L’identità cristiana è pensare, sentire e parlare come Gesù

L'identità cristiana è pensare, sentire e parlare come GesùNella Santa Messa di oggi, martedì 2 settembre 2014, Papa Francesco prendendo spunto dalla Lettura del Vangelo (Lc 4, 31-37) per continuare l’omelia di ieri nella quale aveva spiegato che la Parola di Dio si basa sulla Potenza di Dio, che viene dallo Spirito Santo e non sulla sapienza umana: così oggi il Pontefice spiega che tale Potenza di Dio, in Gesù, veniva percepita come una “autorità“, che è appunto l’identità cristiana.

Si diventa cristiani non perché chi hanno cinque lauree in teologia, ma perché si possiede lo Spirito di Dio, che è quello stesso Spirito che possedevano gli apostoli e che permetteva loro di predicare “con l’unzione dello Spirito, esprimendo cose spirituali dello Spirito in termini spirituali“: “Tu puoi avere cinque lauree in teologia, ma non avere lo Spirito di Dio! – ha detto Bergoglio – Forse tu sarai un gran teologo, ma non sei un cristiano, perché non hai lo Spirito di Dio!

Quello che ci rende cristiani, quello che costituisce la nostra “identità cristiana” è proprio lo Spirito che la gente del tempo vedeva in Gesù e la descriveva come una particolare “autorità di Gesù“, che altro non era che la “capacità di capire le cose dello Spirito, di parlare la lingua dello Spirito“. Questa “autorità.. che ti dà identità è lo Spirito Santo, l’unzione dello Spirito Santo” che la troviamo anche oggi, ha aggiunto, “fra i nostri fedeli, vecchiette semplici che forse non hanno finito le elementari, ma che ti parlano meglio di un teologo, perché hanno lo Spirito di Cristo.

Lo Spirito di Cristo è proprio la nostra identità cristiana: “se noi cristiani non capiamo bene le cose dello Spirito – ha continuato il Santo Padre – non diamo e non offriamo una testimonianza, non abbiamo identità“.

Come cristiani “dobbiamo chiedere questo: Signore donaci l’identità cristiana, quella che Tu avevi; donaci il Tuo Spirito; donaci il Tuo modo di pensare, di sentire, di parlare: cioè Signore donaci l’unzione dello Spirito Santo“.

Share Button

Può interessarti anche:

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

21 Commenti

vincenza43 il 15 settembre 2014 alle 11:20 pm.

Signore, ti ringrazio per il dono di Papa Francesco, sii sempre con lui e aiutalo nelle difficoltà che incontra durante il cammino.

Rispondi

Valentina Vasciaveo il 15 settembre 2014 alle 7:53 am.

Nn ricevo più le newsletters. Rinvio la mia mail. Grazie Valentina

Rispondi

chiara il 8 settembre 2014 alle 3:53 pm.

Ognuno di noi deve fare la volontà di Dio anche se ci viene fatto del torto ,l’importante essere convinti di fare del bene e stare sempre dalla parte giusta,grazie papa Francesco per le tue parole…

Rispondi

Patrizia il 5 settembre 2014 alle 6:35 am.

Ciao Sara, condivido ciò che dici che non si sta a vedere quello che fa uno o l’altro, che sia prete o no ma, a volte le cose ti capitano sotto gli occhi senza volerlo e, giustamente, poi si riflette. In ogni professione bisogna fare il proprio dovere, con coscienza, avendo come punto di riferimento gli insegnamenti cristiani, altrimenti si rischia di fare solo del male agli altri. Purtroppo, come tu dici, l’uomo si lascia prendere dalla vanità e non ha la consapevolezza, che viene da DIO, che il suo lavoro deve essere un servizio per gli altri. Oggi è un impresa trovare un buon: sacerdote, psicologo, medico, avvocato, dirigente, insegnante,…. Papa Francesco è una grande figura di quest’epoca, da ottimi insegnamenti. Con gli altri si condivide e ci si confronta, senza però essere condizionati. Come dice il Santo Padre, leggendo il Vangelo, pregando e seguendo la Messa domenicale, si acquisisce un’identità cristiana. Le difficoltà della vita ci saranno sempre, ma verranno affrontate con uno spirito diverso. Lo Spirito del Signore ci aiuta a superarle!

Rispondi

Patrizia il 4 settembre 2014 alle 5:42 am.

…. il discorso riferito ai Sacerdoti si estende ovviamente anche a chi impartisce catechesi ai ragazzi. Ho conosciuto catechisti che nella loro vita non hanno dimostrato e non dimostrano ancora un’autentica identità cristiana. Quindi c’è un divario tra ciò che hanno insegnato e ciò che in realtà fanno: molta contraddizione per i ragazzi, che provoca confusione. Bisogna pregare per tutti!

Rispondi

sara il 4 settembre 2014 alle 12:12 pm.

Grazie Patrizia, che hai compreso il messaggio.
Quello che vorrei pure aggiungere se uno è preso dal Signore, non sta a vedere quello che fa uno o l’ altro, che sia prete o no, con questo non significa di ignorare certi comportamenti. è capire i punti deboli dell’ uomo.
Il twitter che ha lasciato papa Francesco oggi è molto significativo.
Comunque come dici tu nel riguardo del catechesi e quante altre cose , penso la responsabilità che si ha chi si prende certi titoli. Per esempio il sacerdote e il psicologo sono due professione, se così si può dire, che prima di manifestare questa funzione, si dovrebbe fare un lavoro su se stesso sempre con l’aiuto di DIO. Prima di esporsi.
Lo studio dovrebbe essere un gettare le basi, ma ci si deve arrivare a capire cosa si sta studiando, lasciando guidare dallo Spirito Santo che è in noi.
Infatti credo il problema è che ci si lascia prendere dalla vanità e orgoglio di quanto la scatola cranica riesca contenere di conoscenza, ma non di consapevolezza che viene da DIO.
Perciò direi oggi è un impresa trovare un buon sacerdote o un buon psicologo. è un argomento delicato , per l’uomo pechè si può fare dei grossi danni , partendo dalla delusione e confusione.
E sono convinta che tanti sacerdoti non ne siano coscienti di quello che stanno facendo che tutto si ferma sui studi, convinti di sapere.
Devo dire e parlo come cittadina comune, ho fatto e sto facendo un esperienza,che ho avuto un incontro con Gesù e sinceramente inizialmente è stato sconvolgente e ho vissuto e sto vivendo vari fasi.
Cercavo un sacerdote valido e ti dico la difficoltà che ho avuto, che mi spiegasse cosa mi stia capitando, ma poi il Signore, mi ha creato delle condizioni di ricevere le risposte in modo diverso, per cui apparentemente ho dovuto arrabattare da sola, per cui delle risposte ricevevo o traverso gente comune oppure anche traverso la tv, delle testimonianze oppure seguendo i discorsi del papa che trovavo delle conferme di quello che vivevo al momento. Fino a quando il Signore mi ha fatto incontrare il papa Francesco, da quel giorno non ho più avuto il bisogno della risposta dall’esterno, non che non avessi bisogno del altro,anzi con l’altro condivido e mi confronto ecco cosa significa fare parte della comunità senza essere condizionati. è il tema che oggi il papa ha lanciato!
Pure io avevo piena fiducia del sacerdote che loro sapessero tutto e poi ho avuto esperienza diretta che anche loro sono dei esseri umani che uno è lo studiare , l’altro aver elaborato su se stessi, dove regna veramente DIO.
Dove la vanità e orgoglio sono 2 barriere difficile da battere.
Specifico non sto parlando dei sacerdoti che fanno cose gravi, del tipo pedofili o che sono compromessi con la mafia e quant’altro, ma di quelli che sono partite con buone intenzioni e pensano di fare il bene, ma si sono fermati allo studio che trasmettono una lettera morta, invece che la Parola viva.
Infatti la preghiera al Signore consiste questo che vengano aiutati a trovare la Parola viva con fatti concreti e questo vale pure per noi comuni cittadini.
Non per questo il papa Francesco invita di aprire il vangelo spesso è sempre un inizio per andare incontro a Gesù.
è importante che cerchiamo Gesù non solo a parole sopratutto con il cuore, poi Lui nel momento opportuno si farà vivo così è successo con me, non perchè prima fossi stata una frequentatrice della chiesa.
Sinceramente ancora non ho capito quale sia stata la molla che ha fatto scattare questa visita. So’ soltanto il mio pensiero da quel giorno è cambiato e sta cambiando anche difronte alle difficoltà, non che non piangesse o soffrisse più, ma ha un altro sapore, bisogna esserci per capire, che i doni che da’ il Signore supera tutto ! Come vorrei tanto augurare a tutti di quello che sto vivendo.
Ti abbraccio nel Signore a te e famiglia che pure voi possiate gustare il Signore!
E non sottovalutate ciò che ci dice S. Padre, state pure tranquilli ,per dire queste cose , non ho filo diretto con il Vaticano, anzi se DIO vorrà la rincontrasse il S.Padre mi sono ripromessa che la prossima volta mi presento. E come dice papa Francesco lasciamoci sorprendere dal Signore! un caro saluto Sara!

Rispondi

Patrizia il 4 settembre 2014 alle 5:15 am.

Condivido ciò che scrivi Sara. Bisogna pregare il Signore affinché possa illuminare i Sacerdoti (1 o più lauree in teologia non sono sufficienti per identificare un vero cristiano) , in modo che possano diventare i veri ministri di DIO. Come (ripeto le tue parole) lo sta dimostrando il Santo Padre. Il Pontefice è illuminato dallo Spirito Santo, per questo è Sua Santità. Papa Francesco in più è un GRANDE.

Rispondi

vincenza il 3 settembre 2014 alle 9:07 pm.

Signore, ti ringrazio per il dono di Papa Francesco, Egli non dice nulla di nuovo, ma sbriciola in modo semplice e accessibile la tua Parola affinché ognuno possa gustarla, interiorizzarla e metterla in pratica…

Rispondi

BARBARA BETTAZZI il 3 settembre 2014 alle 10:18 am.

GIACOMO MI DISPIACE CHE TI ABBIA MALTRATTATO UN PRETE: QUELLO NON E’ DEGNO DI ESSERE PRETE!!!!!!!, TU SEI DEGNO DELL’ AIUTO DI DIO!!!!, NON ARRENDERTI E TROVERAI AIUTO…CERCA…E NON ARRENDERTI…!!!..CHE DIO TI BENEDICA…, LA TUA RABBIA E INDIGNAZIONE E’ GIUSTA…., LA CARITA’ E’ LA BASE DEL SIGNIFICATO CRISTIANO…INFATTI GESU’ FU CARITATEVOLE CON CHI AVEVA BISOGNO DI AIUTO….E CON CHI AVEVA BISOGNO DI DIO…E DEL SUO AMORE…..E LA CARITA’ SI ESPLICA DENTRO ANCHE ALLE ALTRE RELIGIONI CHE CREDANO ED UBBIDISCANO A DIO COME LA NOSTRA…..PERCHE’ DIO STESSO E’ CARITA’ E AMORE…BASTA VEDERE LA DOLCEZZA EL’AMORE DEL -SUO- OPERATO: LUI , HA CREATO IL MARE, I MONTI, I FIORI, LE SABBIE….IL CLIELO E LE STELLE …LA LUNA, IL SOLE…GLI ANIMALI…L’ACQUA E IL FUOCO…,GLI UMANI E GLI ANIMALI E MOLLUSCHI E CREATURE BUFFE E SIMAPTICHE, STRANISSIME O FEROCI MA INNOCENTI…, DI TUTTI I TIPI……: SENZA LA FORZA D’AMORE DI DIO LA NOSTRA INTELLIGENZA NON E’ NIENTE…., A PRATO DOVE STO IO SONO RINATI ” I FIGLI DEI FIORI”…ISPIRATI AI DIRITTI UMANI ALLA UGAGLIANZA ED ALLA PACE: AMORE E’ TUTTO!!!VIVA LA NATURA E TUTTE LE SUE BELLE ESPRESSIONI!!!! VIVA I FIORI E GLI ANIMALI E GLI ESSERI UMANI CON LE LORO DIFFERENZE BELLISSIME!!!! VIVA LO SPIRITO DI DIO…..CHE E’ DENTRO LA NATURA STESSA!!!!!! LODE A DIO !!!

Rispondi

maria jose il 3 settembre 2014 alle 9:13 am.

Que podemos hacer los laicos ante el clericalismo de los párrocos?

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.