Essere cristiani tiepidi rende opaca la nostra identità cristiana

Essere cristiani tiepidi rende opaca la nostra identità cristiana

Dio non solo ci ha scelti ma ci ha dato, per mezzo dello Spirito Santo, uno stile di vita, che non è composto solamente da una serie di indicazioni riguardo il modo di comportarsi ma è proprio un modo d’essere del cristiano: questo modo d’essere, questo sigillo dello Spirito Santo, è la nostra identità cristiana e si rende evidente attraverso “amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé“.

Nel corso dell’omelia odierna, nella Messa celebrata nella Cappella di Casa Santa Marta, oggi 17 ottobre 2014, Papa Francesco, continuando a commentare la Lettera agli Efesini, presente nella Prima Lettura (Ef 1, 11) di ieri e di oggi, ha continuato, in un certo qual modo, l’omelia di ieri.

Ieri il Pontefice aveva spiegato come il cristiano è un eletto, scelto nel cuore, anzi nelle viscere di Dio, fin da prima della creazione del mondo. Oggi il Santo Padre ha proseguito il suo magistero spiegando come Dio non solo ci ha eletti, ma ci ha anche dato un “sigillo”, che è la “forza dello Spirito Santo, che tutti noi abbiamo ricevuto nel Battesimo“.

Grazie al battesimo, infatti, lo Spirito Santo “ha sigillato il nostro cuore e, di più, cammina con noi“: camminando affianco a noi nel corso della storia lo Spirito Santo ci da una identità, una “identità cristiana“, che deve caratterizzare tutti i cristiani. È proprio lo Spirito Santo – ha proseguito il Pontefice – che ci inspira i sentimenti di “amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé“, modi d’essere, questi, che sono propri dei veri cristiani.

Tuttavia molto spesso questi valori non traspaiono nella società poiché tanti cristiani sono “cristiani tiepidi”, ovvero il classico cristiano che “va a Messa la domenica,… ma nella sua vita l’identità non si vede“.

Essere tiepidi – ha aggiunto Bergoglio – rende opaca la nostra identità” e ci fa cadere “nell’altro peccato, quello di cui Gesù parlava ai discepoli e abbiamo sentito” nel corso della Lettura del Vangelo (Lc 12, 1-7): ‘Guardatevi bene dal lievito dei farisei, che è l’ipocrisia’.

L’ipocrisia è il “fare finta di” ha detto Papa Francesco: “io faccio finta di essere cristiano, ma non lo sono“. Facendo così, però, non ci rendiamo conto di una verità, ovvero che lo Spirito Santo non solo “non solo ci dà l’identità, ma, anche, è caparra della nostra eredità. Con Lui il Cielo incomincia. – ha quindi concluso – Noi stiamo proprio vivendo questo Cielo, questa eternità, perché siamo stati sigillati dallo Spirito Santo, che proprio è l’inizio del Cielo: era la caparra; l’abbiamo in mano. Noi abbiamo il Cielo in mano con questo sigillo“.

Share Button

14 Commenti

daniela il 29 Febbraio 2016 alle 11:54 am.

Caro Papa Francesco, questa notte ho fatto un sogno molto pauroso ma bon posso dirtelo, lo so dovrei fare la volonta`delSignore ma, ho paura per la mia famiglia, e sento che bon mi ascolterebbero, ti dico solo che la Madonnina ha detto che ci vuole la pace ed il rispetto per la natura, per le persone e sopprattutto per la Famiglia… io mi devo fermare qui non posdo andare fino in fondo, aspettero`come tutti quello xhe Dio ha scritto per noi, forse ci vedremo in cielo, da quando ti scrivo mando sempre un abbraccio con il cuore, non so perche` ma, penso tanto alla tenerezza della Madonna e adesso faccio l’esame di coscienza. Gesu`ascolta il mio cuore perche`e`triste preoccupato, stanco e dispiaciuto per non poter finire questa missione impossibile per me ma forse vuoi questo perche` sei stanco degli uomini che stanno distruggendo tutto il bello xhe c’e` nel Mondo. Ti chiedo di perdonarmi se puoi, ma non ce la faccio , Gesu` tu non vuoi piu`il male, le perseguzioni,la guerra , tu vuoi la pace, l’amore per la famiglia, per le persone, cioe`amare il prossimo come noi stessi, il mio Gesu` sulla croce che e`in casa mia e`sereno sembra che dorma tranquillo, questo e`quello che volevi, sei morto per salvarci e dopo salvati non doveva succedere piu, invece sono continuate le guerre, le perseguzioni, la malvagita`le cose contro il creato, cioe`la natura e tu sei stanco ed anxhe io, perche` gli uomini non vogliono capire, caro Gesu`perdonami ancora se ho fatto qualcosa di sbagliato ma, io sono sicura di avere fatto sempre la tua volonta` e`vero siamo tutti peccatori ma tu sai che io ho fatto solo duee peccati econfessandoli spero mi abbia perdonato, nella mia vita ho subito sempre spicologicamente e da plccola anche moralmente per 10anni ma sempre con il sorriso, doovevo diventare forte e la mia la mia risorsa era il pianto, ancora piango e`la mia difesa, Caro Gesu` se puoi aiuta il S. Padre, lo so dovevo continuare ma non posso, la mia famiglia… Cara Madre Maria, madre del Mondo intercedi per tutti noi , tuoi figli se puoi, perche`in quell ‘abbraccio della tenerezza sembta che Gesu`abbracciando te ,abbracci tutto il Mondo ma… Caro Papa Francesco e tutti voi fratelli Cardinali perdonatemi se non vado fino in fondo alla mia missiione, ma io non sono una santa e non voglio esserla, saremo veramente tutti uguali quando arriveremo davanti al Signore e saremo giudicati perche`lui puo` GIUDICARE, il mio babbodiceva sempre; non bisogna fare del male al prossimo perche`poi c’e`il giustiziere… Caro Padre avrei tanto voluto regalarti il mio piccolo Vangelo ma… Forse sto facendo uno sbaglio ma sento che il male e`piu`forte del bene… ma, provero`a non inviare questo messaggio e sia fatta la volonta` del Signore nostro Dio del cielo e della terra e cosi`sia.Allora in questo momento sto facendo del male al prossimo? Ma se non mi credono xhe cosa posso fare io? In tante apparizioni la Madonna ha mandato un segno, la mia vita e`piena di segni ma, sono nascosti tanti , le nuvole si vedono ,ma perche`continuo a dire queste cose? Perche`senti il mondo in pericoloe non posso fatepiu`niente, mi dispiace Padre Santo perdonami se puoi, speriamo che tutto finisca presto…

Rispondi

daniela il 21 Ottobre 2014 alle 4:09 am.

Caro Papa Francesco, noi siamo stati scelti da Dio ancora prima di nascere e la nostra storia e`stata scritta nel cielo, come diceva sempre anche la mia mamma. Dopo con il battesimo ci ha regalato un sigillo, un impronta nel cuore, la forza dello Spirito Santo, che camminando con noi ci ha dato una identita`cristiana. Hai detto delle cose che toccano veramente il cuore. Ma c’e` una frse splendida chemi ha particolarmente colpito. Noi abbiamo il Cielo in Mano con questo Sigillo! Il cielo, il sole, il mare, la luna, le stelle! Quante cose belle! Pero`dovremmo custudirle, come dici tante volte, custudire il creato e l’uomo e`capace di farlo se vuole, perche`poche cose sono di per se
impossibili e a volte non ci mancano i mezzi per ottenerle, ma la persistenza Caro Papa Francesco grazie per essere come sei e continua cosi`, il mondo ha bisogno di te… Avrei tanto voluto incontrarti, ma….. Un saluto e un abbraccio grande con il cuore…

Rispondi

PAOLA BACCHION il 20 Ottobre 2014 alle 12:18 pm.

Grazie caro Papa Francesco ti auguro buona giornata e buon lavoro a te e collaboratori bacioni

Rispondi

PATRIZIA il 20 Ottobre 2014 alle 7:18 am.

CORREGGO …VIVA….

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.