e lo Spirito Santo mi illumina . Grazie caro Papa , anche nella fragilità, se la nostra fede è vera troviamo la fortezza

Rispondi

GIOVANNA SABATINO il 16 Maggio 2014 alle 10:25 am.

Credetemi,amiche e amici cari,
non c’è cosa più brutta della discriminazione, dell’emarginazione.Per questo non mollerò!

Rispondi

GIOVANNA SABATINO il 16 Maggio 2014 alle 10:19 am.

Anch’io attraverso un periodo difficile sul lavoro,sono perseguitata, mobbizzata da circa 15 anni a causa delle mie battaglie in favore delle politiche di pari opportunità, in difesa delle donne,la lotta alle discriminazioni,sempre dalla parte dei più deboli ma sono io la più debole,trasferimenti e tanta solitudine.Da quando c’è papa Francesco mi sento meno sola, so che mi ascolta e ho fiducia in Lui, non mi tradirà.

Rispondi

Franca Fasolato il 16 Maggio 2014 alle 10:16 am.

Santo Padre,
papa Francesco io attendevo risposta da Lei ancora l’anno scorso, ma forse non ha letto quanto Le ho inviato per posta.
Io credente e fedele da sempre, oggi… mi sento stanca nelle troppe prove ingiuste. Come me, penso a tanti altri, io credo sia umano dubitare davanti ad una realtà crudele.
Come quella dei miracoli possibili e miracoli impossibili?
E poi, se siamo tutti figli di Dio Buono e Onnipotente perché alcuni hanno una vita piena di tragedie e altri no? Quelli che non ne hanno tragedie sono molto spesso i più malvagi! Noi spesso preghiamo e chiediamo a Dio una risposta alle tante domande che la nostra mente umana si pone, ma tutto rimane mistero. Padre graziosissimo, preghi per me, affinché lo Spirito Santo ritorni a scaldarci ancora il cuore e la vita. Grazie FF

Rispondi

olivia.nasoni il 15 Maggio 2014 alle 5:22 pm.

TI FACCIO UN REGALO:IL MIO ANULARE. . .LIBERO MA DEBOLE,COME IO PREGO PER TE,FAI ALTRETTANTO CON ME;UNITI NELLA PREGHIERA CI PORTA AD ESSERLO NELLA VITA. . .

Rispondi

Maria Vittoria il 15 Maggio 2014 alle 2:27 pm.

Grazie, ne hoparticolarmente bisogno in questo difficile momento della mia vita di disabile con sfratto. Per questi motivi non devo scoraggiarmi e anche per questi motivi Le ho scritto due lettere che forse non ha letto. Può farlo e aiutarmi?

Rispondi

Flora CHAVARRIA il 15 Maggio 2014 alle 3:04 am.

Gracias Santo Padre confio en que ha recibido mi carta que me llevo gentilmente un compañero de trabajo Soy de Costa Rica y su catequesis de hoy fue como sí relatará mi vida. Gracias por el don de fortaleza que a partir de hoy viviré con más esperanza y aceptación del plan de Dios en mi vida. Oro por usted Santidad. Con todo cariño y sgradecimiento profundo a Dios por usted y los cambios en nuestra Santa Iglesia en el mundo entero. Signo d’oro Santita e Buona colazione! Flora Chavarria Costa Rica

Rispondi

monica luisa il 14 Maggio 2014 alle 8:17 pm.

Mio Santo Padre vivo un momento terribile…tu dici sempre che i figli di Dio devono portare la gioia nel cuore e negli occhu ma io sono consumata dal dolore, come una candela…mi tenga nelle sue preghiere…tante volte chiedo al Signore il percorso da intraprendere.. AMEN

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.