Lumen Fidei, la luce della Fede e la luce della Ragione

luce della fedeIo sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre.

E’ un percorso strano quello che ha attraversato la fede nella storia, ci dice Papa Francesco nell’Enciclica Lumen Fidei. Gesù viene al mondo come sole i cui raggi donano vita, come vera luce in modo di riscattare le nostre vite. Eppure nel corso dei secoli la fede, che nasce dall’incontro con Gesù che ci chiama e ci svela il suo amore, é finita per essere associata al buio, vedendola come un limite alla ricerca razionale. Alla luce della fede si é sostituita quella della ragione, definita come la vera luce in grado di illuminare le nostre scelte.

Alla meglio si é tentato di conciliare ragione e fede, relegando quest’ultima per tutti quegli ambiti che non potevano ancora essere spiegati dalla ragione. La fede dunque diventa un salto nel vuoto, che compiamo quando, in mancanza della luce della ragione, non sappiamo che strada prendere.

Tuttavia la luce della ragione eletta a vera guida del nostro operare nel tempo si é dimostrata incapace di rivestire tale ruolo. Infatti nel momento in cui la luce della ragione giunge a illuminare un punto che prima era buio, ecco che si aprono nuovi interrogativi, nuovi salti nel vuoto.

Alla fine la luce della ragione si rivela come una piccola luce, in grado di illuminare un singolo momento o un singolo luogo ma che non riesce a mostrarci la direzione in modo completo. L’uomo dunque che vorrebbe risolvere i suoi dubbi affidandosi alla ragione, si trova sempre più smarrito difronte ai continui salti nel buio che la ragione continua a riproporre ogni qualvolta riesce a illuminare una nuova parte di cammino.

E così l’uomo ha rinunciato alla ricerca di una luce grande, di una verità grande, per accontentarsi delle piccole luci che illuminano il breve istante, ma sono incapaci di aprire la strada. Quando manca la luce, tutto diventa confuso, è impossibile distinguere il bene dal male, la strada che porta alla meta da quella che ci fa camminare in cerchi ripetitivi, senza direzione.

Written by Luca Roncolato

Share Button

Lascia il tuo pensiero con Giudea.com

4 Commenti

Paolo il 7 Luglio 2016 alle 6:57 pm.

Il cervello umano è limitato solo ai CRETINI = cristiani (vedi etimologia) … !

DEDICATO AI FESSI RINCRITINITI DALLA FEDE IDIOTA RELIGIOSA …!

Il cervello non ha bisogno della idiota fede … il cervello vuole sapere e non vuole pregare …
Pregare chi poi …?
La fede non è DIO, PRESUPPONE soltanto una conoscenza di un DIO vago e inconoscibile da alcuno … è la scelta di affidarsi Completa-mente ad esso è decisamente Idiota perché se non conosci … cosa Credi di Credere …? La fede è la totale rinuncia della ragione.
E se il cervello non ragiona, come ogni muscolo del corpo umano si atrofizza e muore …!
I Creduli infatti hanno TUTTI il cervello atrofizzato e bloccato dalla idiota fede nel nulla …!
Tipico in primis dei Cristiani, dei Musulmani, degli Ebrei … che si ritengono TUTTI prescelti da un dio inconosciuto …!

Rispondi

Pasquino il 30 Agosto 2013 alle 4:24 pm.

Che la Luce di solito Rischiara la strada lo sapevo da un un Sacco di tempo … ma sapevo pure che abbaglia e ti fa “Sbandare” di brutto …!
La luce Vabbé ci serve … ma il Faro che la proietta di Chi è …?
Che la “Verità” appartenga soltanto al Cristianesimo, o all’Ebraismo, o a Maometto e che si possa “provare” tramite la Fede é di per “se” una grandiosa Idiota Balla Galattica …
C’è secondo me, solo una prova della verità del Cristianesimo e delle altre due religioni accennate, ed é giustamente, scusatemi, quella patologica: Cioé, quando l’angoscia del peccato e la coscienza affannata tormentano un Uomo fino a costringerlo a oltrepassare quella linea sottile della disperazione che conduce alla pazzia … proprio lì, guarda “Caso” … arriva: il Cristianesimo, l’Islamismo, e il Sommo Idiota DIO Ebreo Yahwéh con la sua stupida Fede e le sue stragi, e le loro leggi Idiote: quelle di Yahweh, quelle di Maometto e quelle di Cristo “RE”…
… Qui stanno TUTTE le FEDI delle Religioni Rivelate del “Libro Sacro”, tale e quale come se fossero Cocaine purissime mai ancora tagliate.
La fede non è DIO, PRESUPPONE soltanto una conoscenza di DIO … è la scelta di affidarsi Completa-mente ad esso.
La fede è la totale rinuncia della ragione.
E poi scusate, parlare della fede non significa parlare di DIO.
La fede è un altro Semplice atto umano (umanesimo) di quella “(citazione) … luce della ragione si rivela come una piccola luce …” che di fatto SUPPONE (Concetto) una determinata comprensione di DIO, delle immagini del DIO a cui ci si affida, ed infatti é in grado solo di: “(citazione) illuminare un singolo momento o un singolo luogo ma che non riesce a mostrarci la direzione in modo completo …”
Perché vi risulta che la fede in DIO con tutti i suoi DOGMI vi porta la luce necessaria a schiarire la “Giusta” via da seguire …???
Ma poi scusatemi di nuovo: Siete proprio sicuri che l’Uomo, quello vero ha bisogno di una strada fatta da qualcun Altro … per la sua Normale Evoluzione della specie …?
La fede è, a tutti gli effetti fisiologici e patologici dello stress, un atto umano … della Ragione Innaturale di una Mente Patologica-Mente Malata.
(che non è l’aderire semplicemente ad una religione) … è cioé quello di compiere una scelta profonda-Mente personale.
La Religione si dovrebbe davvero studiarla nelle scuole.
E dovrebbero fare in modo che ad insegnarla fossero dei Razionalissimi ed Imparziali Agnostici.
La mia “Adorata” e “Venerata” selezione naturale, prevede che ogni specie Scalpiti per Sopravvivere, che prenda a Calci e Pugni la vita pur di mostrare la propria supremazia genetica … e prevede che ognuno ce la faccia da solo … Altro che Preghiere.
Per il resto sono meglio i Fatti Concreti, meglio le Soluzioni ed i Problemi, i Rimproveri e i Disagi.
Non esiste nessunissima Chiesa, in Natura, perché l’uomo ha bisogno di Capire … non di Pregare !
L’Uomo è Morbosamente Curioso, necessita di Sapere il perché, pretende la Conoscenza quasi assoluta delle cause che generano gli effetti e gli affetti stessi, in mezzo a cui Vive.
L’uomo Dubita e Ragiona ed un Uomo così, credetemi, non può credere davvero in quello che non vede: prima o poi cederà alla Ragione Naturale, basta togliere dalle sue Idiote convinzioni Religiose la carta giusta, quella in Basso a sinistra, proprio quella lì, per far cadere tutto il resto del Castello di Carte dei libri “Sacri” … perché l’Uomo è così, l’Uomo Vero, non quello Finto INNATURALE, quello che si illumina da “SE” per Amore di “SE” e per gli altri “SE” della stessa specie … deve Guardare e Toccare e non può proprio essere INNATURALE … come la fede vorrebbe che fosse.

Rispondi

anna maria il 16 Luglio 2013 alle 12:01 am.

Ciao Santo Padre, come va???
Se c’è qualcuno che può darti testimonianza dei noiosissimi limiti della ragione, quella sono io.
Sono sposata con Gabriele dal 2011 e da un anno circa cercavamo di avere un bimbo.
Indagini accurate ci dipingevano una realtà triste, che non dava vie di uscita, almeno così sosteneva la scienza…
Una settimana fa ho scoperto di aspettare un figlio, inaspettato e meraviglioso, in barba a tutti quelli che ci avevano gridato a gran voce che sarebbe stato impossibile.
Ti consegno la nostra creatura Papa Francesco, prega per la sua salute e prega per noi genitori.
Tu sei il nostro mito, ti siamo vicini con la nostra preghiera e la nostra testimonianza.
Viva Gesù, viva Papa Francesco!
Anna

Rispondi

Giuseppe il 11 Luglio 2013 alle 6:43 pm.

Il cervello umano è limitato. Questa affermazione è vera.
La fede non ha bisogno del cervello. Questa affermazione è vera.

Dedicata agli increduli.

PRIMA LETTURA (Pr 2,1-9)
Inclina il tuo cuore alla prudenza.
Dal libro dei Proverbi
Figlio mio, se tu accoglierai le mie parole e custodirai in te i miei precetti, tendendo il tuo orecchio alla sapienza, inclinando il tuo cuore alla prudenza, se appunto invocherai l’intelligenza e rivolgerai la tua voce alla prudenza, se la ricercherai come l’argento e per averla scaverai come per i tesori, allora comprenderai il timore del Signore e troverai la conoscenza di Dio, perché il Signore dà la sapienza, dalla sua bocca escono scienza e prudenza.
Egli riserva ai giusti il successo, è scudo a coloro che agiscono con rettitudine, vegliando sui sentieri della giustizia e proteggendo le vie dei suoi fedeli.
Allora comprenderai l’equità e la giustizia, la rettitudine e tutte le vie del bene.
Parola di Dio.

Rispondi

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. Campi obbligatori *

È possibile utilizzare i seguenti codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.