La missione della Chiesa è avvicinarsi ai bisognosi con compassione

Torna ad affacciarsi oggi Papa Francesco alla finestra su una Piazza San Pietro con i fedeli che lo salutano sotto una leggera pioggia, novità dovuta al ritorno in zona gialla in quasi tutta Italia e che il Pontefice stesso accoglie con un gioioso “Un’altra volta in Piazza! ” E il Vangelo di Marco  1,29-39 che parla di guarigione sembra quanto mai adatto.

Le guarigioni fisiche di Gesù sui malati sono possibili per la loro totale fiducia nel Figlio di Dio, “ fin dall’inizio, dunque, Gesù mostra la sua predilezione per le persone sofferenti nel corpo e nello spirito– esattamente come il Padre- che Lui incarna e manifesta con opere e parole.

E così come sono stati coinvolti i discepoli, ai quali ha dato potere di guarire i malati e scacciare i demoni, così anche la Chiesa oggi deve prendersi cura dei malati, è questa la sua missione.

Di fronte alle malattie, e alla pandemia che ci affligge, “ la nostra condizione umana, altissima nella dignità , e nello stesso tempo così fragile– potrebbe chiedersi il perché di tanta sofferenza- Gesù non risponde a questo perché con una spiegazione, ma con una presenza d’amore che si china, che prende per mano e fa rialzare. È questo, spiega il Papa, “  l’unico modo lecito di guardare una persona dall’alto in basso, quando tu tendi la mano per aiutarla a sollevarsi.

La missione della Chiesa è questa, “ Il Figlio di Dio manifesta la sua Signoria non “dall’alto in basso”, non a distanza, ma chinandosi, tendendo la mano; manifesta la sua Signoria nella vicinanza, nella tenerezza e nella compassione.

La parola compassione è ricorrente nei Vangeli, “ questa compassione affonda le radici nell’intima relazione con il Padre. Perché? Prima dell’alba e dopo il tramonto, Gesù si appartava e rimaneva da solo a pregare (v. 35). Da lì attingeva la forza per compiere il suo ministero, predicando e operando guarigioni.

Share Button

3 Commenti

Sanluri il 8 Febbraio 2021 alle 9:18 am.

Anche curare i cristiani …prima
Poi il resto del mondo

Rispondi

Raffaella Bertone il 7 Febbraio 2021 alle 7:01 pm.

Bentornato in piazza!
La piazza più bella del mondo

Rispondi

Giovanni Gavini il 7 Febbraio 2021 alle 3:06 pm.

Santità Rev.ma, ho iniziato a tradurre in inglese la lettera enciclica “Fratelli Tutti”, questo per capire meglio i Suoi pensieri giusti e meravigliosi, ogni qualvolta che trovo frasi importanti li scrivo su un foglio a parte per poi pubblicarle su “Twitter” in inglese, io non voglio i “like” ma suscitare nelle persone l’amore verso i libri sacri. La ringrazio per l’analisi della situazione odierna del mondo e dei consigli per come affrontare tutti i problemi. Prego che guarisca dalla sciatalgia in modo di guidare con più veemenza il mondo, che Dio La preservi per molti altri anni. Cordiali saluti. Giovanni Gavini

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.