Impariamo a vedere il buono che c’è nelle persone

Impariamo a vedere il buono che c’è nelle persone

Vedere il buono che c’è nelle persone che incontriamo ogni giorno, affinché tutti siano incoraggiati a far emergere l’immagine di Dio impressa nel loro cuore“, è questo l’insegnamento che Papa Francesco ci invita a trarre dalla Lettura del Vangelo di oggi (Lc 19,1-10), che narra la conversione di Zaccheo.

Zaccheo era, ha ricordato Bergoglio prima dell’Angelus, “un ricco collaboratore degli odiati occupanti romani, uno sfruttatore del suo popolo“, ovvero un “pubblico peccatore“. E proprio questa condizione “non gli permetteva di avvicinarsi al Maestro“, ha spiegato il Papa.

Gesù, “va oltre i peccati e i pregiudizi” e al posto di vedere in Zaccheo solamente “un uomo disonesto e disprezzato da tutti” vede il bisogno di conversione che questi aveva dentro di sé. Gesù “vede la persona con gli occhi di Dio, che non si ferma al male passato, ma intravede il bene futuro” e questo “dobbiamo impararlo“! È tanto difficile, per noi, riuscire a vedere il bene negli altri, particolarmente quando sbagliano.

Tanto che, “a volte noi cerchiamo di correggere o convertire un peccatore rimproverandolo, rinfacciandogli i suoi sbagli e il suo comportamento ingiusto – ha proseguito Francesco – L’atteggiamento di Gesù con Zaccheo ci indica un’altra strada: quella di mostrare a chi sbaglia il suo valore, quel valore che Dio continua a vedere malgrado tutto, malgrado tutti i suoi sbagli. Questo può provocare una sorpresa positiva, che intenerisce il cuore e spinge la persona a tirare fuori il buono che ha in sé“.

Ci farà bene imparare questo, oggi, “È il dare fiducia alle persone che le fa crescere e cambiare“. Del resto, ha concluso il Vescovo di Roma, “così si comporta Dio con tutti noi: non è bloccato dal nostro peccato, ma lo supera con l’amore e ci fa sentire la nostalgia del bene. Tutti abbiamo sentito questa nostalgia del bene dopo uno sbaglio“.

La Vergine Maria ci aiuti a vedere il buono che c’è nelle persone che incontriamo ogni giorno, affinché tutti siano incoraggiati a far emergere l’immagine di Dio impressa nel loro cuore. E così possiamo gioire per le sorprese della misericordia di Dio! Il nostro Dio, che è il Dio delle sorprese“!

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

2 Commenti

Romualdo Magno il 11 Gennaio 2017 alle 2:30 pm.

“Gurun akan telanjang. Ini mengurangi Anda untuk penting. Dia menghalangi Anda lemari. Apakah itu melepas pakaian mereka sampai sekarang dianggap sebagai mutlak, dan itu membuat Anda menyadari bahwa identitas Anda jauh melampaui livery penampilan. “

Rispondi

Gabriele il 31 Ottobre 2016 alle 5:56 pm.

Caro Santo Padre,
ci sono persone dove il buono non si trova neanche cercandolo col lanternino.
È la verità. Purtroppo …….
Gabriele

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.