Il re Davide ci insegna a dialogare con Dio in ogni occasione

Continua Papa Francesco durante le sue Udienze la catechesi sulle preghiere, e oggi racconta di un altro grande personaggio della Bibbia: il re Davide.

Prediletto da Dio fin da ragazzo, viene scelto per una missione unica, che rivestirà un ruolo centrale nella storia del popolo di Dio e della nostra stessa fede” dichiara il Pontefice, come profetizzato nella Bibbiadalla discendenza di Davide, secondo le promesse, viene il Messia: un Re totalmente secondo il cuore di Dio, in perfetta obbedienza al Padre, la cui azione realizza fedelmente il suo piano di salvezza” .

Davide, ultimo di tanti fratelli, era un semplice pastore e “ha una sola compagnia per confortare la sua anima: la cetra; e nelle lunghe giornate in solitudine ama suonare e cantare al suo Dio. Giocava anche con la fionda”. Quella stessa cetra che userà per esprimere il suo animo di poeta.

Infatti “la cetra lo accompagnerà sempre: a volte per innalzare a Dio un inno di gioia, altre volte per esprimere un lamento, o per confessare il proprio peccato.” Suoi sono infatti i Salmi, una raccolta bellissima di canti attraverso i quali Davide esterna i suoi pensieri, e il suo modo di pregare, qualunque cosa gli succeda, buona o cattiva, e così “Davide santo, prega; Davide peccatore, prega; Davide perseguitato, prega; Davide persecutore, prega; Davide vittima, prega. Anche Davide carnefice, prega. Questo è il filo rosso della sua vita. Un uomo di preghiera. Quella è la voce che non si spegne mai: che assuma i toni del giubilo, o quelli del lamento, è sempre la stessa preghiera, solo la melodia cambia.”

Insegnandoci così a dialogare con Dio “a far entrare tutto nel dialogo con Dio: la gioia come la colpa, l’amore come la sofferenza, l’amicizia quanto una malattia.”

In questo modo non siamo mai soli “perché la nobiltà della preghiera ci lascia nelle mani di Dio”.

Share Button

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.