La forza della Parola porta la luce nell’oscurità

Quella di oggi è stata la prima domenica della Parola di Dio, che “ci consola e incoraggia[…] provoca la conversione, ci scuote, ci libera dalla paralisi dell’egoismo. Perché la Sua Parola ha questo potere: di cambiare la vita, di far passare dall’oscurità alla luce. Questa è la forza della Sua Parola.

Il vangelo su cui è incentrato l’Angelus è Mt 4, 12-23, che racconta l’inizio della missione pubblica di predicazione di Gesù, in quella terra di periferia che era la Galilea rispetto a Gerusalemme. Il suo forte messaggio “ Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino” ha avuto la forza di “un potente fascio di luce che attraversa le tenebre e fende la nebbia”. E’ Gesù infatti la luce che mostra la vicinanza e amicizia di Dio, un dono per noi.

Ricorda Bergoglio che pensare di convertirsi contando solo sulle proprie forze sarebbe un peccato di superbia, dobbiamo invece affidarci a Cristo e allo Spirito Santo, perché è “la Parola di Gesù, la Buona Notizia di Gesù, il Vangelo, che cambia il mondo e i cuori” dobbiamo quindi “aprirci alla misericordia del Padre e lasciarci trasformare dalla grazia dello Spirito Santo”.

Come i primi discepoli che dopo essere stati attirati proprio dal messaggio di Gesù hanno deciso di cambiare vita, anche noi dovremmo aprire i nostri cuori al Vangelo, tenendolo sempre con noi per iniziare la nostra conversione e farci messaggeri per “offrire speranza a quanti ne sono assetati”.

Il Santo Padre ha inoltre espresso la sua vicinanza ai fratelli della Cina che stanno affrontando il terribile virus che li ha colpiti in questi giorni, e ha raccomandato, nella giornata di domani, in cui “ricorre il 7anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau a fare “un momento di preghiera e di raccoglimento, dicendo ciascuno nel proprio cuore: mai più!”

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

4 Commenti

Silvano Baseggio il 14 Febbraio 2020 alle 8:24 am.

Per Papa Francesco
Viaggia, Figlio dello Spirito, con le monache di Clausura inviate in America ad accudire i nuovi bambini fin dal grembo delle loro Madri. E quando le gravide avranno le voglie potranno andare nelle cucine ed essere libere di mangiare e fare da mangiare! Affinchè siano liberate dalle tentazioni del Male, che arriverà in futuro e che vorrebbe annidarsi nei Conventi.
Quanto a Gerusalemme che diventi sede di Ambasciata del Vaticano a nome di tutti i popoli cristiani. Riconoscerai Israele ed abiterai con Lui, ciascuno in libertà, secondo le usanze che gli ispirerà lo Spirito.
Soccorrerai poi da lì i popoli vicini affinché vivano in pace con Israele e tutto il mondo.
Poiché l’Unto del Signore sarà Liberazione non solo per un millesimo dell’Umanità ma per tutte le Genti. Sostituiranno il loro cuore di Pietra con un Cuore di Carne che darà Loro il Signore Iddio che allontanerà così l’abominazione della Desolazione atomica.

ss (saluti!) Silvano

Vi è una distinzione tra i figli dello Spirito e i figli dal cuore di pietra. Quando Mosè scagliò le tavole della Legge che il Dito di Dio aveva inciso lo fece perché arrabbiato con il Suo Popolo che aveva commesso un peccato enorme! Mosè intercesse presso Dio temendo che attuasse lo sterminio del Popolo, compresi i parenti di Mosè. E’ un leader molto umano, che, anche se non viene detto o scritto, dimentica l’enormità del peccato commesso da quasi tutto il popolo e NON comprende l’Ira di Dio. Quanto Grande è il creatore del mondo e il popolo tutto non avverte nel Suo cuore di pietra il rimpianto dell’ Enormità del peccato più della paura della Punizione.
Dio trova la soluzione e Il Nome dichiara la Sua Essenza: Dio lento all’ira e che perdona ma che non dimentica o manda giustificato chi non lo ama, ossia chi non ha un Cuore di Carne.
Le Parole della Legge rimasero così scritte incise nel cuore di pietra nostro e dei Giudei. Non lo trasformano nel cuore di Carne che profetizza Geremia.
Oggi il popolo di Israele e tutti gli altri popoli verso i quali è rivolta la Salvezza che viene da Dio deve scoprire questo nuovo Cuore di Carne, che Dio tesserà tramite il Suo Spirito. E i Popoli adoreranno Dio in Spirito e Verità.
Pregare il Signore non vuol dire ripetere formule stabilite nel tempo, ma proprio e solo Amare Dio affidandoGli le proprie preoccupazioni e miserie confidando che ci aiuti e che ci Salvi. Il pregare non è un rapporto di dare per ricevere ma Gioia nel sapere che Dio ci ama e ci Perdona senza che noi possiamo comperare o dare in cambio nulla! E’ Amare con un Vero Cuore di Carne, nel quale Dio “Ha tessuto tramite lo Spirito la Dolce Sua Legge”.
Colui che ci ammonisce è Colui che ci Ama, non dobbiamo arrabbiarci contro di Lui per aver detto questo o quello! Egli vuole la ns. Salvezza e non vuole avere lo scrupolo di non averci ammoniti, anche se sa già come agiremo.
Pontefice Romano: Farai come riterrai per poco più di un anno, poi resterai Solo. Ma se le Forze del fisico sono deboli è lo Spirito che determina se possiamo continuare la Missione, facendoci aiutare nello svolgere i ns compiti senza problemi. Chi rinuncia nello Spirito perché ha Paura di Sbagliare ha già sbagliato di sicuro e non è coerente. La Vita DEVE essere coerente dalla Nascita fino agli ultimi giorni e di sicuro avremo, naturalmente, bisogno dell’Amicizia di Dio e dell’Aiuto degli altri.
Auguro a chi ci governa di avere la chiarezza dello Spirito sempre…
Ss Silvano
Venezia 14 febbraio 2020.

Rispondi

ROSA DALMIGLIO il 27 Gennaio 2020 alle 6:37 am.

mi associo all’invito di PAPA FRANCESCO
“Mai Più” è singolare che gli amici e fratelli cinesi, abbiano scelto le date dal 3 al-6 Gennaio 2020, per trasmettere in Cina il film di Roberto Benigni, “LA VITA é BELLA” promosso dal Ministero della Cultura Cinese
inoltre a Roma dal 21 al 23 Gennaio 2020 si apriva ufficialmente l’ANNO della Cultura e Turismo, un gemellaggio fra i Siti UNESCO CINA-ITALIA, 55 siti ITALIA-55 siti CINA
nel 2017 avevo inviato a PAPA FRANCESCO il documentario WORLD HERITAGE in CHINA, dono del Ministero della CULTURA e TURISMO Cina, il documentario non è in commercio, oggi il mondo si ferma in silenzio per non dimenticare, anche i tanti ebrei salvati dalla Cina

Rispondi

flavio ferraris il 26 Gennaio 2020 alle 7:11 pm.

Ho visto non far entrare in Chiesa ciechi col cane guida e non ho mai seguito messe con preti che parlassero coi gesti per sordi.Le tenebre si insegnano ai bambini prima della luce,ma non sono sicuro che possano esistere per chi vive imparando che tutto è luminoso.Io credo che leggendo solo la Bibbia si illumini solo quello che si vuole vedere e si sente quello che si vuole sentire.Limitarsi alla Bibbia si fa spazio alla nicchia di parole umane. Dio è tutto il repertorio umano.Se lei ha le sue tenebre,quelle potrebbero essere un po’ di luce per altri. Ho imparato ha gustare la luce del buio con Dio vicino.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.