L’incontro tra Papa Francesco e la fedele che lo ha strattonato

E’ uscita in questi giorni la notizia dell’incontro tenutosi tra Papa Francesco e la donna che lo aveva strattonato violentemente in Piazza S. Pietro la notte di Capodanno

Come molti ricorderanno, subito dopo il Te Deum, il Papa aveva fatto un giro a piedi tra la folla per avvicinasi al presepe come da tradizione quando, tra la gente al di là delle transenne, la mano di una fedele cinese, presa dall’impeto e dall’emozione del momento,  in virtù dell’incontro eccezionale, lo aveva afferrato per un braccio e strattonato rischiando di farlo cadere. La reazione del Pontefice, criticata poi fermamente da molti, è stata quella istintiva di “schiaffeggiare” bruscamente  la mano della donna, evidentemente spaventato dal rischio corso di una eventuale caduta, appunto.

Il giorno dopo, all’Angelus si era scusato pubblicamente affermando : “A volte perdiamo la pazienza. Anche io. E chiedo scusa per il cattivo esempio di ieri” dimostrando di essere una persona come tutti, con le sue debolezze. Ma evidentemente per lui non era abbastanza.

Solo ora sappiamo che qualche giorno più tardi, dopo averla  fatta cercare, ha voluto incontrare la donna al termine di un’udienza nell’Aula Paolo VI per rinnovarle le sue scuse personalmente. L’episodio non è stato pubblicizzato in nessun modo, se non appunto in questi giorni con    la  diffusione  della foto che ritrae i due con i volti distesi, a evidenziare che il colloquio tenutosi privatamente abbia dato buoni frutti per entrambi.

Ancora una lezione di umiltà da Bergoglio, che proprio nel discorso di mercoledì 5 febbraio aveva parlato dell’importanza di saper chiedere perdono mettendo da parte l’orgoglio.

Share Button

1 Commento

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.